HOME - Approfondimenti
 
 
21 Luglio 2016

La CAO denuncia all'Antitrust ed ai Nas messaggi pubblicitari ingannevoli. Sulla vicenda di Bergamo Renzo assicura: ''faremo la nostra parte'' ed accusa la Politica


A fare il punto sull'attività di vigilanza dell'Ordine in tema di pubblicità sanitaria è il presidente CAO Giuseppe Renzo (nella foto) attraverso una nota inviata ai presidenti CAO in cui vengono elencate le comunicazioni inviate ad Antitrust e Ministero della Salute denunciando situazioni non chiare.

Sotto la lente della CAO sono finiti alcuni siti internet come Excellence Dental Network ed alcune campagne attivate da Dentitalia e Kreativ Dental Italia.
"Il tentativo di aggirare le leggi vigenti attraverso messaggi pubblicitari quanto meno non chiari ci vede attenti", scrive il presidente CAO.

Tra le ultime segnalazioni, questa volta direttamente ai Nas, il sito Implantomat che, secondo il presidente CAO riporta messaggi ingannevoli per la popolazione oltre a non identificare il personale medico responsabile all'interno delle strutture, ma solo il nome del fondatore della struttura che non risulta essere iscritto all'Ordine.

Presidente CAO che nella comunicazione informa, anche, del risultato ottenuto con la comunicazione inviata all'Antitrust in merito al sito Dentista Manager, sito che a seguito di questa iniziativa era stato chiuso.

Presidente CAO che sollecitato da Odontoaitria33 non si sottrae a commentare la vicenda di Bergamo.

"La CAO (e in generale l' Ordine) farà il suo dovere", dice ad Odontoiatria33 il presidente Renzo aggiungendo che "accertata la responsabilità di iscritti agli Albi, applicheremo sanzioni esemplari e ci costituiremo parte civile".

"L'abusivo esercizio dell'odontoiatria -continua- è una piaga che soltanto chi è coinvolto o complice ha la spudoratezza di negare che esista. L'unico sistema per cancellare questa vergogna passa attraverso l'aspetto economico: confisca di attrezzature, materiali ed ogni altro strumento che risulta utilizzato per l'illecito esercizio".

"Sono certo che gli organi di controllo -dice il presidente CAO- eserciteranno un ferreo controllo sui beni economici, mobili e immobili e valuteranno come sono stati acquisiti dai professionisti prestanomi accertati e da abusivi".

La vicenda di Bergamo conferma, continua Renzo "che l'abusivismo, con la copertura o meno della squallida figura di un iscritto all'Albo come prestanome, è estesa su tutto il territorio nazionale ed è una vergogna nazionale".

Presidente CAO che richiama alle loro responsabilità la politica che "da 20 anni riesce o non ha interesse a dare risposte e regole certe" modificando le pene dell'art.348 del C.P. che ad oggi "non ha nessuna capacità deterrente".

"Le numerose proposte ferme in parlamento -accusa Renzo- subisco gli stop e o i ritardi secondo ben identificati interessi, si trovano tutti i sistemi, anche quelli che sembrano migliorativi, ad esempio inserendo continuamente emendamenti in un percorso quasi concluso, per fare ripartire l'iter dall'inizio e magari puntare ad arrivare alla fine della legislatura per non approvarlo".

E quando gli facciamo notare che la CAO non informa delle sanzioni ai propri iscritti, il presidente CAO ci ricorda che questo non vuole dire che non vengano sanzionati. "Lo sa bene quel presidente CAO immortalato dalla telecamere di Striscia mentre faceva lavorare la propria esistente come igienista ora sospeso per un anno dalla professione", ci informa.

Articoli correlati

A 48 ore dal via della tre giorni elettorale il presidente uscente CAO Giuseppe Renzo (nella foto) snobba le richieste di Odontoaitria33 (ed i suoi lettori) di poterlo intervistare e sceglie...


Ad una settimana dal voto per il rinnovo della FNOMCeO e della CAO Nazionale (previsto per questo fine settimana, lunedì 22 compreso), il Consiglio Nazionale (l'assemblea dei 106 presidenti...


Tra i punti centrali del Ddl Lorenzin c'è la riforma degli Ordini delle professioni intervenendo, tra le altre cose, anche sulla composizione e sulle elezioni degli organi di rappresentanza....


Pur tra luci e ombre, la riforma degli Ordini delle Professioni sanitarie ha diversi effetti positivi rispetto al contrasto all'esercizio abusivo della professione, con aggravio finalmente delle...


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Dopo circa vent’anni sembra impossibile riuscire, ancora, a scoprire sull’ECM situazioni decisamente “difficili da capire”. Ed invece sembra chi si possa riuscire, e senza neppure impegnarsi...

di Norberto Maccagno


Per il Prefetto lo studio odontoiatrico sarebbe equiparato alle attività professionali e negli 11 Comuni “focolaio”, gli studi dovranno rimanere chiusi salvo per le emergenze


Tra le tante opportunità di aggiornamento professionale per i soci della Società Italiana di Parodontologia, anche quella offerta dal canale SIdP Edu 


Immagine di repertorio

A scoprirlo e denunciarlo il NAS di Catania ed i carabinieri di Pietraperzia, sequestrato anche lo studio. Cassarà (CAO Enna), ci costituiremo parte civile.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni