HOME - Approfondimenti
 
 
25 Maggio 2016

L'evoluzione del mercato tra domanda ed offerta. In EXPODENTALMeeting la fotografia di UNIDI e ANDI. Guarda il video dell'intero evento


Venerdì 20 maggio 2016 presso la Sala Diotallevi (dalle 9,30 alle 12) ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani) e UNIDI (Unione Industrie Dentarie Italiane) sono state protagoniste di un evento dal titolo "il sistema dentale italiano: evoluzione del mercato dei dispositivi tra domanda e offerta di prestazioni".

Evento, moderato dal giornalista Norberto Maccagno direttore di Odontoiatria33, che si propone come osservatorio privilegiato sullo stato del sistema dentale italiano, sia sul fronte del comparto industriale che su quello della professione odontoiatrica, come hanno ricordato nell'indirizzo di saluto il presidente UNIDI Gianfranco Berrutti ed il presidente ANDI Gianfranco Prada.

Prima relazione quella del prof. Aldo Piperno del Servizio Studi ANDI (a questo link la sintesi ed il video integrale) che ha presentato e commentato i dati dell'Indagine Congiunturale ANDI 2016.

L'UNIDI - attraverso Roberto Rosso (nella foto), presidente di Key-Stone -ha presentato la sua decima edizione dell'analisi di settore.

L'Italia, lo ricordiamo, è tra i leader mondiali del settore dentale, soprattutto alla luce della rivoluzione digitale che investe il settore. Il giro d'affari (dati sulla produzione) vale nel mondo circa 5 miliardi di euro, di cui 802 milioni vengono dall'Italia. Un dato poco conosciuto e che pone il nostro Paese ai vertici dei produttori. Se il 2015 si è delineato come l'anno del risveglio con +4,1%. - performance legata anche alle esportazioni, quasi interamente presidiate dai produttori italiani, che vede un trend medio del periodo del 5,8%. con circa 490 milioni di euro nel 2015 e una crescita del 40% dal 2009 ad oggi - il 2016 si profila come quello della rinascita.

I dati riportati sono da considerare strutturali in quanto la congiunturale del 1° trimestre su base annua conferma una crescita del +3,2% dei prodotti di consumo per dentisti ed odontotecnici e del +10% per quanto riguarda la vendita di apparecchiature odontoiatriche e odontotecniche. Relativamente al forte impatto degli investimenti in attrezzature, Key-Stone identifica tre driver principali: ottimismo, super bonus fiscale e sviluppo di nuovi modelli di odontoiatria. I primi due driver, di categoria, riguardano la ritrovata fiducia nel futuro degli odontotecnici e le agevolazioni fiscali introdotte nella Legge di stabilità del 2016, elementi che sostengono le scelte di rinnovamento e investimenti. Il terzo driver è dato dal forte sviluppo di studi dentistici appartenenti a catene che si ha avuto negli ultimi anni: raddoppiato dal 2012 a oggi il numero delle cliniche dentistiche arrivato a 613 (e 53 le prossime aperture previste).

Al termine dell'evento un interessante dibattito (a questo link il video integrale) che ha coinvolto Laura Filippucci di Altroconsumo, Roberto Callioni, Coordinatore del Servizio Studi ANDI e Alessandro Gamberini Presidente PROMUNIDI.

Sotto i video integrale della relazione di Roberto Rosso.

Articoli correlati

Che oggi non sia più sufficiente essere un buon professionista per ottenere automaticamente lo sviluppo dell'attività è ormai appurato. Occorre entrare nella logica della...


Gentile direttore, in qualità di Presidente Nazionale del Cenacolo Odontostomatologico Italiano, Associazione italiana di Odontoiatria Generale, Società Scientifica, rappresentativa per...


Nel mese di novembre del 2015, è stata approvato nella finanziaria 2016, un provvedimento che consente un ammortamento del 140% per gli investimenti in beni strumentali; norma peraltro...


Se prendere decisioni "di pancia" o, peggio, interpretare la realtà e poche informazioni attraverso il "pregiudizio" è rischioso (si veda questo approfondimento di Odontoaitria33),...


È abituale, nelle micro imprese come lo studio dentistico, che il titolare prenda spesso decisioni "di pancia", sulla base delle proprie sensazioni ed emozioni. Dal punto di vista più...


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Le misure da adottare in studio, la gestione dei pazienti, la comunicazione anche attraverso i social. Questa l’esperienza del presidente CAO Reggio Emilia Fulvio Curti


Le ordinanze a causa del coronavirus hanno costretto il SIASO e rimandar eil Congresso Nazionale programmato sabato 29 febbraio a Milano


Il past president UNIDI guiderà l’International Dental Manufacturer Association. Guarda la video intervista


Il Ministero ha rilasciato una circolare con alcuni chiarimenti sul COVID-19. Tra le indicazioni anche quelli su pulizia ambienti sanitari e non sanitari e le misure preventive


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni