HOME - Approfondimenti
 
 
07 Marzo 2016

Ddl Concorrenza, è l'ora delle decisioni. Sen. Marinello: possibile una mediazione per tutelare l'esistente ma si deve introdurre il principio che la titolarità deve essere dell'iscritto all'Albo


Lo scontro tra le Catene ed i dentisti, per utilizzare lo stesso titolo utilizzato dai quotidiani generalisti in queste settimane, sembra essere arrivato al dunque.

Questa settimana, molto probabilmente già domani 8 marzo, la Commissione Industria del Senato dovrebbe decidere in merito agli emendamenti al Ddl Concorrenza che riguardano la composizione del Cda delle società di capitale per quanto riguarda l'odontoiatria ma non solo. Emendamenti che erano stati accantonati nell'ultima seduta per dare modo ai Senatori di accorparli in un unico testo.

Come Odontoaitria33 ha già avuto modo di indicare, durante la discussione in Commissione la questione posta da ANDI, in merito all'esigenza di prevedere che almeno i 2/3 della proprietà sia riferita a iscritti all'Ordine, si è allargata ed ha coinvolto ora anche le farmacie oltre che gli avvocati.

Se per queste due professioni sembra più semplice arrivare ad una soluzione -ad oggi non è possibile costituire società di puro capitale in questi settori- per l'odontoiatria sembra essere un po' più complicato in quanto sono già attive società gestite per il 100% dal capitale nelle quali gli iscritti Albo degli odontoiatri non hanno diritto di voto.

"Il problema posto dalle associazioni dei dentisti è reale", dice il Sen. Luigi Marini relatore del DDL sulla Concorrenza in una intervista pubblicata su Quotidiano Nazionale domenica 6 marzo. "Ma la soluzione con quell'obbligo (quello di inserire la maggioranza degli iscritti all'Albo nelle quote societarie) è molto difficile. Cosa succede il giorno dopo? Chiudono due terzi delle cliniche italiane? Così altero la concorrenza non l'aiuto".

Senatore Marino che non si dice contrario agli emendamenti ma "perplesso". "Non l'avrei su altre categorie che devono partire da zero, che devono regolamentare l'ingresso di società di capitale, penso alle farmacie, agli avvocati..."

Per il Sen. Marino si dovrebbe verificare l'esistente, attendere il parere (già sentiti) degli altri ministeri competenti e "cercare compromessi sul passato".

Tempi lunghi quindi che vedono il relatore dubbioso sul fatto che il Ddl Concorrenza sia lo strumento adatto. "Bisogna trovare la soluzione del problema in una legge specifica", dice.

Più possibilista il Sen. Giuseppe Marinello (nella foto) che ritiene che si possa trovare proprio sul Ddl Concorrenza una mediazione.

"Dobbiamo fare passare il principio che le società che operano nel settore odontoiatrico siano gestite da chi è legittimato ad esercitare l'odontoiatria", dice ad Odontoiatria33 il Senatore Marinello.

"La mediazione la si può trovare inserendo nella norma una clausola di salvaguardia in cui le società esistenti avranno 24-36 mesi per riequilibrare le quote societarie alla nuova norma in modo da non creare scompensi alla gestione ordinaria delle società stesse".

Senatore Marinello che si dice, invece, contrario alla possibilità di "sanare" l'esistente e rendere obbligatoria la norma solo per le nuove società. "Sarebbe una sanatoria ed io sono contrario di principio alle sanatorie", ci dice.

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Foto che accompagna il post sulla pagina Facebbok del Ministro Grillo

La norma era contenuta in un emendamento presentato dal Movimento 5 Stelle alla legge di bilancio e riguardava le farmacie in mano alle società (possibilità introdotta dalla legge sulla...


La vicenda della chiusura, in Spagna, delle cliniche della catena iDental riporta alla luce quale dovrebbe essere la vera questione da affrontare sul tema dell’ingresso del...


Il presidente CAO: obbligatorio per legge con due terzi del capitale in mano ai professionisti


Dal 29 agosto sono in vigore le norme contenute nella Legge sulla Concorrenza, tra queste l'obbligo per le società operanti come attività odontoiatrica di nominare un direttore sanitario unico...


Altri Articoli

Nella prima riunione raccolto il sostegno di PD, FI e Fratelli d’Italia. L’iter ora prevede audizioni di esperti e delle associazioni di pazienti


Dal presidente ANTLO Mauro Marin le previsioni per il futuro della professione che è a rischio sopravvivenza a seconda delle scelte che verranno o non verranno prese


Il punto e le proposte del Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri ANPO per una nuova odontoiatria di comunità


Attivato dal dipartimento di Discipline chirurgiche, oncologiche e stomatologiche, iscrizioni entro il 7 gennaio


Se confermate rischiano di essere meno convenienti rispetto all’attuale sistema di agevolazioni fiscali. Ecco come potrebbe cambiare nel 2020 


 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


11 Dicembre 2019
Cercasi odontoiatra con esperienza a Brandizzo (To)

Il Centro Chirurgico, con esperienza di oltre 30 anni nel settore (vedi sito www.centrochirurgicosrl.it), cerca odontoiatra per collaborazione in conservativa, endodonzia e chirurgia estrattiva. E' richiesta la disponibilita' di due giornate a settimana. Inviare C.V.

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi