HOME - Approfondimenti
 
 
06 Aprile 2017

Spesometro a pochi giorni dall'invio nasce il problema privacy ed opposizione invio. Prada (ANDI): ennesima incongruenza di un sistema da cambiare


Lunedì 10 Aprile, oppure il 20 dello stesso mese a seconda che si tratti di soggetti IVA mensili o trimestrali, scadrà il termine entro cui inviare, attraverso lo Spesometro, i dati delle fatture emesse e ricevute nell'anno 2016. Dentisti e medici che hanno inviato i dati delle fatture emesse attraverso il Sistema Tessera Sanitaria potranno non inviare i dati già trasmessi, ma dovranno comunque inviare gli altri.

Ma per i dati per cui i pazienti hanno espressamente dichiarato opposizione all'invio, come deve comportarsi il professionista? Deve comunque inviare quei dati sensibili attraverso lo Spesometro?

La domanda e tutt'altro che banale in quanto i pazienti hanno la possibilità di esprimere opposizione all'invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria. Opposizione che vale anche per l'invio attraverso lo Spesometro?

"E' una delle questioni che abbiamo posto più volte ai ministeri competenti durante i tanti incontri che abbiamo avuto in questi mesi per segnalare le incongruenze di questa inutile duplicazione burocratica", dice ad Odontoiatria33 Gianfranco Prada, presidente nazionale ANDI.

"Tutte le fatture non trasmesse al Sistema Tessera Sanitaria, ci hanno spiegato, vanno trasmesse con lo Spesometro".

"L'assurdo -continua il presidente ANDI- è che l'Agenzia delle Entrate ha messo in piedi un sistema concordato col Garante Privacy per le spese sanitarie e il Sistema Tessera Sanitaria per le dichiarazioni precompilate, ma poi obbliga ad inviare comunque tutti i dati per il controllo delle spese fatte con lo Spesometro, alla faccia della tutela della privacy eventualmente chiesta dal paziente".

Nor.Mac.

Articoli correlati

Arriva in extremis il Dpcm con la proroga dello Spesometro la cui scadenza era prevista per oggi 28 febbraio. Proroga anticipata qualche settimana fa dal Sottosegretario all’Economia. Con...


Come si deve comportare il medico o il dentista che invia i dati al STS in tema di Spesometro?Ad indicarlo, anche se indirettamente, è l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad un quesito posto da un...


Per la pubblicità stop solo per quella sul gioco di azzardo, modifiche su redditometro e spesometro


La nuova scadenza dell'invio dei dati delle fatture emesse e ricevute nel secondo semestre 2017 passa dal 28 febbraio al 6 aprile. Alla stessa data è fissata la scadenza per le eventuali...


Altri Articoli

Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni