HOME - Approfondimenti
 
 
04 Luglio 2018

Attività ASO sul paziente: il Ministero chiarisce

Dopo i dubbi, le precisazioni sulle mansioni “dirette” sul paziente

Nor. Mac.

Ma il nuovo profilo consente all’ASO di effettuare l’assistenza necessaria all’odontoiatra anche nel cavo orale? I dubbi erano nati leggendo il testo del nuovo profilo in particolare all’articolo 1 comma 2 dove viene indicato che "è fatto assoluto divieto all'assistente di studio odontoiatrico di intervenire direttamente sul paziente anche in presenza dell'odontoiatra e dei professionisti sanitari del settore".  

Un testo che secondo molti, dando una rigida interpretazione, avrebbe potuto vedere l’ASO che assiste il dentista nel suo operato, denunciata per esercizio abusivo della professione ed il titolare di studio per concorso, con le conseguenze derivanti dalla Legge Lorenzin. A chiedere chiarimenti al Ministero della Salute era stata la CAO Nazionale (anche il SIASO aveva inviato una nota) chiedendo un parere esplicativo. 

Ministero che prima di esprimersi ha consultato il Consiglio Superiore di Sanità che nella riunione del 12 giugno scorso così si è espresso: 

“In particolare, nel dispositivo del parere, il periodo "che si faccia assoluto divieto all'istituenda figura professionale di intervenire direttamente sul paziente anche in presenza del medico" va interpretata come " ... assoluto divieto, all'istituenda figura professionale di eseguire procedure invasive sul paziente, anche in presenza del medico". 

Ministero della salute che ha fatto proprio il parere del CSS e con una nota inviata alla CAO nazionale il 3 luglio scorso, lo ha ufficializzato. 

“Un parere in linea con quanto come CAO avevamo evidenziato”, commenta ad Odontoiatria33 il presidente CAO nazionale Raffaele Iandolo (nella foto). “L’ASO deve poter assistere l’odontoiatra nelle attività proprie della attività clinica del professionista abilitato, ma non si può tollerare che la norma potesse fornire scappatoie a chi vuole invadere ambito professionali di altri. Ritengo che il parere chiarisca ogni dubbio”.   


Sull’argomento leggi anche: 

27 Aprile 2018: Fino a dove l’ASO può intervenire sul paziente 

04 Maggio 2018: La CAO al Ministero: serve un chiarimento sul profilo dell’ASO 

Articoli correlati

Molti i quesiti che abbiamo ricevuto dopo la pubblicazione della notizia della sentenza del tribunale di Ascoli Piceno. Li abbiamo girati alla dott.ssa Rossetti


Lo ribadisce una sentenza del Tribunale di Ascoli Piceno. Per il Giudice: l’ASO non può usare apparecchi RX, quindi non deve seguire corsi di radioprotezione 


Dopo la nota dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro in merito alla possibilità o meno di assumere un'ASO qualificata come apprendista, abbiamo chiesto il parere a Paolo Barbaglia consulente del...


“La nutrizione è uno degli aspetti più importanti che contribuisce alla salute dell’anziano. Un'alimentazione adeguata è importante per il mantenimento dell’attività...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Sarà possibile scaricarlo già dopo la prima dose, l’alternativa è il tampone. Ecco per cosa servirà e come ottenerlo


Chiarello: posticipare per consentire ai nostri consulenti di completare il conteggio delle nostre dichiarazioni


L’obiettivo dell’auto check-up è quello di sensibilizzarli sull’importanza di mantenere comportamenti sani per la tutela della salute, cominciando da bocca e denti


Alleanza per la Professione Medica presenta mercoledì 28 luglio il suo “Manifesto per il rilancio della sanità italiana”


Nuove scadenze per i versamenti delle tasse e degli acconti, contributi per chi acquista e sulla commissione del POS e bonus sanificazione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I rischi dell’implantologia “fai da te”