HOME - Approfondimenti
 
 
05 Ottobre 2018

Competenze estetiche per gli odontoiatri e vendita materiali a non iscritti all’Albo

Il GTO chiede ulteriori chiarimenti. Su mansioni ASO necessario monitoraggio

Norberto Maccagno

Sulla liceità delle terapie estetiche del viso da parte dei laureati in odontoiatria e protesi dentaria servono ulteriori precisazioni da parte del Consiglio Superiore di Sanità. La richiesta emerge dal verbale della riunione del Gruppo Tecnico sull’Odontoiatria presso il Ministero della Salute del luglio scorso, reso pubblico dopo la sua approvazione avvenuta nella riunione di giovedì 27 settembre. 

Secondo quanto pubblicato nel verbale, il GTO ha indicato la necessità che la Direzione Generale delle Professioni Sanitarie faccia richiesta al Consiglio Superiore di Sanità (CSS) di un nuovo pronunciamento in materia, “in special modo a chiarimento dei termini ‘relativi tessuti’ già contenuti in analogo precedente parere del CSS del 14 luglio 2014”. 

Necessità di meglio chiarire anche sul tema degli adempimenti “sul paziente” da parte della figura dell’ASO a seguito del parere espresso nel giugno scorso dal CSS attraverso il quale veniva chiarito che il periodo presente nel Decreto di istituzione della figura dell’ASO in cui si recita "che si faccia assoluto divieto all'istituenda figura professionale di intervenire direttamente sul paziente anche in presenza del medico" va interpretata come " ... assoluto divieto, all'istituenda figura professionale, di eseguire procedure invasive sul paziente, anche in presenza del medico".   

Il presidente ANDI Carlo Ghirlanda, stando al verbale del GTO, riferendosi agli adempimenti da parte della figura dell’ASO “manifesta la necessità che vengano ben dettagliate le competenze di tale figura professionale. Inoltre, evidenzia che esistono problematiche relative al percorso formativo che tale figura debba intraprendere”. 

Il presidente nazionale CAO, Raffaele Iandolo, sul tema ASO evidenzia che “la recente precisazione del Consiglio Superiore di Sanità sulle caratteristiche di ‘invasività’ delle mansioni eseguibili dall’ASO se da un lato ‘rasserena’ gli odontoiatri e le /gli stessi assistenti alla poltrona poiché non rischiano più di vedersi accusare di esercizio abusivo della professione, dall’altro non indica in maniera esaustiva quali siano le attività non invasive che possono essere compiute dalla nuova figura professionale”.

Per il dott. Giovanni Nicoletti, vice presidente del Gruppo Tecnico sull’Odontoiatria, “l’attuazione del provvedimento” dovrà essere monitorata nel tempo “al fine di evidenziare eventuali problemi di applicazione tali da necessitare correttivi”. Altra questione passata “sotto la lente” del GTO quella del pronunciamento del Consiglio di Stato sulla richiesta avanzata dall’Ufficio legislativo del Ministero della salute in materia di divieto di vendita di materiali, farmaci ed attrezzature odontoiatriche a soggetti non iscritti all’Albo degli odontoiatri.

Il dott. Nicoletti riferisce che tale pronunciamento “non ha sostanzialmente chiarito se sussistano, ancora oggi, le restrizioni poste dalla Legge n.175/92 specie tenuto conto di quanto normato dalle disposizioni contenute nella Legge n. 183/2011 e nella più recente Legge n.124/2017”.  Sull'argomento il presidente del GTO Giuseppe Ruocco ritiene necessario “un maggiore approfondimento con il responsabile dell’Ufficio legislativo e si fa promotore di tale iniziativa”.    

Articoli correlati

Ottimo segnale di trasparenza da parte del Ministero della Salute che sul proprio portale apre una pagina dedicata al Gruppo Tecnico sull'Odontoiatria pubblicando documenti di interesse e tutti i...


Torna a costituirsi il Gruppo Tecnico sull'Odontoiatria presso il Ministero della Salute.Il Gruppo tecnico, si legge nel Decreto firmato oggi dal Direttore generale della prevenzione sanitaria...


L’esperienza della CAO di Brescia può fare scuola


Altri Articoli

E’ lunedì 15 ottobre, a Palazzo Chigi si riunisce il Consiglio dei Ministri numero 23 per visionare, eventualmente discutere e poi approvare, tutti gli articoli contenuti nel Decreto fiscale,...


Focus sulle giornate romane di odontoiatria protesica Sweden & Martina


Il Ministro della salute spagnolo promette interventi legislativi, mentre nasce il problema “finanziamenti”


L’analisi e lo scenario (pratico) secondo l’ex segretario AIO Raffaele Sodano


 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


15 Ottobre 2018
Cerco odontoiatri esperti in conservativa e protesi a San Benedetto del Tronto (AP)

Primario centro odontoiatrico, in forte sviluppo sul territorio nazionale, è alla continua ricerca di personale motivato, qualificato e pronto a far parte del proprio progetto.
Nello specifico ricerca:
ODONTOIATRI principalmente per le seguenti discipline:
CONSERVATIVA ED ODONTOIATRIA
PROTESI
Requisiti richiesti:
-Laurea attinente all'esercizio dell'attività di Medico Odontoiatra.
-Comprovata esperienza nel ruolo.
-Attinenza e disponibilità al lavoro in TEAM.
E' richiesta una disponibilità di almeno 1/2 giorni a settimana.
Zona di riferimento: San Benedetto del Tronto ( AP )
CONTATTI: lifecoach@teletu.it (inviare il curriculum con relativo recapito telefonico per esser contattati dalla direzione )

 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi