HOME - Approfondimenti
 
 
30 Marzo 2018

Si avvicina scadenza per l’invio dello spesometro per il secondo semestre

Che fare con i dati già inviati attraverso i Sistema tessera Sanitaria?


C’è tempo fino al 6 aprile 2018 per la comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2017. Ma chi ha già inviato i dati delle fatture emesse attraverso il Sistema Tessera Sanitaria come si deve comportare?  

Se lo è chiesto Il Sole 24 Ore nella diretta Facebook di ieri. Secondo gli esperti del quotidiano economico per i dati che sono oggetto di trasmissione al sistema Tessera Sanitaria, il comma 3 dell’articolo 3 del Dlgs 175/2014 ha previsto l’obbligo di invio all’agenzia delle Entrate dei dati delle fatture emesse per prestazioni sanitarie al fine di poter predisporre la dichiarazione dei redditi precompilata. L’inclusione di queste informazioni nello spesometro, ribadiscono dal quotidiano di via Monterosa, “sarebbe, nella sostanza, una duplicazione di dati di cui l’Agenzia è già in possesso”.  

Stessa tesi avanzata da molti interpelli e richieste di chiarimenti dei sindacati di settore.  

Con il comunicato stampa del 12 settembre 2017, l’Agenzia aveva precisato che, nella comunicazione dei dati per il primo semestre era possibile non inserire le fatture oggetto di trasmissione al Sistema Tessera Sanitaria (sistema TS) e che tale comunicazione sarebbe stata esaustiva anche ai fini dello spesometro.  

“Il comunicato stampa di per sé è uno strumento precario per fornire indicazioni ufficiali –chiariscono dal Sole- e allo stato attuale nulla è stato chiarito per l’invio dei dati del secondo semestre; sembrerebbe sensato, tuttavia, che tale semplificazione trovasse applicazione anche in occasione del secondo invio”.  

Sole che ricorda, comunque, che medici, dentisti e le strutture sanitarie obbligate alla trasmissione dei dati al sistema TS restano comunque obbligate alla trasmissione delle fatture di acquisto nonché alla trasmissione delle fatture non soggette alla trasmissione al sistema TS e di quelle che non sono state trasmesse in quanto non voluto da parte del paziente.  

Articoli correlati

Arriva in extremis il Dpcm con la proroga dello Spesometro la cui scadenza era prevista per oggi 28 febbraio. Proroga anticipata qualche settimana fa dal Sottosegretario all’Economia. Con...


Come si deve comportare il medico o il dentista che invia i dati al STS in tema di Spesometro?Ad indicarlo, anche se indirettamente, è l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad un quesito posto da un...


Per la pubblicità stop solo per quella sul gioco di azzardo, modifiche su redditometro e spesometro


La nuova scadenza dell'invio dei dati delle fatture emesse e ricevute nel secondo semestre 2017 passa dal 28 febbraio al 6 aprile. Alla stessa data è fissata la scadenza per le eventuali...


La Camera ha approvato, ieri, in via definitiva il testo collegato alla Manovra con 237 voti favorevoli, 156 contrari e 3 astenuti. Il provvedimento aveva incassato poco prima la fiducia. Tra i temi...


Altri Articoli

La cronaca ci ha nuovamente regalato l’occasione per commentare, ancora una volta, un progetto legislativo dal punto di vista semantico. Che poi è la vera questione di tutte le Leggi che per...

di Norberto Maccagno


Elite Computer Italia, una delle aziende leader nello sviluppo di software e servizi informatici per il settore dentale, parte di Henry Schein One, presenta le ultime soluzioni nel...


Riguarda il Webinar con Daniele Cardaropoli per approfondire e confrontarsi sulle più attuali in tema di chirurgia parodontale.


Più sicuro se abbinato ad una registrazione analogica. L’esperienza di Costanza Micarelli: la tecnologia è un enorme aiuto ma solo se abbinata ad esperienza e conoscenze del clinico e del tecnico


Il Decreto-Legge 21 settembre 2021, n. 127  (DL Green Pass Lavoro) recante Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio