HOME - Approfondimenti
 
 
15 Febbraio 2019

Lavarsi le mani in studio, anche se si usano i guanti. I consigli del CDCP

di Davis Cussotto


Il dentista non sempre ha la giusta percezione di quanto una semplice abitudine come lavarsi le mani,  sia importante per  la tutela della salute del paziente e di tutto il personale sanitario dello studio dentistico. Questo è quanto emerge da un recente studio di Hsin-Chung Cheng eseguito alla Taipei Medical University College of Oral Medicine in Taiwan e pubblicato su Journal of International Medical Research

Lo studio ha monitorato il comportamento e le abitudini di igiene di 37 neo-odontoiatri in migliaia di situazioni diverse, prima e dopo il contatto con il paziente nell’esecuzione di interventi in   tutte le branche dell’odontoiatria. Osservatori ad hoc addestrati,  hanno giudicato accuratezza e aderenza ai protocolli di igiene del campione.    

Su questa base gli osservatori hanno classificato 5 occasioni lavorative diverse

1 Prima del contatto con il paziente.

2 Prima di usare uno strumento.

3 Dopo il contatto con il paziente.

4 In caso di esposizione diretta ai liquidi del paziente.

5 Toccando l'area che circonda il paziente. 

I risultati evidenziano che la compliance al lavaggio delle mani è stata del 34%, un  valore molto basso che  tende però ad aumentare prima degli interventi di  chirurgia orale rispetto a quelli di clinica generale. 

Dal portale del Center for Disease Control and Prevention di Atlanta (USA), che con l’OMS  promuove ogni anno il Global Handwashing Day (prossima data 15 ottobre 2019),  abbiamo tratto questi 5 steps per lavare correttamente le mani: 

1) Bagna le mani con acqua corrente pulita, applica il sapone.

2) Bagna  le mani strofinandole insieme con il sapone. Assicurati di insaponare il dorso delle mani, tra le dita e sotto le unghie.

3) Scrub delle  mani per almeno 20 secondi. Hai bisogno di un timer? Canta, anche mentalmente, la canzone "Happy Birthday" dall'inizio alla fine due volte.

4) Risciacqua bene  sotto l'acqua corrente pulita.

5) Asciugale  con un asciugamano monouso  o con getto  all'aria. 


L’ampia diffusione dei guanti monouso non ci esime dall’ eseguire questa parassi

A) Inizio, fine giornata, prima e dopo la pausa caffè, toilette..

B) Prima di interventi di chirurgia, parodontologia, endodonzia.

C) Ogni volta che accidentalmente le mani vengono a contatto con i liquidi del paziente Prima e dopo le procedure cliniche non invasive, è consigliato  utilizzare i detergenti alcoolici che riducono drasticamente la carica batterica.

Le unghie sempre curate e ampio uso di creme idratanti per proteggere la pelle delle mani.

Articoli correlati

Prof. Levrini: una corretta igiene orale che includa l’utilizzo di un collutorio a base di CPC può essere uno strumento in più per proteggere la salute orale, anche dal Covid-19


approfondimenti     23 Novembre 2020

Premio Colgate 2020

Vince il progetto dell’Università degli Studi dell’Aquila: “Dal microbiota alla prevenzione e trattamento dei problemi gengivali”


I disturbi dell’alimentazione (ED), come l’anoressia o la bulimia, sono gravi malattie psicosociali che colpiscono adulti e soprattutto adolescenti.Gli individui affetti da ED...

di Alessandra Abbà


Calano i posti ma aumentano le sedi dei corsi che arrivano a 31. Ecco le assegnazioni per singolo Ateneo


La dottoressa Viviana Cortesi Ardizzone, raccontandoci una sua giornata di lavoro, ci guida nelle procedure e strumenti da utilizzare nel post Covid-19


Altri Articoli

Nella restaurativa abbiamo visto tutto e il suo contrario, nella protesi pure. Il tema affrontato dal prof. Massimo Gagliani è quello dei perni

di Massimo Gagliani


Berrutti (UNIDI): Lo spostamento di Expodental Meeting a giugno tiene conto del mutato calendario fieristico e della volontà di espositori e visitatori di incontrarsi nuovamente


La Regione: quelli che svolgono tirocinio sono da considerare a tutti gli effetti operatori sanitari ai fini della normativa in materia di profilassi vaccinale


L’Associazione chiede di inserire nel Milleproroghe l’esenzione IVA su tutti i DPI finché non sia definitivamente superato lo stallo delle vaccinazioni e superato lo stato di emergenza


Mentre il Parlamento europeo si interroga su di un possibile “passaporto sanitario” necessario per poter viaggiare tra gli Stati, in sanità si sta cominciando a discutere...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale