HOME - Approfondimenti
 
 
13 Marzo 2017

L'Ordine di Milano denuncia all'AGCM la pubblicità dell'impianto ad un euro. Senna: è ingannevole


Il Consiglio Direttivo dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano, all'unanimità, ha approvato la presentazione della richiesta all'AGCM di fermare la pubblicità in cui si reclamizza un "impianto dentale a 1 euro"

Nell'esposto redatto e inoltrato, per conto di OMCeO Milano, dallo studio del prof. Franco Gaetano Scoca e Associati si chiede all'AGCM di "intervenire a bloccare tale pubblicità ingannevole diffusa (da una società) sanzionandone l'operato in quanto posto in violazione degli obblighi di legge".

A giudizio dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano, supportato dal parere degli Avvocati, "la pubblicità è innanzitutto ingannevole in quanto volta a indurre in errore il consumatore sull'elemento del prezzo, nonché sulla natura della prestazione".

Nel titolo, infatti, si fa riferimento all'impianto dentale a 1 euro, ma stando agli ulteriori elementi informativi contenuti nel testo il costo per ogni dente impiantato risulta di 752 euro.

Nella documentazione inviata all'AGCM l'OMCeO di Milano ricorda come le varie modifiche legislative in tema di pubblicità abbia esteso alle professioni sanitarie la possibilità di realizzare pubblicità informativa mentre per la pubblicità commerciale "sono espressamente escluse le professioni sanitarie".

Secondo la norma, scrive l'OMCeO, "i sanitari possono certamente pubblicizzare la propria professione, ma altresì che tale pubblicizzazione debba avere un carattere eminentemente informativo, piuttosto che commerciale".

"Da molto tempo - scrive Andrea Senna (nella foto), presidente Commissione Albo Odontoiatri di OMCeO Milano, in una lettera agli Odontoiatri associati - ormai assistiamo ad una deriva in ambito della pubblicità sanitaria che punta sempre più verso il basso anteponendo spesso alle giuste esigenze di informazione sistemi di bieco spot commerciale/promozionale con l'evidente scopo di illecito accaparramento della pazientela/clientela cercando di condizionare, attraverso offerte economiche che hanno dell'incredibile, una libera e ragionata scelta di ciò di cui il paziente ha veramente bisogno per la sua salute".

"Gli Ordini professionali - aggiunge Senna - hanno poche armi a disposizione per far fronte a questo far west pubblicitario, avendo potere disciplinare solo sui Direttori sanitari iscritti nei loro albi provinciali. Una azienda che promuove una pubblicità scorretta può quindi purtroppo sostituire il suo Direttore Sanitario, eventualmente sanzionato, con un altro magari di una Provincia diversa sul quale l'Ordine del territorio in cui la pubblicità scorretta è avvenuta non può quindi agire".

Il ricorso all'AGCM supera questo limite chiamando in causa direttamente l'azienda responsabile della pubblicità ingannevole, cercando per questa via di porre argine alla diffusione di pratiche lesive della leale concorrenza.

Sulla vicenda anche l'OMCeO di Roma è intervenuta convocando per chiarimenti il Direttore sanitario del Centro odontoiatrico milanese che risulta iscritto all'Albo degli odontoiatri romano.

Articoli correlati

Le elezioni per il rinnovo della Commissione Albo degli Odontoiatri di Milano per il prossimo triennio hanno confermato alla presidenza il dott. Andrea Senna (nella foto) che è anche stato...


Egregio Direttore, vorrei rispondere all'articolo in cui gli avvocati dell'azienda che avevano diffuso la pubblicità "un impianto a un euro" si compiacciono della recente decisione dell'...


Gentile direttore, mi permetto di condividere un commento sulla recente sentenza della Corte di Giustizia europea.In piena sintonia con l'azione già da tempo intrapresa dall'Ordine dei Medici...


L'Amministratore delegato, della società responsabile della pubblicità "Impianto dentale a 1 euro", ha inviato un email al presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di...


L'utilizzo spregiudicato degli strumenti pubblicitari, orientato esclusivamente all'accaparramento della clientela è ormai tale da degradare i pazienti al rango di meri clienti compromettendo...


Altri Articoli

L’On. Nevi presenta un emendamento alla Legge Milleproroghe che punta ad abrogare l’obbligo del pagamento con mezzi tracciati per le prestazioni sanitarie rese dai privati, ecco il testo  


Fiorile, una norma che crea disagi ad anziani e famiglie e va nella direzione opposta chiesta da AIO


Per la presidente siciliana è il quarto andato consecutivo. “Lavoreremo all’insega della continuità consolidando la nostra identità volta a promuovere l’aggiornamento su tutto il territorio...


Una presidenza all’insegna della continuità promuovendo la formazione per gli odontoiatri ma anche l’informazione verso ai pazienti. Il neo presidente svela i progetti 


Un passo importante nella forte espansione dell'attività in segmenti strategici del mercato odontoiatrico


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni