HOME - Approfondimenti
 
 
27 Settembre 2017

Introdurre detrazioni per le cure odontoiatriche e regolamentare quelle delle cure all'estero per rilanciare il settore, la richiesta di AIO. Poletto, si al profilo odontotecnico ma non in area sanitaria


Il Ministero della Salute è favorevole a introdurre forme di detrazione delle spese per cure odontoiatriche nella dichiarazione dei redditi. Lo ha affermato il Rappresentante del Ministero per l'Odontoiatria Franco Condò al congresso dei titolari di laboratorio odontotecnico ANTLO in una tavola rotonda con il presidente Massimo Maculan, la Presidente UNIDI Adriana Pamich e il segretario culturale nazionale AIO Denis Poletto (AIO) che ha partecipato al dibattito in rappresentanza del Presidente Fiorile.

"I medici odontoiatri sono gli unici operatori che si devono e possono occupare della salvaguardia della salute dei cittadini. Detto questo è però importante che tutte le rappresentanze del Dentale in Italia facciano sistema e siano unite nel portare avanti insieme proposte coerenti per lo sviluppo del settore", spiega Poletto. "Il tempo dei muri è passato. Per far arrivare le nostre idee al mondo politico dobbiamo costituire massa critica e muoverci come un comparto, non come singoli attori".

AIO sosterrà con forza tutte le proposte politiche che portino ad un aumento della detraibilità fiscale delle spese odontoiatriche. "Oggi ci risulta che anche le spese sostenute all'estero possano essere portate in detrazione, naturalmente con l'attuale aliquota del 19%. Noi riteniamo che questo aspetto vada assolutamente regolamentato", afferma Poletto. "Al momento, lo Stato può incrociare i dati relativi alle spese sanitarie solo sulle fatture degli odontoiatri italiani, non su quelle prodotte in altri paesi. C'è il rischio che nella spesa finale, se riportata sommariamente nei documenti in lingua straniera, rientrino voci non pertinenti alla terapia cagionando sprechi per la collettività. In Italia i Dentisti sono tenuti a rispettare i protocolli contenuti nelle raccomandazioni cliniche, all'Estero no! Solo questo basterebbe per impedire la detraibilità delle spese sostenute oltreconfine. In ogni caso ci dovrebbero essere maggiori controlli in tal senso. E l'Organo idoneo dovrebbe essere l'Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri che potrebbe così aprire un canale di comunicazione con i cittadini".

Sul tema del profilo dell'odontotecnico la posizione di AIO in merito al profilo dell'Odontotecnico è da sempre molto chiara. L'associazione Italiana Odontoiatri ritiene che la figura dell'Odontotecnico non abbia alcuna pertinenza con un profilo sanitario; quella dell'Odontotecnico è e deve restare un'arte ausiliaria ad una professione sanitaria.

"L'Odontotecnico è un fabbricante inserito in un alveo formativo tecnico con competenze progettuali e manuali indispensabili a realizzare manufatti che garantiscano la finalizzazione a regola d'arte della prestazione odontoiatrica".

Come AIO "riteniamo che un percorso formativo di 5 anni di scuola media superiore sia perfettamente idoneo a preparare un operatore, certamente importante per la professione odontoiatrica, ma che è e deve rimanere inserito in un'area prettamente tecnica".

Articoli correlati

Fiorile: ‘’è un momento difficile per tutti, ma dobbiamo considerare le pendenze economiche aperte nei confronti dei nostri fornitori’’ 


Il presidente Fiorile scrive a Conte ed ai ministeri vigilanti: “congiuntura grave impedisce voto sereno” 


Una circolare dell’ABI indica le procedure e formalizza la possibilità, anche per i liberi professionisti, di accedere alla moratoria prevista dal Decreto “Cura Italia”. Ecco la procedura


Nel video appello il Segretario AIO chiede ai dentisti di restare a casa e dare assistenza ai pazienti solo per le urgenze indifferibili. Questi i consigli per farsi trovare pronti quando si...


Pressing parlamentare per modificare il DPCM. AIO lavora ad emendamenti per utilizzo patrimonio ENPAM


Altri Articoli

La settimana che ha preceduto questa quarta domenica del #iocomincioanonpoternepiùdistareacasa è stata caratterizzata dalla corsa per richiedere i 600 euro di bonus per gli autonomi ed i...

di Norberto Maccagno


Lo chiedono i presidenti CAO della Calabria prima della riapertura degli studi. Si deve prevedere canali privilegiati ed incentivi per l’approvvigionamento di DPI


A marzo il portale di Edra sfiora il milione di pagine viste. Successo anche della Fad e dei webinar. Dental Cadmos di aprile è ora scaricabile on-line


Donati a vari ospedali nelle aree più colpite dal virus, test rapidi certificati CE (COVID-19 IgG/IgM Rapid Test) per la rilevazione qualitativa di anticorpi anti COVID-19.


Il prof. Abati sugli effetti della saliva sulla contaminazione di operatori e pazienti documentati in letteratura fin dagli anni ‘70


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP