HOME - Approfondimenti
 
 
11 Gennaio 2018

Al via la campagna di sensibilizzazione europea su parodontite e carie. Da EFP strumenti per sensibilizzare paziente ed istituzioni


Al fine di richiamare l'attenzione sul crescente peso della carie e della parodontite, e gli interventi preventivi semplici ed economici disponibili per affrontare queste condizioni, la Federazione Europea di Parodontologia (EFP) ha lanciando, oggi, la campagna di sensibilizzazione "Perio and Caries".

La carie e la malattia parodontale sono le più comuni malattie non trasmissibili e tuttavia sono ampiamente prevenibili. Non solo portano alla perdita dei denti, cosa che ha un grave impatto sociale e sulla qualità della vita, ma anche problemi di salute generale: studi recenti hanno collegato le malattie gengivali a gravi problemi di salute come il diabete, le malattie cardiovascolari ed il cancro.

L'iniziativa Perio and Caries è rivolta a dentisti e gli altri operatori sanitari, ricercatori, responsabili delle politiche sanitarie e cittadini. Le 30 società scientifiche nazionali che compongono l'EFP, per l'Italia la SIdP, attiveranno azioni per promuovere la campagna nei loro paesi attraverso iniziative mirate che coinvolgeranno i cittadini e le Istituzioni.

Le raccomandazioni si basano sul consensus elaborato da oltre 75 esperti nel campo della parodontologia e della cariologia che hanno analizzato attentamente le prove scientifiche esistenti durante l'EFP Perio Workshop 2016.

Un sito web dedicato, da oggi online, offre informazioni e raccomandazioni aggiornate, tra cui infografiche e messaggi chiave da diffondere.

"Mantenere denti sani è una questione vitale", ha spiegato Nicola West, professore di parodontologia, Università di Bristol, Regno Unito e autore delle raccomandazioni cliniche. "La perdita dei denti porta a uno stato nutrizionale peggiore e incide negativamente sulla qualità della vita dei pazienti e sui sistemi sanitari nazionali".

"La malattia parodontale è un segnale di avvertimento per altri problemi di salute come il diabete e le malattie cardiovascolari", ha affermato il prof. West. "Pertanto -ha continuato il ricercatore- l'EFP chiede una maggiore collaborazione tra ricerca dentale e di salute generale e la salute orale deve essere considerata parte integrante della salute generale. Un'attenzione specifica dovrebbe essere rivolta alle esigenze della crescente popolazione anziana e alla parità di accesso alle cure dentistiche per i pazienti di tutte le provenienze socio-economiche ".

"Un altro aspetto importante è la necessità di difendere le politiche nutrizionali che riducono l'accesso agli alimenti zuccherati nelle aree pubbliche, specialmente in ambienti educativi e ricreativi".

"Il messaggio principale che volgiamo trasmetter è che la perdita dei denti, la malattia parodontale e la carie sono quasi sempre prevenibili. C'è un bisogno urgente di rafforzare l'informazione partendo dalle scuole. Seguendo semplici consigli come lavarsi i denti con dentifricio al fluoro due volte al giorno, ridurre la quantità e la frequenza di zucchero e amido nella dieta, non utilizzare tabacco ed effettuare regolari visite di controllo dal proprio dentista almeno due volte l'anno, sono pratiche che migliorano la propria salute dentale e quella generale riducendo, anche, il dispendio economico causato dalle malattie gengivali e dalla carie".

"Speriamo -ha concluso il prof West che le autorità pubbliche e sanitarie prestino attenzione allo slogan associato alla nostra campagna: I denti sono per tutta la vita. Agire!".

Nor. Mac.

Altri Articoli

Ogni volta che si parla di Catene odontoiatriche il settore si scalda, commenta, si indigna, si preoccupa e in certe occasioni parla a sproposito.E’ successo anche per la notizia che...


Al lavoro il progetto che punta a creare un percorso didattico armonizzato e condiviso


Soro: il GDPR sarà da stimolo per aziende ed enti per proteggere i dati delle persone


 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi