HOME - Approfondimenti
 
 
22 Dicembre 2017

Ddl Lorenzin la soddisfazione di AIO. Fiorile, una Legge in favore del cittadino


Ci riserviamo un commento a freddo sull'eterogeneo testo di quella è diventata la legge Lorenzin, secondo quanto ampiamente rivisto in Commissione Affari Sociali della Camera. L'impianto aggiornato ci sembra venire ulteriormente incontro alla mission degli Ordini e del Legislatore di tutelare il cittadino in materia di salute. Prendiamo l'articolo 12 sulla lotta all'abusivismo: finalmente introduce una vera deterrenza rispetto alle precedenti pene poco significative, alla multa da "un milione di lire".

In passato non si era riusciti a inasprire le pene, perché non si era compreso a mio avviso quanto pericoloso sia l'esercizio abusivo di una professione sanitaria, nel caso dell'Odontoiatria tradizionalmente diffusa e tollerata. Altrettanto giusto introdurre pene più aspre, e anche disciplinari, per i professionisti prestanome che coprono o mascherano l'esercizio abusivo della loro professione.

Sottolineiamo che tra tali professionisti può rientrare il singolo odontoiatra titolare di studio ma anche l'odontoiatra direttore sanitario di una struttura complessa come anche odontoiatri con ruoli gestionali meno facilmente individuabili. In proposito, proprio per dare più chiarezza la nostra Associazione aveva chiesto che all'articolo 5 comma 2 del Ddl l'obbligo di iscrizione all'Albo per chi eserciti un'attività sanitaria, persona fisica o giuridica, si estendesse esplicitamente a qualsiasi forma societaria.

Il legislatore ha evidentemente ritenuto pleonastica la nostra aggiunta, e da una parte è un peccato: ce ne sarebbe stato bisogno, perché in particolare nelle società di capitali introdotte dalla legge sulla concorrenza non si rende immediato il rapporto del paziente con un professionista specifico. D'altra parte crediamo che il fatto di non aver specificato meglio le cose nulla tolga alla necessità che qualsiasi realtà societaria eserciti una professione debba essere iscritta all'albo, come il Legislatore ci auguriamo condividerà.

Fausto Fiorile, Presidente Nazionale AIO

Articoli correlati

Ma fare l'abusivo o il prestanome, "conviene"? Il dubbio mi è venuto scrivendo la notizia del dipendente del centro odontoiatrico e il direttore sanitario denunciati a Milano per concorso in...


Da oggi 15 febbraio entrano in vigore le nuove pene per il reato di esercizio abusivo di una professione con le aggravanti per quelle sanitarie previsto dalla Legge Lorenzin.In sintesi, per il finto...


Legge Lorenzin è in vigore ufficialmente dal oggi 15 febbraio. Diventano così operativi ufficialmente i tre nuovi ordini delle professioni sanitarie, ma per definire la concreta...


Dopo l'approvazione della Legge Lorenzin sulla riforma degli Ordini, e la volontà del Ministro di definire i decreti attuativi prima delle elezioni, la FNOMCeO ha voluto scrivere ai presidenti...


Altri Articoli

Il prof. Gagliani pone l'attenzione su di una ricerca che evidenza come la scienza dei materiali e l’intelligenza artificiale possa contribuire a rendere l’ambiente poco ospitale per i virus

di Massimo Gagliani


Che fosse nato male il D.L. 44/21 lo avevo già sottolineato nello scorso DiDomenica, ma non avrei immaginato che venisse sconfessato dopo neppure una settimana dalla sua...

di Norberto Maccagno


In attesa del Decreto con modalità operative, l’ENPAM ha dato il via libera alla procedura online per individuare i medici e gli odontoiatri potenzialmente beneficiari dell’esonero 


Si avvicina (nuovamente) la scadenza che obbligherà gli studi ad avere solo ASO qualificati. Ecco gli scenari per i già assunti, chi potrà essere assunto fino al 20 aprile e chi dopo


Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiali i Decreti firmati dal Ministro della Salute Roberto Speranza attraverso i quali assegna le deleghe al sottosegretario alla...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente