HOME - Approfondimenti
 
 
27 Novembre 2015

Comunicatore o imbonitore, saperla "raccontare" può mascherare le carenze professionali? Il parere dell'esperta in comunicazione


Un dentista deve saper parlare al paziente mentre il paziente è convinto di saper capire se il proprio dentista è bravo.
Queste le due "certezze" emerse dal sondaggio "Il dentista che vorrei" realizzato da Odontoiatria33 in collaborazione con AIOP inviando un questionario ai lettori di Dica33, il portale del gruppo Edra dedicato alle informazioni sulla salute per il cittadino che con gli oltre 1milione e 200 mila viste mensili è tra i più letti tra quelli dedicati alla salute.

Un paziente che sceglie il dentista dalla professionalità e competenza dimostrata, dal fatto che sa ascoltare e spiegare i trattamenti, che è disponibile a risolvere i problemi, che lo tratti da paziente e non da cliente è che sia cordiale.

Un paziente che, quindi, è soggetto a giudicare come bravo dentista più il centista comunicatore che quello che cura al meglio i suoi pazienti ma non riesce a legare, magari perché non sa fare il "piacione".

Considerando che, sempre secondo quanto emerso dal nostro sondaggio, il paziente si dice certo di riuscire a giudicare la qualità delle cure del suo dentista, il 66% dei partecipanti l'ha affermato, ecco il rischio che ad essere premiato dai cittadini non sia veramente il dentista bravo ma il dentista che sa "vendersi" come bravo.

Quindi, una buona capacità oratoria mascherare carenze tecniche?

"La componente tecnica della prestazione è un caposaldo su cui non si può fare alcuno sconto", spiega ad Odontoiatria33 Erika Leonardi esperta di organizzazione e comunicazione aziendale.

"La comunicazione rappresenta un valido supporto che conferisce maggiore valore: aiuta il paziente a capire, gli conferisce serenità, lo guida nei comportamenti, lo aiuta a prevenire azioni non corrette, illustra i vantaggi".

"Il paziente in ogni caso si sente, a ragione, giudice della prestazione che ha ricevuto, ma, ovviamente, non ha le conoscenze per giudicare l'intervento tecnico. Parlerà bene o male in relazione a quanto ha vissuto in termini di informazioni, chiare e semplici da comprendere e da mettere in atto, e di messaggi che lo hanno tranquillizzato sia sulla validità dell'intervento sia sul valore del prezzo pagato".

"Saper parlare -conclude l'esperta- non può mascherare carenze tecnico-professionali: il tempo smaschera in tempi ristretti gli imbonitori. Promesse non mantenute sono un rischioso autogol. La capacità di comunicare rafforza la professionalità in quanto fa sentire il paziente una persona importante di cui ci si preoccupa affinché viva emozioni serene e positive."

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Corsa per agevolare il più possibile la somministrazione delle dosi. Ci si potrà rivolgere anche dal dentista o in farmacia. In Baviera è già possibile 


Uno strumento nuovo per il settore dentale che consente di ricercare prodotti ed attrezzature e comparare i prezzi proposti dai vari siti di vendita online 


Il Consejo General de Dentistas spagnolo ha pubblicato il suo Rapporto tecnico demografico sui dentisti in Spagna nel 2021, in cui analizzava vari parametri come il rapporto...


Pubblicato uno dei primi lavori europei riguardante l’impatto che il Covid-19 ha avuto sugli odontoiatri. Ricerca condotta grazie alla collaborazione tra Federazione Regionale degli Ordini...


Il Consejo Dentistas spagnolo ha pubblicato delle Linee Guida di protezione e di riduzione del rischio di trasmissione che possono aiutare l’odontoiatra a gestire la situazione...


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, potrebbero contribuire a migliorare la comunicazione con pazienti con problemi di udito ma non solo


Il Viminale pubblica una utile tabella per capire cosa si può fare a seconda del tipo di certificazione posseduta ed il colore della regione. Le regole per datori di lavoro e lavoratori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi