HOME - Approfondimenti
 
 
30 Luglio 2018

Nei prossimi 20 anni crescerà il numero dei dentisti USA

Dati in controtendenza rispetto all’Europa

di Cussotto Davis


Spesso quanto accede oltre ocenao anticipa le tenenze negli anni successtivi nel Vecchio Continente, così può essere interessante sapere che il numero dei dentisti USA tenderà ad aumentareprogressivamente nel prossimi 20 anni. 

A sostenerlo è report diffuso dall’Health Policy Institute (HPI)  dell’ ADA (American Dental Association) al termine di un webinar svoltosi di recente a cui hanno partecipato rappresentanti di ricercatori, accademici e professionisti del dentale a stelle e strisce.Il rapporto, secondo  Marko Vujicic HPI Chief Economist,  è un completamento di quello redatto  pubblicato nel 2016. L’ultima versione tiene conto di come le forze del mercato e la crisi economica, potrebbero influenzare le decisioni di pensionamento dei dentisti. Stima inoltre che tra i  nuovi laureati in odontoiatria alcuni  potrebbero decidere di non esercitarsi a tempo pieno  negli Stati Uniti. 

Oggi i dentisti USA sono 60,9 ogni 100.000 abitanti. Si stima che saliranno a 61,6 nel 2022 e 62,6 nel 2027 e 63,7 nel 2037. Cresceranno i giovani professionisti e le donne e i rappresentanti delle minoranze etnicheche raggiungeranno il 46 % del totale degli occupati. La crescita della popolazione si stima più lenta rispetto al numero di dentisti.  

Chi entrerà nel mercato del lavoro nei prossimi anni lavorerà su di un numero inferiore di pazienti e con orario di lavoro clinico ridotto

Le previsioni presentano sempre un margine di incertezza poichè è difficile stimare come cambierà la domanda dei pazienti influenzata da nuovi trend e dalle  politiche sanitarie attuate a livello Federale .Nonostante tutto Vujicic resta ottimista poichè il numero di laureati che producono le Dental Shoolè praticamente invariato dal 1980 è questo se abbinato alla crescita demografica è sicuramente un parametro occupazionale positivo.  Ultima considerazione è la tendenza che porta i neo dentisti a ritornare a lavorare nelle comunità di provenienza.

Il maggior numero di donne e di rappresentanti delle minoranze etniche potrebbe migliorare  il livello di soddisfazione della domanda.   

Altri Articoli

Cronaca     02 Agosto 2018

Odontoiatria33 è in ferie

Torneremo ad informarvi giornalmente dal 3 settembre


In Sardegna dal 5 al 7 ottobre


Alcune riflessioni e anticipazioni sui temi in discussione in Parlamento


Alcune riflessioni di Maria Sofia Rini sull’odontoiatria “commerciale”


Cronaca     30 Luglio 2018

On-line il nuovo sito SIASO

Più contenuti e servizi dedicati agli iscritti


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi