HOME - Agorà del Lunedì
 
 
08 Marzo 2021

Dal restauro all’endodonzia: un percorso inverso

In questo Agorà del Lunedì, seconda parte, il prof. Gagliani suggerisce un semplice e banale stratagemma che rende migliore la visuale dell’endodonto facilitando il trattamento

di Massimo Gagliani


Ci eravamo lasciati lunedì scorso con “…..tutti noi facciamo conservativa & endodonzia, in misura più o meno rilevante. E se ci fermassimo a riflettere: può essere l’una secondaria all’altra o dovrebbero essere sinergiche?”  

Oggi si completa il percorso; più che un percorso, alcuni spunti di riflessione.  

La comunità scientifica si è a lungo interrogata sulla valenza del restauro coronale rispetto al trattamento endodontico; finalmente, circa dieci anni fa, uno studio ha posto fine alla diatriba che, sul piano della logica da bar non avrebbe avuto molte discussioni.  

Un buon restauro e una buona endodonzia portano i risultati migliori. Non ci voleva Cavour….  

Per contro, riflettendo e osservando, spesso la scarsa endodonzia è figlia di errori procedurali che riguardano l’apertura della camera pulpare, ovvero dell’accesso coronale. Ma se l’accesso coronale fosse già studiato in relazione alla tipologia del restauro da eseguire, non avremmo risparmiato un sacco di lavoro?

Abbassamento delle cuspidi già nella prima fase dell’intervento quando si opti per un restauro a copertura cuspidale, ovvero quello più garantito per denti che abbiano creste marginali deboli o assenti, tanto per esemplificare.

Questo semplice e banale stratagemma rende migliore la visuale dell’endodonto e, come tale, facilita il trattamento dello stesso.  
In questi denti la carie ha prodotto effetti fortemente invalidanti, perché non rimpiazzare da subito il tessuto perso con dei materiali adesivi che, prima dell’uso di irriganti e quant’altro, avranno legame con la dentina migliore e più duraturo nel tempo.  

Stimiamo che nella fase ricostruttiva ci sia la necessità di un perno?  
Perché non prepararne, almeno sommariamente, l’alloggiamento prima di fare il trattamento di tutto il canale?

Avremo più spazio per accedere alle parti profonde dell’endodonto. Ecco che la parte restaurativa avanza e la parte endodontica rappresenta solo la conclusione di un processo logico che, avvalorato dagli studi, porta a ri-definire le sequenze operative.
Una sorta di lavoro in parallelo che migliora l’analogo sequenziale.

E poi con le metodiche digitali di ricostruzione….ma questa sarà un’altra storia per un altro lunedì.  

Articoli correlati

Ripartono le attività in presenza della Società Italiana di Endodonzia. La manifestazione prevista a Bologna, nei giorni 12 e 13 novembre


Un'opera composta da due libri per conoscere le possibili soluzioni alle molteplici problematiche cliniche inerenti i restauri adesivi dei settori posteriori. Un opera composta da...


In uno studio, pubblicato sul Journal of Endodontic, gli autori hanno valutato quanto la curvatura dei canali radicolari e la lunghezza dello strumento rotto all’interno del canale possano...

di Lara Figini


Immagine di repertorio

Gli autori hanno valutato la qualità delle otturazioni canalari ottenute mediante cinque tecniche diverse applicate in canali radicolari di forma ovale

di Lara Figini


Sul tema il prof. Gagliani si pone tre domande ed una considerazione: siamo sicuri che la futura odontoiatria abbia ancora bisogno di queste torture mentali


Altri Articoli

Tra i temi in discussione la valutazione su una possibile revisione delle procedure anti Covid indicate per gli studi odontoiatrici


Anelli: i sanitari a rischio sono tutti, non si faccia il 'tu sì tu no. La terza dose va estesa a tutti perché «garantisce la riduzione del rischio e aiuta la categoria a continuare a lavorare in...


Giovedì 30 il termine ultimo per l’invio da parte di odontoiatri, igienisti dentali e strutture sanitarie dei dati delle fatture messe direttamente ai pazienti al Sistema Tessera Sanitaria


In occasione della quinta edizione del Dental Forum ad Asti, il 2 ottobre 2021, l’intervento “Il digitale e la nuova e-inclusion in odontoiatria” sarà focalizzato sui trend che stiamo...


Uno lavorava in un poliambulatorio medico, l’altro in un sottoscala, gli altri 2 arrotondavano facendo i buttafuori 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio