HOME - Approfondimenti
 
 
15 Marzo 2017

Uso della tossina botulinica da parte degli odontoiatri. Agorà e Sies precisano, l'utilizzo è al solo fine terapeutico e non estetico


Dopo la pubblicazione da parte di Odontoaitria33 della notizia sulle determina dell'Aifa sull'utilizzo della tossina botulinica, ed in particolare delle dichiarazione di AIO ed ANDI, la Società di Medicina Estetica Agorà e la Società di Medicina e Chirurgia Estetica SIES ci scrivono chiedendo di precisare quanto segue.

In questi giorni si sono susseguiti articoli stampa e newsletter dove alcune associazioni dell'ambito odontoiatrico diffondevano i contenuti relativi alla determina AIFA 241/2017 che estende all'odontoiatra la possibilità di impiegare due specialità medicinali di fascia H "Dysport" e "Botox".

Quello che appare grave è che le informazioni diffuse facciano riferimento ad una generica estensione di impiego all'odontoiatra per fini terapeutici senza evidenziare che la determina AIFA è ben specifica e cita:

(Pagina 3 determina AIFA 241/2017 5° paragrafo)

"Considerato tutto quanto sopra esposto, l'estensione all'odontoiatra della possibilità di prescrivere e somministrare la tossina botulinica di tipo A per indicazioni terapeutiche può essere presa in considerazione esclusivamente per i medicinali Botox e Dysport e limitatamente alle indicazioni terapeutiche approvate (Botox: spasmo emifacciale e distonie focali associati; Dysport: spasmo emifacciale)".

(pagina 4 determina AIFA 241/2017 2° paragrafo]

"Si conferma che i medicinali sopraindicati non sono invece prescrivibili e somministrabili per tutti gli altri usi clinici menzionati nella letteratura portata a supporto della richiesta del 20 ottobre 2016, protocollo AIFA-STDG-A-13627 del 10.02.2017, dell'associazione Italiana di Medicina Estetica Odontoiatrica (SIMEO) e della Perioral and Oral Integrated Esthetics Scientific International Society (POIESIS)".

Pertanto si ribadisce come ad oggi la determina AIFA consenta di impiegare solo specialità medicinali di fascia H (che hanno un conseguente limite di impiego in strutture ospedaliere o assimilabili e secondo le specifiche relative ai farmaci citati nella determina AIFA) all'odontoiatra esclusivamente per le indicazioni terapeutiche di:

1. Spasmo emifacciale

2. Distonie focali associate

Le società scientifiche ritengono doveroso informare associati, colleghi, odontoiatri di quanto sopra affinché vi sia chiarezza e sicurezza per il paziente finale.

Il presente comunicato sottoscritto dal Presidente di Agorà Alberto Massirone, dal Presidente di SIES, Maurizio Priori e dai rispettivi uffici legali che ne hanno curato la disamina, al Ministero della Salute, al Consiglio Superiore di Sanità, al Comando Nazionale dei Carabinieri NAS affinché tutti gli organismi possano vigilare sulla corretta applicazione della determina AIFA.

A tutela della corretta informazione il comunicato stampa viene trasmesso a tutti gli organi di stampa ed ai sensi della vigente normativa viene trasmessa richiesta di rettifica a tutte le testate che abbiano pubblicato o ripreso contenuti che possano in qualche modo ledere l'interesse o generare confusione negli utenti finali.

Al fine di diffondere la corretta informazione alla classe medica ed odontoiatrica viene trasmessa specifica richiesta a FNOMCeO, agli ordini dei medici chirurghi ed odontoiatri di tutte le province italiani affinché ne diano adeguata comunicazione a tutti gli iscritti.

Articoli correlati

agora-del-lunedi     14 Giugno 2021

E gli anziani?

La popolazione invecchia e sorridere potrebbe non essere più solo un privilegio per ricchi. Alcune considerazioni del prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Dovranno raccogliere dati utili a scovare le variabili che maggiormente inficiano la salute anche in odontoiatria, si auspica il prof. Gagliani nel suo Agorà del Lunedì   ...


Per il prof. Gagliani l’odontoiatria ha la necessità di comprendere, da un punto di vista medico, un quadro patologia complesso e articolato che coinvolge la sfera emotiva e porta una drammatica...

di Massimo Gagliani


I pazienti apprezzano le procedure odontoiatriche digitali, i dentisti sembrano più reticenti. Alcune considerazioni del prof. Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il prof. Gagliani si sofferma su di un lavoro che analizza un'overdenture mandibolare supportata da quattro impianti corti si è dimostrata una modalità di trattamento valida per mandibole atrofiche

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

Raffaele Sodano ripercorre i passi che hanno portato alla vendita degli immobili dell’Ente di previdenza di medici e dentisti


Con il parere favorevole arriverebbe la proroga di 12 mesi alle norme transitorie decadute il 20 aprile scorso con l’entrata a regime del profilo dell’ASO


In particolare l’avvocato Colla affronta due aspetti, quello dell’affitto di uno studio già avviato e la questione del divieto di concorrenza


Il primo passo si focalizza su una collaborazione tra lo scanner intraorale 3Shape TRIOS di 3Shape e gli allineatori trasparenti SureSmile di Dentsply Sirona


Agorà del Lunedì     14 Giugno 2021

E gli anziani?

La popolazione invecchia e sorridere potrebbe non essere più solo un privilegio per ricchi. Alcune considerazioni del prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria al digitale non è solo protesi