HOME - Approfondimenti
 
 
18 Novembre 2016

ANDI invita gli italiani a farsi curare da un Dentista associato. Parte la campagna televisiva mirata


"I Dentisti ANDI vanno in televisione per ribadire l'importanza del rapporto tra dentista e paziente che non può essere snaturato ed incrinato da offerte commerciali o promozionali perché quando si para di salute il clinico non può scendere a compromessi". A dirlo è il presidente nazionale ANDI Gianfranco Prada alla vigilia del via della campagna di comunicazione che da domenica 20 novembre e fino a mercoledì 7 dicembre porterà il messaggio ANDI sui canali Rai 1, Rai 2 e RaiNews24 e dal 25 dicembre fino al 7 gennaio sulle reti Mediaset. In tutto saranno quasi 400 i passaggi televisivi previsti.

"Siamo arrivati a questo punto -spiega il vicepresidente Vicario Mauro Rocchetti che ha curato la campagna- dopo un articolato percorso di comunicazione, attraverso inserzioni su riviste e giornali a tiratura nazionale di ampia diffusione e lettura, ma la carta stampata ha i suoi limiti per cui si è deciso, tramite un grande sforzo organizzativo ed economico che ha coinvolto la nostra Associazione a vari livelli, di rivolgerci al grande pubblico attraverso l'utilizzo dello strumento televisivo".

Lo spot televisivo (due le versioni previste, una beve ed una più lunga che vi proponiamo sotto) "punta a promuovere il "brand" ANDI, "che di fatto con i suoi 25mila dentisti rappresenta il più grande network di dentisti presente sul territorio italiano, avvalorando che siamo da oltre 70 anni, il riferimento delle famiglie italiane per una buona odontoiatria, che ha a cuore prima di tutto il sorriso e quindi la salute del paziente", continua Rocchetti.

L'obiettivo, in termini di comunicazione, è quello di far crescere, in senso quantitativo e qualitativo, la "reputazione" di ANDI e, al contempo, di avvicinare ANDI al grande pubblico, oltre che, ovviamente, a promuovere la prevenzione e l'esigenza di mantener sano il proprio sorriso, per usare le parole dello spot.

"Tutto studiato in casa ANDI -spiegano-, dalla sceneggiatura al montaggio, dalla scelta di una modella molto carina ma con un volto comune, alla costruzione di un set di ripresa quasi asettico nel quale non compaiono mai "simbolismi odontoiatrici". Dal messaggio emerge con forza il fondamentale rapporto paziente con il suo dentista. Una campagna pensata in quest'ottica e non corporativa. Una successione di messaggi che chiude con enfasi adeguata sul Dentista, il soggetto che deve essere ricordato come segno-icona di ANDI". Lo spot si chiude con l'invito a trovare il proprio dentista ANDI sul sito dell'Associazione.

"Un percorso di grande riconoscibilità e una chiara presa di posizione verso i low cost e le catene di studi in franchising nelle quali le logiche economiche di vendita della prestazione prevalgono sul rispetto delle reali esigenze terapeutiche del paziente", dice Rocchetti.

A supporto del progetto ANDI sta attivando una campagna social che permetta un'ulteriore e capillare diffusione dei messaggi, completata con inserzioni su alcune importanti riviste nazionali.

Nelle prossime settimane i soci ANDI riceveranno del materiale informativo da distribuire in studio e delle targhe per segnalare ai propri pazienti che si trovano in uno studio di un Dentista ANDI.

Articoli correlati

Confprofessioni ed ANDI contro le dichiarazioni del Ministro Gualtieri a “Piazza Pulita”. Stella (Confprofessioni), visione ottocentesca delle professioni


Sindacati odontoiatrici divisi. Chiedono un rinvio AIO e SUSO, schierata per le elezioni nei tempi previsti ANDI che scrive a Conte  


ANDI lancia la campagna #DalDentistaInSicurezza spiegando le nuove procedure per accedere allo studio ed attendere prima della visita


Revocata l’ordinanza che limitava le prestazioni alle sole urgente. CAO ed ANDI Reggio Emilia ai colleghi: prudenza e rispettate i protocolli indicati da INAIL e Regione 


FIMMG e ANDI denunciano: “impossibili gli approvvigionamenti”. Queste le proposte avanzate dalla vice presidente della Commissione Affari sociali della Camera


Altri Articoli

Alessandro Baj

Test sierologici fine a se stessi o studi multicentrici di ricerca? Ne abbiamo parlato con il professor Alessandro Baj


Il Tavolo tecnico modifica il testo su mascherine e camici ed il CTS approva. Il prof Gherlone ci spiega le modifiche e parla del futuro del Tavolo Tecnico 


Alcune considerazioni del dott. Dario Bardellotto sulle possibili soluzioni per combattere gli inquinanti indoor chimici, fisici e biologici di uno studio dentistico


La Società spagnola per il diabete (SED) e la Società spagnola di parodontologia portano l’attenzione sul malato diabetico ed i rischi in questo periodo di Covid-19. Raccomandata la massima...


L’obiettivo è contenere il rischio di infezione. Il documento è rivolto a tutti coloro che sono coinvolti nell’erogazione, in ambito pubblico e privato, di prestazioni odontostomatologiche 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni