HOME - Approfondimenti
 
 
23 Novembre 2016

Prevenzione delle patologie orali fin dalla gravidanza. Interessante progetto ad Ariano Irpino


"Nascere con un sorriso": il titolo dice già molto sulle finalità del progetto integrato di promozione della salute orale a favore delle donne gravide e dei loro neonati, che ormai da quasi tre anni si sta svolgendo ad Ariano Irpino, in provincia di Avellino, presso la divisione di Ostetricia e ginecologia dell'ospedale "Sant'Ottone Frangipane".

L'incontro con l'odontoiatra è stato inserito all'interno del corso di "Genitorialità partecipata - preparazione al parto", che offre alle coppie un valido strumento per giungere in modo consapevole al parto.

Il progetto nato nel 2014 si è sviluppato con lezioni frontali ed istruzioni di igiene orale, visite alla future mamme e prestazioni di igiene professionale e visita post parto. In questi tre anni sono state "istruite" 210 donne, effettuate 231 visite specialiste e 243 ablazioni del tartaro.

"L'ambito odontoiatrico -riferisce Pina Florenzano (nella foto), la referente odontoiatra del progetto- scaturisce da alcune considerazioni: in gravidanza gli aumentati livelli di estrogeni producono dei cambiamenti a carico della mucosa orale che predispongono in maniera esagerata alla malattia parodontale; la letteratura evidenzia che le patologie del cavo orale, nello specifico la malattia parodontale, costituiscono un fattore di rischio elevato nel determinare parti pre-termine, basso peso alla nascita, pre-eclampsia".

Raramente, le donne in gravidanza sono sufficientemente informate sulle cause di insorgenza ed evoluzione di carie e patologia gengivale e sui metodi che possono essere attuati per prevenirle; raramente conoscono le conseguenze che una scarsa igiene orale può avere sul neonato; raramente sono informate sull'importanza della fluoroprofilassi.

Eppure, come spiega la dottoressa Florenzano, "se la gestante adotta misure di igiene orale adeguate, non si verificano alterazioni significative a carico delle mucose e delle gengive; nell'educazione alla prevenzione vanno presentati, in primo luogo, quei comportamenti che permettono di ottenere e mantenere un ottimale stato di benessere di tutto il proprio organismo. Insegnare ai bambini ad aver cura di loro stessi, del proprio corpo e della propria salute, favorendo l'apprendimento e la scelta di corretti stili di vita, è un ottimo investimento individuale e sociale per il futuro. L'apprendimento, d'altra parte, risulta un processo complesso in cui il livello cognitivo e quello affettivo si sostengono ed integrano a vicenda, per cui l'ambiente familiare, insieme naturalmente a quello scolastico, risulta essere il più idoneo soprattutto nella prima infanzia".

È dunque opportuno che gli interventi di prevenzione siano sempre più mirati e precoci e inizino già durante la gravidanza, un periodo molto particolare momento della vita di una donna che la rende particolarmente sensibile e ricettiva a tutto ciò che può influire sulla propria salute e su quella del nascituro.

Adelmo Calatroni

Articoli correlati

Correva l’anno 1740 e a Parigi si respirava illuminismo quando la ventisettenne Marie Françoise Calais, dopo un’ostinata battaglia legale, si vide riconosciuto il diritto di esercitare la libera...


L’esperienza di Sandra Frojo, una delle sole 5 presidenti CAO donna


Gestire al meglio le problematiche parodontali in gravidanza e sensibilizzare operatori sanitari e pazienti sull'importanza della salute orale delle donne in attesa - o che stanno programmando un...


Secondo i dati degli iscritti all'Albo degli Odontoiatri, al 31 dicembre 2015, le donne sono il 25% degli iscritti ma la percentuale sale al 34% se si considerano i soli laureati in odontoiatria per...


Per ridurre il rischio di osteite alveolare nelle donne, i dentisti dovrebbero informarsi se le loro pazienti assumono contraccettivi orali e se fumano: sono queste le implicazioni cliniche indicate...


Altri Articoli

I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Per l’Agenzia delle Entrate la causa ostativa non potrà trovare applicazione se i due rapporti di lavoro persistono senza modifiche sostanziali per l’intero periodo di sorveglianza


Il problema è per gli studi al piano strada. La provocazione di Migliano: “se non venite voi a prenderli, ve li portiamo noi”


I centri dentistici DentalPro collaboreranno con la rete degli Empori Solidali delle Caritas diocesane per offrire cure gratis a determinati pazienti


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi