HOME - Approfondimenti
 
 
27 Giugno 2018

Mantenersi in buona forma fisica aiuta ad esprimersi al meglio anche in studio

Studio inglese ha dimostrato importanza attività fisica per manualità e linguaggio

di Davis Cussotto


Sappiamo quanto sia importante l’efficienza fisica per svolgere al meglio la complessa attività del dentista.  Scioltezza e mobilità del rachide  per avere buona  manualità, così come esprimersi al meglio per motivare pazienti e collaboratori, trovano entrambe giovamento dal praticare un esercizio fisico quotidiano.  

Un recente studio pubblicato su Science Newsrealizzato da un gruppo di ricercatori dell’ Università di Birmingham (UK) guidato da Katrien Segaert, ha infatti evidenziato come un fattore chiave per mantenere un buon patrimonio lessicale, sia l’attività fisica quotidiana.   

Chi è fisicamente in forma presenta un linguaggio più appropriato rispetto ai coetanei che non svolgono regolare attività fisica.  Secondo i ricercatori, la funzionalità cognitiva e le abilità linguistiche spesso diminuiscono con l’età.

Pur tuttavia l’esercizio fisico migliora le capacità cognitive, la velocità di elaborazione del pensiero e la memoria.

Poco sappiamo, per ora, del collegamento tra attività fisica e abilità linguistiche.  Su questo tema però  Philip Gorelick, della Michigan State University  di East Lansing (USA) evidenzia come tra i fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo dell'aterosclerosi, della malattia dell'Alzheimer e altre forme di demenza senile ci sia proprio la vita sedentaria e la mancanza di esercizio fisico. 

I risultati di questo studio non sono sorprendenti secondo Gorelick, che non era coinvolto nella ricerca,  ma aggiungono dati a studi precedenti che collegano positivamente l’esercizio aerobico a vari domini cognitivi. Nulla di nuovo rispetto alla famosa citazione di  Giovenale “mens sana in corpore sana”.

Tornando alla nostra attività possiamo concludere che efficienza lavorativa e benessere vanno d’accordo e trovano un punto di incontro nell’esercizio fisico.  

Articoli correlati

Dopo aver letto le norme inserite nella legge di Bilancio che toccano anche lo studio odontoiatrico, i dati rilevati da EDRA e da Key-Stone che indicano la percentuale di odontoiatri e di futuri...

di Norberto Maccagno


Dai dati di un sondaggio commissionato dal Collegio dei Docenti, la fotografia di chi sarà chiamato a esercitare l’odontoiatria del futuro. Tra le certezze: sarà una professione in mano alle...


Quella della figura del titolare di un proprio studio odontoiatrico non è più “maggioranza”. Ecco la fotografia dalla ricerca EDRA sull’esercizio della professione


Caprara: è una strada da percorrere per il nostro bene e quello dei nostri pazienti, non per tornaconti personali o per strategie di marketing


L’applicazione è sempre più indispensabile anche nel rapporto tra paziente e studio. Questi alcuni ambiti (etici) di utilizzo odontoiatrico

di Davis Cussotto


Altri Articoli

Non sono certo i dati del Censis a dover confermare che la povertà, nel nostro paese, non sarebbe stata sconfitta nonostante gli annunci Pentastellati dai balconi. Basta fare un giro...

di Norberto Maccagno


Dopo l’Europa il Gruppo Editoriale EDRA sbarca negli Stati Uniti e lo fa puntando su due settori strategici come la veterinaria e l’odontoiatria


Al 38° Congresso AIOP si è approfondito il tema “dell’umanizzazione” della protesi e dei pazienti fragili. Guarda la Tavola rotonda organizzata sul tema


Dopo la presentazione del Manuale di Odontoiatria Speciale, dal suo 20° Congresso la SIOH punta alla formazione e sensibilizzazione dell’odontoiatra verso un’odontoiatria a misura dei pazienti...


Dagli USA un’analisi di come e quali applicazioni digitali interesseranno il settore odontoiatrico nel futuro, e non solo per realizzare protesi o curare denti

di Davis Cussotto


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi