HOME - Approfondimenti
 
 
11 Dicembre 2018

Fattura verso il cittadino paziente: come comportarsi dal primo gennaio 2019

Nor.Mac.

Dal 2019 la fatturazione elettronica diventa obbligatoria anche nel rapporto con i privati ed i cittadini. Come deve comportarsi il dentista nell’emettere fattura nei confronti del proprio paziente? 
Se durante i passaggi parlamentari non verrà modificato l’articolo 10-bis del Decreto Fiscalegli operatori sanitari che inviano i dati al Sistema Tessera Sanitaria non dovranno emettere fattura elettronica nei conforti dei soli pazienti i cui dati vengono inviate al StS, mentre dovranno farlo per i pazienti che non consentono l’invio. 


Emettere fattura elettronica nei confronti del cittadino che non consente l’invio dei dati della fattura al StS. 

L’Agenzia delle Entrate, nella sezione delle Faq, indica le modalità di emissione di fatturazione elettronica nei confronti dei cittadini privi di Partita Iva. Il dubbio principale è riferito ai dati da inserire. Oltre a quelli fiscali già presenti nella fattura “analogica” (nome, cognome, residenza, codice fiscale) si dovrà inserire:

  • Se il paziente ha un indirizzo di posta elettronica certificata si dovrà inserire quello, il Sistema di Interscambio a cui il professionista dovrà inviare la fattura elettronica in formato Xml invierà la fattura a quell’indirizzo.
  • Se invece il paziente non ha una casella di posta certificata il professionista dovrà allora indicare nel campo “Codice Destinatario” il codice “0000000”. In questo caso il SDI invierà la fattura nel cassetto fiscale del cittadino paziente. Il professionista, spiegano dalle Entrate, dovrà anche comunicare al consumatore che il documento è a sua disposizione nell’area riservata di FiscoOnline. 

Al contrario di quanto indicato in un primo momento, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che anche nel caso il professionista emetta fatturazione elettronica al cittadino inviandola al SDI, a questi “si dovrà consegnare una copia della fattura elettronica emessa, in formato analogico o elettronico, salvo che il cliente non rinunci ad avere tale copia”.    

Articoli correlati

I consigli di Franco Merli sui documenti da conservare, quelli da dare al paziente e come inviare i dati al Sistema Tessera Sanitaria


cronaca     14 Febbraio 2020

Medici e dentisti: è corsa al POS

La possibilità di detrarre le spese sanitarie solo se pagate con strumenti tracciabili ha costretto medici e dentisti a dotarsi del POS. 400% l’aumento di rischiste nell’ultimo mese


L’Esecutivo presenta un emendamento al decreto MIlleproghe. L’On. Nevi conferma la presentazione del suo che posticiperebbe, invece, l’entrata in vigore della norma di un anno


Chi può detrarla, come ci si deve comportare per l’invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria, e se il paziente è un minore? Questi i consigli del Commercialista


Dal primo gennaio entrano in vigore le norme sui pagamenti tracciabili per poter detrarre le spese sanitarie. Questi i nuovi obblighi per i dentisti. Scarica l’informativa da consegnare al...


Altri Articoli

Una ricerca su JADA è lo spunto per le considerazioni del prof. Gagliani nella sua Agorà del Lunedì. L’argomento è la comunicazione della prevenzione, ma anche il valore delle revisioni...

di Massimo Gagliani


Troppo incerta la situazione, UNIDI decide di annullare l’appuntamento di novembre e rimandare a maggio 2021


Sulla questione bonus sanificazione perché stupirsi?Fin dal primo DCPM che il Governo ha annunciato, prima ancora di vararlo, sottolineo come la linea d’intervento governativa seguita è...

di Norberto Maccagno


Disponibile la registrazione completa del webinar live dal titolo “Covid-19: ci si può organizzare per una prevenzione più “strutturale” e meno invasiva?”


Due le possibilità per gli iscritti, una applicabile da subito, l’atra solo se i Ministeri vigilanti daranno parere favorevole. Ecco le indicazioni di ENPAM


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio