HOME - Approfondimenti
 
 
26 Gennaio 2018

Tessuti superficiali intorno ai denti e agli impianti, il segreto per risultati a lungo periodo. Il prof. De Sactis ci parla del tema e presenta il Secondo Simposio internazionale


"Il trattamento dei tessuti molli parodontali e peri-implantari". È questo il titolo del Secondo Simposio internazionale del dipartimento di Odontoiatria organizzato dall'Università Vita-Salute San Raffaele che si terrà a Milano il 9 e 10 febbraio e che si propone come un punto di riferimento e un appuntamento fisso (ogni due anni) della Parodontologia e dell'Implantologia Internazionale.

"A oggi" spiega il prof. Massimo de Sanctis, Titolare della Cattedra di Parodontologia, "risulta una notevole offerta congressuale dedicata al tema della ricostruzione dei tessuti ossei profondi, alla implantologia o alla rigenerazione ossea, mentre molto poco in relazione ai tessuti superficiali intorno ai denti e agli impianti, che tuttavia rivestono una fondamentale importanza in chiave di prevenzione e di stabilizzazione dei risultati nel lungo periodo. Una corretta gestione dei tessuti molli parodontali e peri-implantari, d'altra parte, richiede un approccio clinico congruo e, per questo, abbiamo voluto porre al centro del Secondo Simposio internazionale proprio questo tema. La novità, oltre che nella scelta del tema, consiste anche nell'approccio alla materia, che viene affrontata da un punto di vista e secondo implicazioni estetiche, ma anche in relazione all'influenza che i tessuti molli hanno nello stabilizzare i tessuti intorno ai denti e agli impianti e nelle tecniche chirurgiche dirette alla ricostruzione dell'osso alveolare, prima o insieme al posizionamento dell'impianto". In particolare, "verranno analizzate le informazioni biologiche e cliniche sulla gestione dei tessuti molli e verranno ripercorse, in questa ottica, le singole tecniche chirurgiche nella pratica clinica, con un focus sulle più recenti, mirate a ottenere risultati stabili nella ricostruzione dei tessuti molli. L'intento è di fornire una base teorica strutturata, ma anche di calare nella pratica clinica quotidiana le nozioni, con la descrizione nel dettaglio delle tecniche chirurgiche anche tramite il supporto di diapositive e filmati".

Ma il punto di forza del Simposio "è la capacità di costituire un punto di riferimento nel dibattito scientifico e di attrarre i principali protagonisti della scena internazionale, della letteratura e della ricerca. Oltre che nostrani, verranno esperti da tutto il mondo: Singapore, Brasile, est e nord Europa, Svizzera. Personalità che rappresentano veri cardini della ricerca clinica più significativa nel campo".

Da considerare che ad oggi abbiamo oltre 450 iscritti da ben 44 nazioni!

Il Simposio "è destinato a tutti gli odontoiatri, ma può rappresentare un'opportunità per gli studenti, come primo approccio allo scenario della parodontologia, per ricercatori e universitari, in termini soprattutto di aggiornamento sulla più recente ricerca clinica, di confronto con i grandi della letteratura e come scambio e consolidamento all'interno della comunità scientifica». Già nel primo appuntamento del Simposio, che si è tenuto due anni fa, «abbiamo riscontrato una grande adesione e questo anche in relazione al fatto che la nostra Università si pone come polo di riferimento per la Parodontologia e l'Implantologia internazionali".

Francesca Giani

Per informazioni sul simposio a questo link

Articoli correlati

La cura dei pazienti è affare diverso dall’infilare delle viti nell’osso. Così il prof. Massimo Gagliani commentando un articolo pubblicato sul JDR nel suo Agorà del lunedì ...

di Massimo Gagliani


Ne parliamo con Alberto Fonzar che dice: ‘’Io sto dalla parte dei denti’’. Ecco i consigli su quali scelte proporre al paziente considerando sia gli aspetti clinici che economici


Seconda parte del percorso di ricerca per valutare quanto il posizionamento implantare possa essere condizionato/agevolato dalla misura della densità ossea e quale sia il modo migliore per...

di Danilo Alessio Di Stefano


Una metodica per affrontare con sicurezza e con minore invasività la chirurgia orale e implantare. Ne abbiamo parlato con il dott. Angelo Cardarelli


Altri Articoli

Il JDR pubblica una interessante ricerca che conferma quanto il dentista possa essere utile per effettuare screening sulla popolazione, diventando, lo definisce nel suo Agorà del Lunedì il...

di Massimo Gagliani


Fondi sanitari, su convenzioni dirette possibile svolta Antitrust. E un parere cristallino della Commissione deontologica OMCeO Udine. I commenti del presidente Fiorile e del segretario Savini


Approvato il bilancio preventivo. Oliveti annuncia possibili nuovi interventi Covid a sostegno di medici e dentisti danneggiati


Per gli aiuti, il settore dentale rimane ancora a bocca asciutta. Sostegni per gli organizzatori di eventi e fiere


Una ricerca dell’Università di Palermo e di Foggia analizza la situazione ed ipotizza le scelte e le strategie da apportare sulla base delle peculiarità professionali. I commenti delle...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciali in Evidenza

 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali