HOME - Approfondimenti
 
 
05 Ottobre 2016

Ecco come sono riuscito ad ottenere il rimborso dell'IRAP. L'esperienza di Emilio Archetti, dentista bresciano


Il profilo professionale di Emilio Archetti (nella foto), libero professionista di Brescia, è simile a quello di molti altri professionisti italiani: si alterna in tre studi di proprietà in vari paesi di provincia. Gli studi sono attrezzati con quanto serve per curare i propri pazienti ed in uno di questi utilizza una assistente part-time.

Il dott. Archetti nell'aprile del 2015 presenta all'Agenzia delle Entrate istanza di rimborso per l'Irap versata negli anni 2010 , 2011 e 2012. Richiesta che non viene accolta in quanto, per le Entrate, l'Irap deve essere versata da ogni tipo di attività autonomamente organizzata, sia essa di carattere imprenditoriale o professionale.

Archetti sembra un tipo che non la dà vinta facilmente e presenta ricorso in Commissione Tributaria, e lo vince.

Nella sentenza la Commissione tributaria "evidenzia" come Archetti svolga l'attività odontoiatrica in maniera individuale "utilizzando i solo mezzi necessari a conseguire il migliore risultato e si avvale della collaborazione di una collaboratrice part time" che svolge compiti meramente esecutivi come l'accoglienza dei pazienti, lavoro di segreteria e di pulizia. La sentenza evidenza come non ci siano prove che l'assistente operi al riunito e non ci siano altri collaboratori medici.

Anche sulle apparecchiature utilizzate dal dott. Archetti, l'Agenzia delle Entrate le aveva utilizzate come prova di "autonoma organizzazione", la Commissione Tributaria interviene evidenziando che "il medico odontoiatra non può svolgere la propria professione senza il riunito".

"Peraltro -si legge nella sentenza- necessita sottolineare il fatto che l'attuale giurisprudenza ha progressivamente affinato il concetto e la definizione di attività autonomamente organizzata. E da ultimo, con varie sentenze, tra cui quella del 30/03/2015, n° 5040, della Suprema Corte di Cassazione - Sez. Tributaria - richiamata dal difensore della parte, non ha escluso che possa ravvisarsi il requisito dell'autonoma organizzazione con la presenza di un dipendente: soprattutto quando questo non accresce la capacità produttiva dell'imprenditore. E, a giudizio di questo Collegio, l'imprenditore non può ravvisarsi nella figura di un medico, neanche se questo svolge la propri attività in 3 studi diversi".

Nor. Mac.

Sull'argomeno leggi anche:

 4 Ottobre 2016: IRAP, chi può (tentare) di non pagarla. I consigli dell'esperto

Articoli correlati

Oggi l’odontoiatria adesiva ha raggiunto uno standard di qualità molto elevato ed è in grado di offrire ai medici una grande varietà di opzioni di trattamento per ottenere...

di Lorenzo Breschi


Francesco Balducci (nella foto) è un medico specializzato in odontostomatologia che ha sempre nutrito un forte interesse verso la medicina preventiva e lo studio degli stili di vita favorenti...


Secondo la definizione proposta da Lobbezoo e altri nel 2013, il bruxismo è un'attività ripetitiva dei muscoli masticatori caratterizzata da serramento o usura dei denti e/o da un...


È stato forte e chiaro il messaggio che AIDI e UNID, le associazioni degli igienisti dentali, hanno voluto lanciare alla politica e alle istituzioni relativamente alle tematiche che riguardano e in...


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Dopo circa vent’anni sembra impossibile riuscire, ancora, a scoprire sull’ECM situazioni decisamente “difficili da capire”. Ed invece sembra chi si possa riuscire, e senza neppure impegnarsi...

di Norberto Maccagno


Per il Prefetto lo studio odontoiatrico sarebbe equiparato alle attività professionali e negli 11 Comuni “focolaio”, gli studi dovranno rimanere chiusi salvo per le emergenze


Tra le tante opportunità di aggiornamento professionale per i soci della Società Italiana di Parodontologia, anche quella offerta dal canale SIdP Edu 


Immagine di repertorio

A scoprirlo e denunciarlo il NAS di Catania ed i carabinieri di Pietraperzia, sequestrato anche lo studio. Cassarà (CAO Enna), ci costituiremo parte civile.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni