HOME - Approfondimenti
 
 
22 Aprile 2016

Giornata per la salute della donna, le specificità femminili relative al cavo orale


"Alcuni problemi di salute orale sono più rilevanti o più diffusi nel sesso femminile": lo rileva Silvio Abati (nella foto), professore di Malattie odontostomatologiche all'Università di Milano, in occasione della prima Giornata nazionale per la salute della donna istituita dal Ministero della Salute per oggi 22 aprile e dedicata a Rita Levi Montalcini, nata proprio in questo giorno, nel 1909.

Abati, che è direttore della Struttura operativa di day-surgery presso il Dipartimento assistenziale di odontostomatologia dell'Ospedale San Paolo di Milano, riporta gli esempi più rilevanti di questa specificità femminile: "innanzitutto le malattie autoimmuni e immunopatologiche delle mucose orali, come il lichen planus orale, il pemfigoide delle mucose, le sindromi da bruciore orale; in secondo luogo i problemi parodontali e riabilitativi provocati dall'osteoporosi in postmenopausa; infine gli effetti negativi sistemici della malattia parodontale e dei batteri parodontopatogeni sul buon andamento della gravidanza e quindi sull'aumento del rischio di effetti avversi per la madre e il feto".

Le numerose variazioni ormonali che avvengono durante tutta la durata della vita della donna giocano evidentemente un ruolo significativo. "Gli ormoni sessuali femminili - spiega Abati - hanno effetti importanti sulla flora batterica orale (il cosidetto biofilm orale) aumentando la quantità di microbi patogeni per le gengive e diminuendo l'efficienza della risposta immunitaria nei confronti dei microbi, con aumento dell'infiammazione gengivale, del sanguinamento, dell'alitosi durante la gravidanza e in particolari momenti del ciclo mensile femminile; dopo la menopausa la riduzione della quantità di ormoni circolanti può avere effetti negativi sul trofismo delle mucose orali".

C'è poi un periodo particolare, che richiede attenzioni aggiuntive, quello della gravidanza, durante la quale "è importante mantenere livelli ottimali di igiene orale e di salute dei tessuti gengivali; per questo è fondamentale recarsi per un controllo odontoiatrico non appena si scopre di essere "in attesa", effettuare la pulizia professionale dei denti, avere una adeguata istruzione alle manovre di igiene orale. È di fondamentale importanza anche smettere di fumare, non solo per la salute generale, ma anche per quella della bocca e del proprio bambino".

Adelmo Calatroni

Articoli correlati

Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Anche nella settimana che si è appena conclusa, il tema centrale sul quale il settore ha concertato le sue attenzioni è stato: quando mi vaccinate? Confesso, a metà settimana...

di Norberto Maccagno


Rispondendo ad Odontoiatria33 il Commissario Straordinario conferma che non è possibile modificare in questa fase le priorità indicate nel piano vaccinale


Il Ministero della Salute rivaluta la misura compensativa, così come richiesto dal TAR del Lazio. Le indicazioni della Commissione Albo Nazionale degli Igienisti Dentali


Di fronte a un prolungamento della vita sempre maggiore ci si aspetta anche un aumento delle malattie parodontali. Nei pazienti anziani il concetto di arcata dentale accorciata o...

di Lara Figini


Altri Articoli

Ovvero, far vivere ai clienti un’esperienza gratificante, innovativa, coinvolgente


Risultati di uno studio condotto da F-ISI- Mario Negri e Università degli Studi di Milano: a maggio  rischio gli uomini, >50 anni, obesi, occupati come personale amministrativo e fumatori di...


Cronaca     20 Gennaio 2021

Il GSID si presenta

Il Gruppo di Studio Italiano Dolore Orofacciale e Disordini Temporomandibolari (GSID) si struttura in Associazione. Ecco i primi eventi previsti nel 2021


Dal primo gennaio aumenta l’Iva sui DPI utilizzati a protezione del Covid. Per gli studi l’imposta si somma al costo del bene


Il fondo sanitario del settore metalmeccanico punta alla gestione diretta delle prestazioni sanitarie rese ai propri iscritti lasciando Rbm


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta