HOME - Approfondimenti
 
 
26 Gennaio 2018

Tessuti superficiali intorno ai denti e agli impianti, il segreto per risultati a lungo periodo. Il prof. De Sactis ci parla del tema e presenta il Secondo Simposio internazionale


"Il trattamento dei tessuti molli parodontali e peri-implantari". È questo il titolo del Secondo Simposio internazionale del dipartimento di Odontoiatria organizzato dall'Università Vita-Salute San Raffaele che si terrà a Milano il 9 e 10 febbraio e che si propone come un punto di riferimento e un appuntamento fisso (ogni due anni) della Parodontologia e dell'Implantologia Internazionale.

"A oggi" spiega il prof. Massimo de Sanctis, Titolare della Cattedra di Parodontologia, "risulta una notevole offerta congressuale dedicata al tema della ricostruzione dei tessuti ossei profondi, alla implantologia o alla rigenerazione ossea, mentre molto poco in relazione ai tessuti superficiali intorno ai denti e agli impianti, che tuttavia rivestono una fondamentale importanza in chiave di prevenzione e di stabilizzazione dei risultati nel lungo periodo. Una corretta gestione dei tessuti molli parodontali e peri-implantari, d'altra parte, richiede un approccio clinico congruo e, per questo, abbiamo voluto porre al centro del Secondo Simposio internazionale proprio questo tema. La novità, oltre che nella scelta del tema, consiste anche nell'approccio alla materia, che viene affrontata da un punto di vista e secondo implicazioni estetiche, ma anche in relazione all'influenza che i tessuti molli hanno nello stabilizzare i tessuti intorno ai denti e agli impianti e nelle tecniche chirurgiche dirette alla ricostruzione dell'osso alveolare, prima o insieme al posizionamento dell'impianto". In particolare, "verranno analizzate le informazioni biologiche e cliniche sulla gestione dei tessuti molli e verranno ripercorse, in questa ottica, le singole tecniche chirurgiche nella pratica clinica, con un focus sulle più recenti, mirate a ottenere risultati stabili nella ricostruzione dei tessuti molli. L'intento è di fornire una base teorica strutturata, ma anche di calare nella pratica clinica quotidiana le nozioni, con la descrizione nel dettaglio delle tecniche chirurgiche anche tramite il supporto di diapositive e filmati".

Ma il punto di forza del Simposio "è la capacità di costituire un punto di riferimento nel dibattito scientifico e di attrarre i principali protagonisti della scena internazionale, della letteratura e della ricerca. Oltre che nostrani, verranno esperti da tutto il mondo: Singapore, Brasile, est e nord Europa, Svizzera. Personalità che rappresentano veri cardini della ricerca clinica più significativa nel campo".

Da considerare che ad oggi abbiamo oltre 450 iscritti da ben 44 nazioni!

Il Simposio "è destinato a tutti gli odontoiatri, ma può rappresentare un'opportunità per gli studenti, come primo approccio allo scenario della parodontologia, per ricercatori e universitari, in termini soprattutto di aggiornamento sulla più recente ricerca clinica, di confronto con i grandi della letteratura e come scambio e consolidamento all'interno della comunità scientifica». Già nel primo appuntamento del Simposio, che si è tenuto due anni fa, «abbiamo riscontrato una grande adesione e questo anche in relazione al fatto che la nostra Università si pone come polo di riferimento per la Parodontologia e l'Implantologia internazionali".

Francesca Giani

Per informazioni sul simposio a questo link

Articoli correlati

Quali le maggiori cause di problemi legati ad un intervento implantare. Intervista doppia sul tema al presidente SIdP Mario Aimetti e al presidente IAO Alfonso Caiazzo 


Sebbene la densità ossea al sito di posizionamento implantare sia un fattore determinante per il successo dell’impianto, i metodi quantitativi attualmente disponibili per...

di Danilo Alessio Di Stefano


La domanda in odontoiatria è di quelle che possono fare discutere per mesi: è meglio provare a preservare un elemento dentale con ogni mezzo possibile o posizionare un impianto osteointegrato? Vi...

di Simona Chirico


Edentulia dei mascellari sarà una delle sfide che l’odontoiatria italiana dovrà affrontare sia dal punto di vista della qualità di vita dei pazienti che per gli aspetti economici e...


Quando la tecnologia elide l'imperfezione, nel rispetto dell'idea di tempo ben speso, è allora che la sintesi tra intelligenza artificiale e umana conquista vette altissime. Altrimenti si riduce ad...


Altri Articoli

Dopo l’Europa il Gruppo Editoriale EDRA sbarca negli Stati Uniti e lo fa puntando su due settori strategici come la veterinaria e l’odontoiatria


Al 38° Congresso AIOP si è approfondito il tema “dell’umanizzazione” della protesi e dei pazienti fragili. Guarda la Tavola rotonda organizzata sul tema


Dopo la presentazione del Manuale di Odontoiatria Speciale, dal suo 20° Congresso la SIOH punta alla formazione e sensibilizzazione dell’odontoiatra verso un’odontoiatria a misura dei pazienti...


Dagli USA un’analisi di come e quali applicazioni digitali interesseranno il settore odontoiatrico nel futuro, e non solo per realizzare protesi o curare denti

di Davis Cussotto


Pubblicato in GU il Decreto con la norma che obbliga anche gli igienisti dentali all’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria delle fatture emesse nei confronti dei pazienti. Ecco le modalità


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi