HOME - Approfondimenti
 
 
24 Giugno 2016

I pazienti prima ti cercano sul web e poi, decidono se venire a stringerti la mano in studio. 8 considerazioni utili per i dentisti dal #SSMdayIt


Grande l' interesse per il #SSMdayIt, l'evento andato in scena ieri 22 giugno al con 1.200 presenze in sala e l'hastag Twitter #SMMdayIT, secondo tra i tranding topic italiani del giorno, superato soltanto dalla prova d'italiano alla maturità.

Andrea Albanese del Sole 24 Ore, patron dell' evento, ha fatto il punto sui nuovi trend della comunicazione aziendale sul web con altri 12 relatori scelti tra i social media editor delle principali testate italiane e i comunicatori di aziende, onlus, associazioni professionali più coinvolti nelle relazioni con gli utenti attraverso le piattaforme social.

Questi gli 8 spunti di riflessione per chi gestisce uno studio dentistico nati dopo aver partecipato:

1) La navigazione sui siti web è in calo ed è più superficiale. Il trend rilevato da Google analitic interessa tutto il mondo. Il modello landing page per il sito è vincente, essenzialità e ben in evidenza i servizi offerti.

2) I 19 milioni di Smartphone presenti oggi in Italia sono diventati una vera e propria appendice della persona: che utilizza per la navigazione a discapito dei desktop. Quindi siti responsive, fruibili da Smart .

3) Le App, i dispositivi per interagire con l'azienda/studio da Smart si scaricano di meno, hanno perso l' interesse degli utenti che al massimo utilizzano 3/ 5 App al giorno (whatsapp facebook , Instagram e poche altre) .

4) I consumatori cercano supporto alle proprie scelte sul web (74% secondo Roberto Liscia di Confcommercio). La recensione è un importante strumento decisionale : realizza una potente triangolazione tra utente, recensore sconosciuto e piattaforma social dello Studio/Azienda.

5) Google come motore di ricerca perde terreno a favore :

A) degli applicativi web: cerchiamo su tripadvisor o su booking il nostro ristorante/hotel

B) Facebook viene utilizzato come motore di ricerca per prodotti servizi.

6) Il 50% degli italiani utilizza il social web come unica fonte di informazione (M. Lo Conte Sole24ore), la piattaforma più usata è Facebook per informarsi al mattino appena svegli.

7) La maggior parte delle persone legge sulle piattaforme web i soli post con avviso di notifica che si evidenziano con un numerino rosso accanto sull'icona del social media. Alla base della notifica deve esserci un precedente apprezzamento (like, condivisione) per altri post dello studio/azienda, che ha creato engagement ossia ha coinvolto l'utente.

8) Oggi non sei tu che cerchi i pazienti ma sono loro che trovano te . Le persone ti cercano sul web e poi decidono se venire a stringerti la mano in studio in base alle impressioni ricevute.

A cura di: Davis Cussotto, odontoiatria libero professionista Twitter @DavisCussotto

Articoli correlati

WhatsApp è diventato il sistema di messaggistica istantanea più diffuso, soppiantando completamente i vecchi SMS: 1,3 miliardi sono gli utilizzatori nel mondo . Secondo il prestigioso...


I nuovi modelli di consumo collaborativo basati sulla condivisione di beni e di servizi piuttosto che sulla proprietà sono le basi della cosiddetta sharing economy. Sotto la spinta della...


Il sorriso vale più di mille parole, è lo specchio delle emozioni, orienta la comunicazione non verbale e determina il successo nell'interazione sociale.Questo in sintesi il risultato a...


Il software gestionale è un insieme degli applicativi che automatizzano i processi di gestione all'interno dell'azienda studio dentistico.Nell'ultimo decennio hanno avuto un forte sviluppo e...


Perché il passaparola è lo strumento di marketing nei servizi? La risposta nasce dalla disamina dei principi di gestione di un servizio. E la prestazione dentale è un servizio....


Altri Articoli

I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Per l’Agenzia delle Entrate la causa ostativa non potrà trovare applicazione se i due rapporti di lavoro persistono senza modifiche sostanziali per l’intero periodo di sorveglianza


Il problema è per gli studi al piano strada. La provocazione di Migliano: “se non venite voi a prenderli, ve li portiamo noi”


I centri dentistici DentalPro collaboreranno con la rete degli Empori Solidali delle Caritas diocesane per offrire cure gratis a determinati pazienti


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi