HOME - Approfondimenti
 
 
15 Marzo 2017

Uso della tossina botulinica da parte degli odontoiatri. Agorà e Sies precisano, l'utilizzo è al solo fine terapeutico e non estetico


Dopo la pubblicazione da parte di Odontoaitria33 della notizia sulle determina dell'Aifa sull'utilizzo della tossina botulinica, ed in particolare delle dichiarazione di AIO ed ANDI, la Società di Medicina Estetica Agorà e la Società di Medicina e Chirurgia Estetica SIES ci scrivono chiedendo di precisare quanto segue.

In questi giorni si sono susseguiti articoli stampa e newsletter dove alcune associazioni dell'ambito odontoiatrico diffondevano i contenuti relativi alla determina AIFA 241/2017 che estende all'odontoiatra la possibilità di impiegare due specialità medicinali di fascia H "Dysport" e "Botox".

Quello che appare grave è che le informazioni diffuse facciano riferimento ad una generica estensione di impiego all'odontoiatra per fini terapeutici senza evidenziare che la determina AIFA è ben specifica e cita:

(Pagina 3 determina AIFA 241/2017 5° paragrafo)

"Considerato tutto quanto sopra esposto, l'estensione all'odontoiatra della possibilità di prescrivere e somministrare la tossina botulinica di tipo A per indicazioni terapeutiche può essere presa in considerazione esclusivamente per i medicinali Botox e Dysport e limitatamente alle indicazioni terapeutiche approvate (Botox: spasmo emifacciale e distonie focali associati; Dysport: spasmo emifacciale)".

(pagina 4 determina AIFA 241/2017 2° paragrafo]

"Si conferma che i medicinali sopraindicati non sono invece prescrivibili e somministrabili per tutti gli altri usi clinici menzionati nella letteratura portata a supporto della richiesta del 20 ottobre 2016, protocollo AIFA-STDG-A-13627 del 10.02.2017, dell'associazione Italiana di Medicina Estetica Odontoiatrica (SIMEO) e della Perioral and Oral Integrated Esthetics Scientific International Society (POIESIS)".

Pertanto si ribadisce come ad oggi la determina AIFA consenta di impiegare solo specialità medicinali di fascia H (che hanno un conseguente limite di impiego in strutture ospedaliere o assimilabili e secondo le specifiche relative ai farmaci citati nella determina AIFA) all'odontoiatra esclusivamente per le indicazioni terapeutiche di:

1. Spasmo emifacciale

2. Distonie focali associate

Le società scientifiche ritengono doveroso informare associati, colleghi, odontoiatri di quanto sopra affinché vi sia chiarezza e sicurezza per il paziente finale.

Il presente comunicato sottoscritto dal Presidente di Agorà Alberto Massirone, dal Presidente di SIES, Maurizio Priori e dai rispettivi uffici legali che ne hanno curato la disamina, al Ministero della Salute, al Consiglio Superiore di Sanità, al Comando Nazionale dei Carabinieri NAS affinché tutti gli organismi possano vigilare sulla corretta applicazione della determina AIFA.

A tutela della corretta informazione il comunicato stampa viene trasmesso a tutti gli organi di stampa ed ai sensi della vigente normativa viene trasmessa richiesta di rettifica a tutte le testate che abbiano pubblicato o ripreso contenuti che possano in qualche modo ledere l'interesse o generare confusione negli utenti finali.

Al fine di diffondere la corretta informazione alla classe medica ed odontoiatrica viene trasmessa specifica richiesta a FNOMCeO, agli ordini dei medici chirurghi ed odontoiatri di tutte le province italiani affinché ne diano adeguata comunicazione a tutti gli iscritti.

Articoli correlati

agora-del-lunedi     27 Settembre 2021

Ripariamo i denti rotti

Partendo da un interessante lavoro scientifico tutto italiano, il prof. Gagliani ragiona sull’importanza della restaurativa conservativa

di Massimo Gagliani


agora-del-lunedi     20 Settembre 2021

Game changer….

Per il prof. Gagliani è questa la scelta che deve fare l’odontoiatra: riorganizzarsi per dare risposte alle “nuove” esigenze dei pazienti oppure arroccarsi in un giardinetto costituito di...

di Massimo Gagliani


Uno studio italiano ha dimostrato la validità contro il Covid, il prof. Gagliani, che utilizza la sistematica, ha notato che funziona anche per le problematiche settiche in chirurgia orale

di Massimo Gagliani


agora-del-lunedi     26 Luglio 2021

L’anno che verrà

Riflessioni del prof. Gagliani sul periodo trascorso e quello che verrà dal punto di vista dell’aggiornamento culturale e della professione


Sul tema il prof. Gagliani si pone tre domande ed una considerazione: siamo sicuri che la futura odontoiatria abbia ancora bisogno di queste torture mentali


Altri Articoli

Tra i temi in discussione la valutazione su una possibile revisione delle procedure anti Covid indicate per gli studi odontoiatrici


Anelli: i sanitari a rischio sono tutti, non si faccia il 'tu sì tu no. La terza dose va estesa a tutti perché «garantisce la riduzione del rischio e aiuta la categoria a continuare a lavorare in...


Giovedì 30 il termine ultimo per l’invio da parte di odontoiatri, igienisti dentali e strutture sanitarie dei dati delle fatture messe direttamente ai pazienti al Sistema Tessera Sanitaria


In occasione della quinta edizione del Dental Forum ad Asti, il 2 ottobre 2021, l’intervento “Il digitale e la nuova e-inclusion in odontoiatria” sarà focalizzato sui trend che stiamo...


Uno lavorava in un poliambulatorio medico, l’altro in un sottoscala, gli altri 2 arrotondavano facendo i buttafuori 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio