HOME - Approfondimenti
 
 
19 Dicembre 2016

Odonto Iene, il noto programma televisivo di Italia Uno si è occupato di amalgama dentale e cliniche low cost. Il settore diviso nel giudicare


Puntata odontoiatrica quella di ieri sera (domenica 18 dicembre) a Le Iene, il programma di denuncia di Italia Uno.

Il servizio dell'inviato Filippo Roma si è occupato delle cliniche odontoiatriche low cost mostrato come nelle strutture visitate si tenderebbe ad eseguire prestazioni odontoiatriche inutili. Per farlo hanno selezionato tre pazienti senza problemi odontoiatrici, almeno secondo la visita di un noto professionista, mandati per una visita di controllo in cliniche low cost (non è stato indicato quali e dove). Tutti i pazientei hanno visitato tre centri, in ogni Centro un odontoiatra ha effettuato la visita e rilevato patologie da curare, la referente del centro ha poi stilato un preventivo. Dal servizio verrebbe confermato quanto una lettera anonima, letta da Roma a inizio servizio, aveva denunciato: questi centri si inventano le cure perché i dentisti sono pagati a secondo di quanto fanno.

A questo link il servizio.

Più articolato il servizio di Cristiano Pasca che si è occupato dell'amalgama dentale. Prima trasmissione televisiva a portare sul grande schermo il dubbio che il materiale usato per generazioni per otturazione, oggi utilizzato poco utilizzato, fu Report nel 1998 e da allora ogni volta che si tocca il problema si scatenano le polemiche.

Il servizio porta le esperienze di pazienti (anonimi), alcuni dei quali affetti da forme di sclerosi anche grave attenuata, ed in alcuni casi guarita, proprio dopo aver rimosso le otturazioni in amalgama.

Nel servizio viene portato il parere di Raimondo Psiche, dentista che da tempo combatte la sua battaglia contro l'amalgama dentale fondando nel 1999 l'Accademia Internazionale di Odontoiatria Biologica. Nessun altro clinico è stato interpellato.

Ovviamente un parere negativo attraverso il quale si elencano i rischi che l'utilizzo del mercurio presente nell'amalgama può comportare ed anche quelli che derivano dalla rimozione non protetta delle otturazioni in amalgama. Altro parere portato durante il servizio quello di Roberto Rosso presidente Key-Stone che ha informato che l'Italia è il terzo paese europeo per utilizzo di amalgama e che in prevalenza sono i dentisti del Sud e quelle anziani ad utilizzarla. Però, dice Roberto Rosso ad Odontoaitria33 (a questo link un approfondimento), in fase di montaggio hanno tagliato buona parte delle sue dichiarazioni compresa quella dove viene indicato che solo il 4,8% delle otturazioni in Italia sono effettuate in amalgama dentale.
Un servizio che ha sicuramente evidenziato come il rischio non sia per tutti i pazienti con una otturazione in amalgama e che il pericolo più coretto arriva dalla rimozione di queste otturazioni.
Certo è che la visione del servizio ha certamente creato dubbi facendo passare che la maggior parte dei dentisti utilizza questo materiale e che non informa i propri pazienti sui rischi. Ed è proprio su questo punto che i dentisti, sui social, hanno cominciato a dibattere. A questo link alcuni commenti portati dai nostri lettori al solo annuncio della trasmissione che abbiamo dato sul nostro approfondimento domenicale.

Intanto in una nota ANDI, chiamata in causa nel servizio ed accusata di sostenere la non pericolosità del materiale, ritiene che il servizio è stato "strutturato come avvenne sul caso Stamina e cioè basandosi sulle testimonianze di alcuni "casi umani" privi di valenza scientifica"; Associazione, che leggiamo nella nota, "sta valutando una risposta per il procurato allarme".

A questo link il servizio


Norberto Maccagno


Sull'argomento leggi anche:

13 Dicembre 2016: Amalgama dentale: la UE accoglie le richieste dei dentisti, si allontana il rischio divieto. Landi (CED), soddisfatti del risultato ottenuto

16 Dicembre 2016: Questione amalgama dentale, il Ministero precisa: noi ascoltiamo gli stakeholder ma non sosteniamo nessuna posizione 

19 Dicembre 2016: Amalgama dentale, quesiti i numeri (reali) sui consumi in Italia ed in Europa

19 Dicembre 2016: Amalgama dentale tossica o non tossica. Il punto dalla letteratura scientifica

Articoli correlati

Con il 31 dicembre sono terminate le elezioni per i rinnovi delle CAO Provinciali e la nomina dei presidenti che saranno in carica fino al dicembre 2020.Rispetto alla precedente tornata elettiva...


Il 54% dei medici ha raccolto il numero di crediti necessario nel triennio 2014-2016 mentre i dentisti ligi alla norma sono stati il 51%. Il Segretario FNOMCeO Sergio Bovenga non concorda con i...


Il degrado dell'interfaccia dei restauri adesivi in composito è il risultato di più fattori combinati. Alla base vi è la contrazione da polimerizzazione tipica dei materiali compositi, che può...


Si chiama diabete urbano, in quanto il 75% dei pazienti diabetici si colloca in aree urbane. Per sfidare la nuova emergenza intorno al paziente si sono "auto-contingentati" medici diabetologi,...


Il corso universitario di qualificazione dei primi dentisti del Burundi è stato ufficialmente accettato nell'ordinamento nazionale del Burundi. Mercoledì 29 aprile 2017 alla presenza di...


Altri Articoli

Per ora il Centro DentalPro di Santo Stefano Magra non deve chiudere. Lo stabilisce il Consiglio di Stato con l’ordinanza 5401/2018 del 12 ottobre 2018 che ha deciso sul ricorso presentato dai...


La CAO, l’ANDI e l’AIO hanno incontrato, ieri 14 novembre al Ministero della Salute, la dott.ssa Marcella Marletta, Direttore generale della direzione per i dispositivi medici, per un incontro...


La Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri ha celebrato questa mattina i quarant’anni del Servizio Sanitario Nazionale. Era infatti il 23 dicembre del 1978...


In collaborazione con il Cenacolo Odontostomatologico Italiano si svolgerà a San Benedetto del Tronto il 16 e 17 novembre il XXII Congresso Nazionale GTO, gruppo tecnici ortodontisti, dal...


L’evoluzione del settore odontoiatrico a livello mondiale interessa, ovviamente, chi produce e vende prodotti odontoiatrici in tutto il mondo, per questo l’obiettivo della loro associazione di...


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi