HOME - Approfondimenti
 
 
18 Novembre 2016

ANDI invita gli italiani a farsi curare da un Dentista associato. Parte la campagna televisiva mirata


"I Dentisti ANDI vanno in televisione per ribadire l'importanza del rapporto tra dentista e paziente che non può essere snaturato ed incrinato da offerte commerciali o promozionali perché quando si para di salute il clinico non può scendere a compromessi". A dirlo è il presidente nazionale ANDI Gianfranco Prada alla vigilia del via della campagna di comunicazione che da domenica 20 novembre e fino a mercoledì 7 dicembre porterà il messaggio ANDI sui canali Rai 1, Rai 2 e RaiNews24 e dal 25 dicembre fino al 7 gennaio sulle reti Mediaset. In tutto saranno quasi 400 i passaggi televisivi previsti.

"Siamo arrivati a questo punto -spiega il vicepresidente Vicario Mauro Rocchetti che ha curato la campagna- dopo un articolato percorso di comunicazione, attraverso inserzioni su riviste e giornali a tiratura nazionale di ampia diffusione e lettura, ma la carta stampata ha i suoi limiti per cui si è deciso, tramite un grande sforzo organizzativo ed economico che ha coinvolto la nostra Associazione a vari livelli, di rivolgerci al grande pubblico attraverso l'utilizzo dello strumento televisivo".

Lo spot televisivo (due le versioni previste, una beve ed una più lunga che vi proponiamo sotto) "punta a promuovere il "brand" ANDI, "che di fatto con i suoi 25mila dentisti rappresenta il più grande network di dentisti presente sul territorio italiano, avvalorando che siamo da oltre 70 anni, il riferimento delle famiglie italiane per una buona odontoiatria, che ha a cuore prima di tutto il sorriso e quindi la salute del paziente", continua Rocchetti.

L'obiettivo, in termini di comunicazione, è quello di far crescere, in senso quantitativo e qualitativo, la "reputazione" di ANDI e, al contempo, di avvicinare ANDI al grande pubblico, oltre che, ovviamente, a promuovere la prevenzione e l'esigenza di mantener sano il proprio sorriso, per usare le parole dello spot.

"Tutto studiato in casa ANDI -spiegano-, dalla sceneggiatura al montaggio, dalla scelta di una modella molto carina ma con un volto comune, alla costruzione di un set di ripresa quasi asettico nel quale non compaiono mai "simbolismi odontoiatrici". Dal messaggio emerge con forza il fondamentale rapporto paziente con il suo dentista. Una campagna pensata in quest'ottica e non corporativa. Una successione di messaggi che chiude con enfasi adeguata sul Dentista, il soggetto che deve essere ricordato come segno-icona di ANDI". Lo spot si chiude con l'invito a trovare il proprio dentista ANDI sul sito dell'Associazione.

"Un percorso di grande riconoscibilità e una chiara presa di posizione verso i low cost e le catene di studi in franchising nelle quali le logiche economiche di vendita della prestazione prevalgono sul rispetto delle reali esigenze terapeutiche del paziente", dice Rocchetti.

A supporto del progetto ANDI sta attivando una campagna social che permetta un'ulteriore e capillare diffusione dei messaggi, completata con inserzioni su alcune importanti riviste nazionali.

Nelle prossime settimane i soci ANDI riceveranno del materiale informativo da distribuire in studio e delle targhe per segnalare ai propri pazienti che si trovano in uno studio di un Dentista ANDI.

Articoli correlati

Firmato accordo di collaborazione tra AIFM e ANDI per la formazione degli Odontoiatri in tema di radioprotezione a seguito della nuova Direttiva EURATOM


Valutazione della loro efficacia per una sagomatura ottimale

di Lara Figini


L’Associazione chiede di inserire nel Milleproroghe l’esenzione IVA su tutti i DPI finché non sia definitivamente superato lo stallo delle vaccinazioni e superato lo stato di emergenza


Inviata la richiesta al Ministro perché venga garantita la priorità anche agli odontoiatri. ANDI favorevole all’idea di coinvolgere i dentisti nella somministrazione


ANDI e SISOPD commentano i risultati di uno studio delle Università di Ferrara e Milano. Ghirlanda: “Sicurezza sì, sovrastrutture no.”


Altri Articoli

Rimangono in vigore sia le indicazioni operative che quelle per prevenire la legionella nei riuniti. Fino al 6 aprile stretta sulla scuola, si attendono interventi sui congedi parentali anche per i...


UNID Lazio: siamo operatori sanitari ma dimenticati dal piano vaccinale anti Covid-19 della Regione 


Per la Corte europea la direttiva 2005/36/CE, come modificata dalla direttiva 2013/55/UE, non osta a una normativa che ammette la possibilità di un accesso parziale ad una delle professioni...


Il Ministero ha indicato le date di svolgimento dei test d’ingresso alle facoltà con numero programmato. Ecco il quadro completo, compresi gli atenei privati


Con una lettera al Ministero vengono offerti ambulatori e personale per far fronte all’emergenza sanitaria in corso e viene chiesto di autorizzare gli odontoiatri a somministrare le dosi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP