HOME - Approfondimenti
 
 
30 Settembre 2016

Fotografare nel laboratorio odontotecnico. Questi i 5 aspetti da considerare


Comunicare attraverso le immagini, e i nuovi dispositivi mediatici, è un'opportunità che non dovrebbe essere sottovalutata dall'odontotecnico. Al contrario la fotografia dovrebbe essere considerata come un vero e proprio mezzo utile alla crescita professionale, alla comunicazione all'interno del Team di lavoro e per la promozione della propria attività in azioni di marketing.

Ma in cosa consiste la realizzazione di una buona immagine? Quali sono i mezzi tecnologici che oggi abbiamo a nostra disposizione? Ma sopratutto, per realizzare una buona fotografia nella routine quotidiana è necessario diventare fotografi esperti?

Fortunatamente possiamo dire che non è necessario, è importante però apprendere le conoscenze tecniche utili ad utilizzare le nuove tecnologie nostro favore.

Per rendere la fotografia praticabile nell'attività quotidiana di un laboratorio è essenziale evitare che questa pratica diventi un problema. Come fare? E' piuttosto semplice, esistono diversi sistemi per ottimizzare la documentazione fotografica in laboratorio ma qui, per semplificare, potremmo riassumerli in 5 regole di base:

1. Il manufatto protesico è una creazione unica, è il condensato delle conoscenze, dell'esperienza, della manualità e della capacità creativa dell'odontotecnico. In due parole sola possiamo riassumere questi concetti con professionalità e passione. L'immagine del proprio lavoro deve essere considerata un vero e proprio biglietto da visita. Il soggetto, di qualunque materiale sia costituito, dovrebbe essere fotografato in modo tale che risulti esattamente così come è stato realizzato dall'odontotecnico. Un elemento in ceramica, una protesi totale sono piccole sculture ricche di dettagli, particolari che non devono andare persi nella riproduzione fotografica. Un'immagine scadente non mette in risalto la qualità del lavoro e, soprattutto, penalizza l'immagine professionale dell'operatore.

2. Conoscere la fotocamera che si utilizza è la base per ottenere risultati soddisfacenti. Le macchine fotografiche più recenti sono in grado di riprodurre fedelmente colori e dettagli dei soggetti. Impariamo le basi della fotografia per gestire lo scatto fotografico come desideriamo.

3. Da sempre si che "il tempo è denaro", in realtà è vero, oggi più che mai. Ottimizzare il tempo da dedicare alla fotografia è essenziale per non fare diventare la fotografia stessa un problema piuttosto che un vantaggio. Oggi è possibile creare un angolo fotografico, anche piccolo, nel nostro laboratorio. In questo modo è possibile ridurre i tempi di organizzazione del set fotografico e rendere riproducibile la qualità delle nostre immagini, ogni qualvolta si desideri documentare un lavoro.

4. La luce è la base della fotografia, saper disporre una corretta illuminazione è fondamentale. Oggi esistono diverse tecniche per illuminare il soggetto correttamente, dai sistemi flash alle fonti di luce continua, ci sono prodotti adatti a tutte le esigenze. E' importante comprendere come disporre le fonti luminose, in base a ciò che vogliamo mettere in risalto, nel nostro soggetto. Un'immagine sottoesposta, cioè poco luminosa, può penalizzare la qualità del nostro lavoro, rendendo difficile la percezione visiva dei particolari e dei colori del manufatto protesico.

5. Il soggetto deve essere messo in risalto utilizzando sfondi adeguati alla tipologia del materiale utilizzato per il lavoro protesico. Lo sfondo, a seconda del colore e della sua struttura, può concentrare, o meno, l'attenzione dell'osservatore sul soggetto stesso. Inoltre una scelta adeguata dello sfondo può conferire alla nostra immagine un'aspetto elegante e più piacevole da osservare.

A differenza di una decina di fa, oggi, comunicare le nostre professionalità è molto più semplice ed immediato. Basta conoscere le tecniche e le nostre fotografie potranno migliorare la nostra immagine professionale.

A cura di: Alessandro Tiraboschi, referente del progetto Canon Digital Photo Dental Education


Sotto alcuni esempi di fotografia odontotecnica, clicca sull'immagine per ingrandirla.

Articoli correlati

ANDI ricorda la scadenza ed invita a regolarizzare per evitare controlli alla categoria. I casi in cui si deve pagare e quelli in cui non è obbligatorio


Se domani 31 gennaio scade la possibilità per gli utenti privati che non devono pagare il canone Rai di presentare la dichiarazione per richiedere l'esonero, rimane sempre il dubbio se e...


L'innovativa tecnologia fotografica di Canon si unisce all'esperienza dei professionisti del settore dentale, con l'obiettivo di supportare il loro lavoro grazie a prodotti e soluzioni adatti a ogni...


Tra le tante norme contenute nella legge di Stabilità 2016 anche quella che modifica il pagamento del canone Rai. Nei giorni scorsi la Rai e l'Agenzia delle Entrate hanno diffuso un comunicato...


Altri Articoli

Il prof. Gagliani pone l'attenzione su di una ricerca che evidenza come la scienza dei materiali e l’intelligenza artificiale possa contribuire a rendere l’ambiente poco ospitale per i virus

di Massimo Gagliani


Che fosse nato male il D.L. 44/21 lo avevo già sottolineato nello scorso DiDomenica, ma non avrei immaginato che venisse sconfessato dopo neppure una settimana dalla sua...

di Norberto Maccagno


In attesa del Decreto con modalità operative, l’ENPAM ha dato il via libera alla procedura online per individuare i medici e gli odontoiatri potenzialmente beneficiari dell’esonero 


Si avvicina (nuovamente) la scadenza che obbligherà gli studi ad avere solo ASO qualificati. Ecco gli scenari per i già assunti, chi potrà essere assunto fino al 20 aprile e chi dopo


Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiali i Decreti firmati dal Ministro della Salute Roberto Speranza attraverso i quali assegna le deleghe al sottosegretario alla...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente