HOME - Approfondimenti
 
 
18 Gennaio 2017

Ddl Responsabilità: odontoiatri e medici liberi professionisti discriminati. Il presidente CAO evidenza le differenze di tutele


Nei giorni scorsi il Senato ha approvato il Ddl responsabilità medica, che ora torna alla Camera per l'approvazione finale.

"Si tratta di un passo avanti importante, per quanto riguarda un nuovo rapporto tra i medici, gli odontoiatri", commenta il presidente CAO Giuseppe Renzo (nella foto) aggiungendo che "è un provvedimento che delinea un nuovo sistema in materia di responsabilità professionale sia in campo penale sia in campo civile".

Ma quali sono i cardini della norma?

In campo penalistico, attraverso un importante modifica dello stesso Codice Penale viene stabilito che il professionista che, nello svolgimento della propria attività cagiona a causa di imperizia la morte o la lesione personale della persona assistita, risponde dei relativi reati solo in caso di colpa grave che viene ad essere esclusa quando siano rispettate le raccomandazioni previste dalla linee guida e in mancanza le buone pratiche clinico assistenziali.

È evidente, spiega il presidente Renzo in una nota ai presidenti provinciale CAO, "che questa modifica è particolarmente importante in quanto contribuisce ad una serenità maggiore nel rapporto medico paziente evitando il proliferare delle tecniche di medicina difensiva; è però altrettanto chiaro che il tema delle linee guida diventa essenziale ed occorrerà far fronte a nuove responsabilità e a precise procedure di approvazione che coinvolgano tutti le componenti professionali scientifiche ed istituzionali".

Altrettanto rilevante è il tema della responsabilità civile in cui diviene fondamentale distinguere la responsabilità contrattuale più onerosa per il professionista da quella extra contrattuale che lo garantisce in maniera più incisiva.

Questione, questa, su cui la CAO molto si è battuta per evidenziare le disparità di trattamento anche durante l'audizione presso la Commissione Igiene e Sanità del Senato nel marzo scorso.

CAO che ha evidenziato come "nel disegno di legge in sostanza la responsabilità in campo civile ha carattere extracontrattuale per i medici dipendenti delle strutture sanitarie pubbliche e private, mentre mantiene il carattere contrattuale per le strutture ed anche in campo libero professionale".

"Gli odontoiatri -spiega il presidente Renzo- che svolgono la loro attività in grande maggioranza a livello di studio monoprofessionale, mantengono il loro rapporto contrattuale con i pazienti e quindi rispondono ancora negli ambiti della relativa responsabilità contrattuale".

"Non è una distinzione da poco -chiarisce- considerando che nel caso di responsabilità extracontrattuale spetterà al danneggiato dimostrare il danno subito, mentre in caso di responsabilità contrattuale l'onere della prova di aver fatto tutto il possibile per evitare le conseguenze negative sarà a carico del professionista".

Nonostante questo il presidente CAO ritiene che "l'obiettivo di approvare una legge che disciplini in modo finalmente armonico ed etico il rapporto medico paziente è ampiamente condivisibile da tutti i professionisti siano medici o siano odontoiatri".

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Requisiti delle nuove polizze Rc, garanzie minime degli assicuratori, intervento Ivass e definizione dei confini tra assicurazione ed autoritenzione del rischio: sono i temi centrali dei quattro...


La corretta diagnosi e il trattamento precoci dei traumi dentali rappresentano un’emergenza al fine di alleviare il dolore, facilitare la riduzione di fratture o dislocazioni o...


Non solo la deontologia professionale ma anche le stesse norme che regolamentano l’attività sanitaria non lasciano equivoci sulle responsabilità e gli oneri a carico del Direttore...


Per i dentisti italiani la concorrenza è un problema molto sentito soprattutto tra gli over 65, ovver chi ha vissuto il boom della professione degli anni ’80 patendo poi il declino cominciato alle...


Queste le responsabilità legali, assicurative, deontologiche e morali dell’odontoiatra


Altri Articoli

Si completata l'Assemblea Nazionale ENPAM, a fine giugno l’elezione del nuovo CDA


Le polemiche tra professionisti e Governo con i primi che accusano il secondo di privilegiare le imprese in termini di aiuti economici del post coronavirus, se assolutamente legittime mi sembrano...

di Norberto Maccagno


La norma interessa igienisti dentali e odontotecnici, ecco come avvengono gli accrediti automatici e le modalità per richiedere il bonus da 1.000 euro a maggio


Da sabato 23 maggio al 30 giugno si potranno richiedere consulti online agli odontoiatri dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani - ANDI


Lo potrà richiedere solo chi ha avuto un calo di almeno il 50% del fatturato. Ecco di cosa si tratta e come e chi può richiederlo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni