HOME - Approfondimenti
 
 
20 Dicembre 2017

La sharing economy applicata all'odontoiatria. Negli USA ci stanno provando, questo è il modello di Association of Dental Support Organization


I nuovi modelli di consumo collaborativo basati sulla condivisione di beni e di servizi piuttosto che sulla proprietà sono le basi della cosiddetta sharing economy. Sotto la spinta della rivoluzione digitale, con la diffusione dei social network e dei cambiamenti del mercato legati alla crisi economica, il fenomeno sta cambiando i modelli di consumo tanto che i sociologi parlano di una vera e propria sharing society.

E' sotto gli occhi di tutti il successo di Airbnb, Blablacar, Uber.

Il comportamenti tipici della sharing economy si manifestano nel comparto dentale USA. Secondo un recente report di Marko Vujicicresponsabile dell'Health Policy Institute dell'ADA (American Dental Association) sono due gli aspetti di rilievo, interessanti per le similitudini che mostrano con la situazione del nostro Paese:

1 La progressiva diminuzione dei dentisti proprietari di studio che dal 2005 al 2015 sono passati dall' 84% all' 80% negli Stati Uniti. Il fenomeno è più rilevante tra le giovani generazioni che si apprestano ad entrare sul mercato del lavoro.

2 La forte crescita dei professionisti membri dell'ADSO (Association of Dental Support Organization).

ADSO è un'organizzazione senza scopo di lucro che nasce su iniziativa di un gruppo di dentisti e progettata appositamente a beneficio e con il coinvolgimento di altri professionisti. E' costituita da 40 aziende membri e più di 100 partner industriali. ADSO rappresenta le organizzazioni di supporto dentale davanti al pubblico, ai responsabili politici e ai media. Consente ai dentisti sostenuti di concentrarsi sui loro pazienti e di ampliare l'accesso alle cure dentali mantenendo i più alti standard di business e di etica professionale.

Sono oltre 13.000 i membri ADSO, che opera anche in Australia, Canada, Nuova Zelanda.

Gli aderenti all'associazione con meno di 35 anni sono il 20%. Ma la fascia di età che ha avuto maggior crescita nell'ultimo biennio è quella tra i 35 e i 49 anni. Con una forte prevalenza femminile.

ADSO non compete con l'ADA poiché offre servizi alternativi: formazione manageriale del personale di studio, gruppi di acquisto, promozione dell'immagine degli aderenti attraverso adesione a campagne filantropiche, oltre a tutti servizi offerti dalle aziende partner ADSO.

ADSO rappresenta una forma di condivisione di servizi tra professionisti per delegare alcune mansioni extracliniche dell'attività e controllare i costi di gestione.

Davis Cussotto

Articoli correlati

WhatsApp è diventato il sistema di messaggistica istantanea più diffuso, soppiantando completamente i vecchi SMS: 1,3 miliardi sono gli utilizzatori nel mondo . Secondo il prestigioso...


Il software gestionale è un insieme degli applicativi che automatizzano i processi di gestione all'interno dell'azienda studio dentistico.Nell'ultimo decennio hanno avuto un forte sviluppo e...


Perché il passaparola è lo strumento di marketing nei servizi? La risposta nasce dalla disamina dei principi di gestione di un servizio. E la prestazione dentale è un servizio....


La ricerca scientifica legata ai nuovi materiali dentali, sotto la spinta del CAD CAM, ha fatto crescere il ventaglio delle possibilità a disposizione del clinico quando deve restaurare un...


"Leadership: Cornerstone For Success " è stato il filo conduttore del 152° Mindwinter Meeting svoltosi a Chicago dal 23 al 25 febbraio 2017. "Siamo convinti che la leadership - spiega Phillip...


Altri Articoli

Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


In vista del termine del triennio formativo e dell’obbligo per medici ed odontoiatri iscritti all’Albo di ottemperare al debito formativo previsto l’OMCeO Milano, sul proprio sito,...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi