HOME - Approfondimenti
 
 
21 Dicembre 2015

Da SIdP il Manifesto contro la parodontite e per la salute delle gengive


Quasi un miliardo di euro risparmiati ogni anno dai cittadini. Sono queste le stime degli esperti della Società italiana di parodontologia e implantologia (SIdP), che assieme ai colleghi europei, americani e asiatici hanno pubblicato le prime linee guida mondiali sulla salute delle gengive.

L'argomento è di grande interesse per tutta la popolazione se si pensa che, solo in Italia, circa 20 milioni di persone over-35 hanno a che fare quotidianamente con gengive sanguinanti o dolenti e che spesso non si rendono conto di essere di fronte a un problema davvero serio. Se non trattata per tempo e nel modo corretto, infatti, l'infiammazione delle gengive (gengivite) diventa una vera e propria malattia (parodontite) che nella sua forma grave porta anche alla perdita dei denti con conseguenze spesso molto pesanti sulla salute, ma anche sul portafoglio.

"Costa di più sostituire un solo dente perso per colpa della parodontite che curare l'intera bocca di un paziente nel quale la diagnosi è arrivata per tempo", spiega il prof. Maurizio Tonetti, presidente SIdP.

SIdP che ha presentato un manifesto sulla prevenzione e diagnosi della malattia parodontale e la salute orale più in generale.

Il Manifesto, spiega ad Odontoiatria33 il prof. Tonetti, sotto forma di green paper è disponibile sul sito www.prevention.efp.org e sarà aperto ai commenti di tutti gli stakeholder a livello internazionale".

E' stato redatto congiuntamente dai Presidenti della Federazione Europea di Parodontolgia, dell'Accademia Americana di Parodontologia, dell'Accademia di Parodontologia dell'Asia-Pacifico e dal sottoscritto in quanto Presidente SIdP per rispondere all'epidemia parodontite con un rinnovato impegno in direzione di prevenzione, diagnosi e terapia.

"L'abbiamo presentato -continua- in anteprima a EXPO 2015 e in Italia si è già tradotto in una prima azione concreta: il decalogo "salva gengive" pensato per aiutare gli italiani con la prevenzione, diagnosi (e - in parte - terapia) di gengivite e parodontite".

Essenzialmente il documento sottolinea la necessità di un approccio più organico alla prevenzione delle malattie parodontali:

  • Riconoscimento da parte della popolazione del sanguinamento gengivale come campanello di allarme per le malattie delle gengive (e non come indicazione a automedicazione con collutori o dentifrici che possono mascherare la sintomatologia senza risolvere il problema!).
  • Maggiore attenzione sotto la guida di un odontoiatra o igienista nelle manovre d'igiene orale domiciliare: più tempo, più attenzione agli spazi interdentali, suggerimento di strumenti più efficaci (spazzolino elettrico e scovolino).
  • Attenzione a fumo e alimentazione povera in antiossidanti naturali ad effetto anti-infiammatorio.
  • Grande enfasi sul PSR come elemento diagnostico differenziale da utilizzare in tutti i casi per differenziare il paziente con parodonto sano, da quello con gengivite e parodontite.
  • Enfasi sul fatto che la prevenzione è la risposta appropriata per chi ha gengive sane mentre chi ha gengivite o parodontite ha bisogno in primo luogo di diagnosi differenziale e poi di terapia.
  • Suggerimento a completare la terapia della parodontite con il raggiungimento di obiettivi terapeutici chiari che permettono l'efficacia della prevenzione secondaria e quindi il mantenimento della dentatura.

Decalogo disponibile sul sito www.gengive.org.

Nel corso del prossimo anno SIdP continuerà a essere impegnata in azioni di comunicazione volte a promuovere la salute orale dei cittadini italiani.

Articoli correlati

Da un gruppo di ricercatori italiani l’ipotesi della correlazione tra parodontite e evoluzione clinica da Covid-19

di Lara Figini


Utilizzando le interleuchine low dose SKA è possibile ripristinare l’omeostasi immunitaria e controllare i processi infiammatori cronici, come quelli che si osservano...


Il seminario mondiale 2017 sulla classificazione della malattia parodontale e delle condizioni perimplantari ha raccomandato l’adozione del termine “fenotipo parodontale”...

di Lara Figini


Il concetto di qualità della vita correlata alla salute orale (OHRQoL) è stato progressivamente introdotto nella ricerca parodontale e implantare.Una buona od ottima qualità...

di Lara Figini


Sin dalla sua prima introduzione, più di cinquant’anni fa, l’innesto di tessuto molle è stato sempre più utilizzato nella pratica clinica per aumentare lo spessore del...

di Lara Figini


Altri Articoli

La notizia è che dopo alcuni anni torna il dibattito sul numero dei posti per l’accesso al corso di laurea in odontoiatria e sugli italiani che si laureano all’estero. Da...

di Norberto Maccagno


Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION