HOME - Approfondimenti
 
 
23 Novembre 2016

Prevenzione delle patologie orali fin dalla gravidanza. Interessante progetto ad Ariano Irpino


"Nascere con un sorriso": il titolo dice già molto sulle finalità del progetto integrato di promozione della salute orale a favore delle donne gravide e dei loro neonati, che ormai da quasi tre anni si sta svolgendo ad Ariano Irpino, in provincia di Avellino, presso la divisione di Ostetricia e ginecologia dell'ospedale "Sant'Ottone Frangipane".

L'incontro con l'odontoiatra è stato inserito all'interno del corso di "Genitorialità partecipata - preparazione al parto", che offre alle coppie un valido strumento per giungere in modo consapevole al parto.

Il progetto nato nel 2014 si è sviluppato con lezioni frontali ed istruzioni di igiene orale, visite alla future mamme e prestazioni di igiene professionale e visita post parto. In questi tre anni sono state "istruite" 210 donne, effettuate 231 visite specialiste e 243 ablazioni del tartaro.

"L'ambito odontoiatrico -riferisce Pina Florenzano (nella foto), la referente odontoiatra del progetto- scaturisce da alcune considerazioni: in gravidanza gli aumentati livelli di estrogeni producono dei cambiamenti a carico della mucosa orale che predispongono in maniera esagerata alla malattia parodontale; la letteratura evidenzia che le patologie del cavo orale, nello specifico la malattia parodontale, costituiscono un fattore di rischio elevato nel determinare parti pre-termine, basso peso alla nascita, pre-eclampsia".

Raramente, le donne in gravidanza sono sufficientemente informate sulle cause di insorgenza ed evoluzione di carie e patologia gengivale e sui metodi che possono essere attuati per prevenirle; raramente conoscono le conseguenze che una scarsa igiene orale può avere sul neonato; raramente sono informate sull'importanza della fluoroprofilassi.

Eppure, come spiega la dottoressa Florenzano, "se la gestante adotta misure di igiene orale adeguate, non si verificano alterazioni significative a carico delle mucose e delle gengive; nell'educazione alla prevenzione vanno presentati, in primo luogo, quei comportamenti che permettono di ottenere e mantenere un ottimale stato di benessere di tutto il proprio organismo. Insegnare ai bambini ad aver cura di loro stessi, del proprio corpo e della propria salute, favorendo l'apprendimento e la scelta di corretti stili di vita, è un ottimo investimento individuale e sociale per il futuro. L'apprendimento, d'altra parte, risulta un processo complesso in cui il livello cognitivo e quello affettivo si sostengono ed integrano a vicenda, per cui l'ambiente familiare, insieme naturalmente a quello scolastico, risulta essere il più idoneo soprattutto nella prima infanzia".

È dunque opportuno che gli interventi di prevenzione siano sempre più mirati e precoci e inizino già durante la gravidanza, un periodo molto particolare momento della vita di una donna che la rende particolarmente sensibile e ricettiva a tutto ciò che può influire sulla propria salute e su quella del nascituro.

Adelmo Calatroni

Articoli correlati

Un DiDomenica che capita l’8 marzo non poteva non parlare di donne, ma non poteva essere un uomo a farlo. Alla fine noi siamo quelli (non è più vero o forse ancora si) che portano una mimosa, un...

di Norberto Maccagno


Correva l’anno 1740 e a Parigi si respirava illuminismo quando la ventisettenne Marie Françoise Calais, dopo un’ostinata battaglia legale, si vide riconosciuto il diritto di esercitare la libera...


L’esperienza di Sandra Frojo, una delle sole 5 presidenti CAO donna


Gestire al meglio le problematiche parodontali in gravidanza e sensibilizzare operatori sanitari e pazienti sull'importanza della salute orale delle donne in attesa - o che stanno programmando un...


Secondo i dati degli iscritti all'Albo degli Odontoiatri, al 31 dicembre 2015, le donne sono il 25% degli iscritti ma la percentuale sale al 34% se si considerano i soli laureati in odontoiatria per...


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     26 Luglio 2021

L’anno che verrà

Riflessioni del prof. Gagliani sul periodo trascorso e quello che verrà dal punto di vista dell’aggiornamento culturale e della professione


Oggi, a differenza di quanto ero Ministro, ci sono le condizioni per proporre un modello di odontoiatria sostenibile che integri pubblico e privato, si potrebbero trovare i fondi necessari ed il...

di Norberto Maccagno


Sarà possibile scaricarlo già dopo la prima dose, l’alternativa è il tampone. Ecco per cosa servirà e come ottenerlo


Chiarello: posticipare per consentire ai nostri consulenti di completare il conteggio delle nostre dichiarazioni


L’obiettivo dell’auto check-up è quello di sensibilizzarli sull’importanza di mantenere comportamenti sani per la tutela della salute, cominciando da bocca e denti


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I rischi dell’implantologia “fai da te”