HOME - Approfondimenti
 
 
17 Ottobre 2016

Presentata la Legge di Bilancio 2017. Queste le novità che possono interessare il settore dentale


"Una manovra di politica economica volta a sostenere la crescita e a rafforzare i servizi di base a disposizione di tutti i cittadini (sicurezza, salute, istruzione) e misure specifiche di sostegno alle fasce sociali più deboli che hanno subito i danni più evidenti della crisi degli anni scorsi".

Sono questi i (buoni) proposti che il Governo ha dichiarato dalla voce del presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi sulla legge di Bilancio 2017 presentata sabato alla stampa. Una manovra che vale 27 miliardi e che dalle prossime settimane vedrà impegnato il Parlamento per discuterla. Il testo definitivo della Legge di Bilancio e del collegato alla manovra dovrebbe, almeno questa è l'intenzione del Governo, essere approvata entro il 4 dicembre per evitare, queste le voci di stampa, che un eventuale vittoria del No possa impedirne il varo.

Della manovra si conosce solo quanto presentato in conferenza stampa e quindi molte delle norme annunciate potranno essere valutate solo quando si leggeranno i testi approvati. In attesa approfondirli ecco le norme che potrebbero interessare più direttamente il settore odontoiatrico.

Studi di Settore addio

Confermate le modifiche agli Studi di settore anticipate anche da Odontoaitria33. Nel 2017 dovrebbero trasformarsi in indicatori di complicance diventando uno strumento per misurare la fedeltà fiscale dei contribuenti su tutta una serie di parametri riferiti non più all'ultimo anno di attività ma anche sulla base degli anni precedenti.

Maxiamortamento, proroga con modifiche

Sarà prorogato il maxiammortamento del 140% per chi investe in attrezzature ma con alcune limitazioni. A seconda di come sarà scritta la norma si potrà anche capire la portata che l'iperammortamento del 250% per beni e servizi digitali potrà avere sul settore dentale. Rientreranno anche gli strumenti per l'Odontoiatria 2.0 a disposizione degli studi odontoiatrici e laboratori odontotecnici?

Arriva l'Iri e scende Ires per le società

La Legge di Bilancio 2017 prevede anche l'introduzione dell'Iri, la nuova imposta sul reddito delle piccole imprese, dei professionisti e degli artigiani. L'Iri dovrebbe sostituire le attuali aliquote Irpef per queste categorie (che varia oggi dal 23% al 43%) introducendo una nuova aliquota del 24% per tutti. Modifiche in vista anche per l'Ires delle società di capitali che scenderà al 24%

Bonus assunzioni

Di fatto la Legge di Bilancio 2017 azzera il bonus assunzioni (che scadrà il 31 dicembre 2016), quello che garantiva uno sconto biennale del 40% dei contributi. Rimarranno incentivi per giovani e disoccupati delle aree svantaggiate

Pensione anticipata con Ape

Tutta da verificare e valutare per dentisti ed odontotecnici la portata dell'anticipo pensionistico dato dall'Ape cosi come la possibilità per tutti gli iscritti presso due o più casse di previdenza obbligatoria del cumulo gratuito dei contributi ai fini della pensione anticipata e di vecchiaia.

Articoli correlati

Il voto di fiducia che oggi il Parlamento si prepara a dare alla legge di Stabilità ed i tanti emendamenti presentati, oltre tremila, hanno impedito che la norma proposta da FNOMCeO ed ANDI...


Con la pubblicazione sulla GU N°25 del 31 gennaio della legge 3/2018 (in vigore dal 15 febbraio 2018), oltre al riordino delle professioni sanitarie, ha apportato, nell’art.12, comma 1...


Nei giorni scorsi ha fatto molto discutere l’emendamento presentato a prima firma dalla presidente della Commissione Affari Sociali, Marialucia Lorefice (M5S), che voleva consentire...


Altri Articoli

In un articolo sul Corriere della Sera il presidente ANDI sottolinea le forti difficoltà del settore confermate dal fatto che “le catene internazionali stiano scappando dall’Italia”


Baruch: fondamentale informare e formare i pazienti, la loro collaborazione sarà determinante in questa fase


Una nota della CAO Nazionale ribadisce che l’odontoiatra può certificare l’assenza per malattia di un lavoratore per un periodo inferiore a dieci giorni


Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni