HOME - Approfondimenti
 
 
07 Settembre 2016

Una lotta globale alla carie che deve passare da prevenzione e progetti comuni tra professionisti e politica. L'appello nel libro bianco FDI


FDI World Dental Federation ha presentato, oggi, il libro bianco "Dental Caries Prevention and Management" nel quale sono delineate le strategie per prevenire e gestire la carie attraverso un'azione comune tra i professionisti della salute orale, i responsabili politici ed i cittadini.

Patrick Hescot, presidente FDI, ha detto durante la presentazione del Lavoro al Congresso Mondiale della Federazione in corso a Poznan, in Polonia, fino al 10 settembre- (7-10 settembre), che "la carie dentale colpisce quasi la metà della popolazione del mondo (44%), ma in molti paesi non ci sono ancora piani d'azione messi in atto per affrontare questa malattia. FDI si impegna a prevenire le popolazioni dal dolore, dalla sofferenza e anche dalla perdita dei denti causato dalla carie attraverso strategie di prevenzione efficaci. "

Il white paper presentato sottolinea come i dentisti possono passare da un approccio di restauro ad una gestione della carie focalizzata sulla realizzazione di una odontoiatria preventiva. Nel libro viene anche evidenziato che questo approccio non può essere gestito in isolamento e per questo il presidente Hescot ha chiesto ai responsabili politici di implementare strategie di prevenzione a livello di popolazione, ad esempio con la floridazione dell'acqua, la tassazione dei prodotti alimentari e bevande zuccherate.

Il prof. Nigel Pitts, co-autore dello studio, intervenendo alla presentazione ha ribadito che "la salute orale è un diritto umano fondamentale, ancora 3,9 miliardi di persone sono colpite dalla malattia per via orale a livello globale, perché manca una politica preventiva. In questo wite paper abbiamo delineato soluzioni basate sull'evidenza e queste soluzioni devono essere urgentemente tradotte in azioni a livello clinico e di politica sanitaria, in modo che i professionisti della salute orale siano in grado di fornire la migliore assistenza possibile ai loro pazienti".

FDI cheide che dentisti, igienisti e politici, allo stesso modo, si ipegnino a:

· Sostenere gli sforzi di prevenzione della carie, sia a livello dei singoli che di popolazione.

· Avviare un serio cambiamento nella gestione della politica della salute orale.

· Promuovere una ridefinizione linee guida dei trattamenti della carie.

· Lavorare per una maggiore integrazione della salute orale nell'ambito della politica generale di salute.

· Partecipare a ripensare gli investimenti per la prevenzione e gestione della carie

· Incoraggiare progetti di ricerca basati prevenzione e gestione della carie.

"Da oltre 20 anni molte associazioni e organizzazioni odontoiatriche chiedono interventi più incisivi verso una più efficace prevenzione della carie e la conservazione della struttura del dente. E' ora di smettere di parlare e iniziare a fare", ha detto il prof. Domenick Zero, co-autore, sottolineando che il white paper "si sforza di essere uno strumento utile in questo sforzo".

Articoli correlati

La carie dentale è una delle malattie croniche più diffuse al mondo. Colpisce dal 60% al 90% dei bambini e gran parte della popolazione adulta (dati dell'Organizzazione Mondiale...

di Lorenzo Breschi


Una scoperta USA potrebbe permettere ai dentisti di identificare i materiali di restauro più adatti ai tessuti e al microbioma orale di ciascun paziente.


Nella pratica quotidiana, la carie è considerata la ragione più comune per la sostituzione o il rifacimento di un restauro dentale e, per il dentista generico, il rilevamento di...

di Lorenzo Breschi


Le carie dentali sono diffuse e rappresentano un reale problema di salute orale anche nei bambini in età prescolare e delle scuole materne. È una malattia che colpisce i tessuti...

di Alessandra Abbà


Il diabete mellito di tipo 1 è una malattia autoimmune cronica caratterizzata dalla distruzione delle cellule beta del pancreas e conseguente carenza di produzione di insulina....

di Lara Figini


Altri Articoli

Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


Il Decreto rilancio posticipa la scadenza prevista dal Cura Italia e consente ancora per qualche giorno di richiedere il bonus dei 600 euro per il mese di marzo


L’Azienda Zero informa di includere anche gli odontoiatri tra le categorie professionali sottoposte a tampone. La soddisfazione del presidente Nicolin


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni