HOME - Approfondimenti
 
 
26 Settembre 2016

Assemblea CAO di Verona, presidenti CAO "compatti" con il loro presidente nazionale. Su autorizzazioni si auspica intervento del Ministro


"L'Assemblea respinge l'attacco mosso al presidente e alla CAO nazionale e a tutte le CAO". Può essere questa la sintesi dell'Assemblea dei presidenti CAO tenutasi a Verona venerdì e sabato scorsi, almeno stando al resoconto pubblicato sul sito della FNOMCeO.

Un'Assemblea che si preannunciava difficile per il presidente Renzo arrivata dopo le critiche lanciate dall'Ordine di Milano che a detta del presidente CAO mettevano in discussione la rappresentatività esterna alla FNOMCeO, le polemiche sulla questione delle Autorizzazioni sanitarie e non ultimo le vicende sull'ENPAM.

Presidente Renzo, sempre stando a quanto pubblicato, che nella sua relazione introduttiva ha toccato le principali questioni "che interessano la professione": LEA, scuole di specializzazione, odontoprotesisti.

"Siamo in presenza di tentativi di invadere spazi che sono dell'odontoiatria -si legge- mentre noi negli anni abbiamo espresso posizioni coerenti e oggi la professione si deve ancora di più compattare. Ci sono in atto tentativi di riportaci indietro di vent'anni, ma a noi l'autonomia rappresentativa non ce l'ha regalata nessuno e la dobbiamo difendere".

Sulla questione del documento approvato dalla Stato Regioni sulle autorizzazioni per gli studi odontoiatrici, questa la ricostruzione del presidente Renzo riportato sul sito FNOMCeO.

"Nel 2013 fu istituito un tavolo presso il Ministero della Salute, per concordare norme cogenti per tutti i professionisti, i referenti CAO hanno partecipato alle commissioni consultive al Ministero, consapevoli della disomogeneità di norme tra regione e regione, auspicando pertanto regole univoche per tutti. Abbiamo ragionato e ragioniamo in termini di categoria compatta. L'iter è stato particolarmente lungo, con balzi in avanti e indietro e diecine di volte in CAO nazionale, in Assemblee, nei gruppi di lavoro e nelle occasioni offerte da incontri tra gli Stati Generali la questione è stata sviscerata . Tra il luglio 2015 e l'8 e 9 giugno 2016 si sono accavallati testi diversi, gli ultimi due non concordati, con l'introduzione di alcune caratteristiche per gli studi, come la questione delle barriere architettoniche".

Sempre stando a resoconto, l'Assemblea ha votato un documento che "entro pochi giorni sarà elaborato in rete e approvato". Da quanto Odontoiatria33 è riuscita a sapere, il documento votato dai presenti CAO evidenzia che l'accordo licenziato dalla Stato Regione differenzia sostanzialmente da quanto elaborato dal Tavolo tecnico convocato in sede consultiva e che contiene criticità già più volte segnalate in sede istituzionale e oggetto di ricorsi da parte di singoli ordini e sindacati di categoria.

Il documento CAO ribadirebbe che le regole stabilite da dispositivi di legge a tutela della salute del cittadino non possono essere disattese mentre le norme non riguardanti direttamente la tutela della salute del cittadino devono essere introdotte con una gradualità che salvaguardi le realtà esistenti nell'ambito delle competenze regionali.

Sottolineando i passi avanti effettuati sul tema del direttore sanitario, responsabile della corretta conduzione della struttura, verrebbe auspicato un intervento chiarificatore da parte del Ministero sui punti oggetto di criticità dell'Accordo Stato Regione sulle autorizzazioni sanitarie. Presidenti CAO che confermano, poi, la fiducia nell'operato del presidente CAO e su quella della rappresentanza che ha operato.

Norberto Maccagno

A questo link il testo integrale della news FNOMCeO

Articoli correlati

Con il 31 dicembre sono terminate le elezioni per i rinnovi delle CAO Provinciali e la nomina dei presidenti che saranno in carica fino al dicembre 2020.Rispetto alla precedente tornata elettiva...


Il 54% dei medici ha raccolto il numero di crediti necessario nel triennio 2014-2016 mentre i dentisti ligi alla norma sono stati il 51%. Il Segretario FNOMCeO Sergio Bovenga non concorda con i...


Il degrado dell'interfaccia dei restauri adesivi in composito è il risultato di più fattori combinati. Alla base vi è la contrazione da polimerizzazione tipica dei materiali compositi, che può...


Si chiama diabete urbano, in quanto il 75% dei pazienti diabetici si colloca in aree urbane. Per sfidare la nuova emergenza intorno al paziente si sono "auto-contingentati" medici diabetologi,...


Il corso universitario di qualificazione dei primi dentisti del Burundi è stato ufficialmente accettato nell'ordinamento nazionale del Burundi. Mercoledì 29 aprile 2017 alla presenza di...


Altri Articoli

Rinnovati i componenti della Commissione Albo Odontoiatri della provincia di Trento, questi gli eletti. 


Il Consiglio dell’Ordine ha dato mandato ad un pool di avvocati guidato dal presidente Catricalà per sostenere le limitazioni in tema di pubblicità commerciali in sanità


Partecipa al webinar gratuito in programma sabato 5 dicembre alle ore 10.00. con il dott. Flavio Frisardi e la Dott.ssa Serena Pizzagalli


I dentisti di Italia, Spagna, Inghilterra lamentano cali di pazienti simili. Una ricerca ADA indica dentisti in affanno per riduzione del numero di pazienti assistiti


Si chiama Marketing Automation lo strumento che consente di capire l’efficacia della propria campagna di comunicazione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali