HOME - Approfondimenti
 
 
23 Maggio 2019

Spazzolino elettrico, uno studio “prova” l’efficacia contro parodontite. Aimetti (SIDP): strumento efficace ora confermato anche dalla ricerca


Nuova conferma per lo spazzolino elettrico come efficace strumento per l’igiene orale anche per combattere parodontite e rallentare la progressione dei problemi gengivali. 

A “certificarlo” è uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Periodontology, la rivista ufficiale della European Federation of Periodontology (EFP) condotto da Vinay Pitchika, dell'Università di Greifswald, in Germania.Lo studio è durato 11 anni ed ha coinvolto 2.819 individui con parodontite di vario grado.

La ricerca ha rilevato che i pazienti che utilizzavano lo spazzolino elettrico, con una situazione di salute gengivale non compromessa, presentavano una minore perdita di denti, valutata nel 20% rispetto agli altri e una riduzione delle tasche paradontali. 

Sui pazienti con una parodontite più importante, non sono state osservate grosse differenze tra chi usava lo spazzolino elettrico e chi quello manuale. Secondo i ricercatori questo indica come l'uso dello spazzolino elettrico consenta di mantenere in buona salute il cavo orale rallentando la progressione della malattia parodontale. 

"Questo lavoro sembra confermare i dati che in letteratura stanno emergendo negli ultimi anni sulla maggiore efficacia dello spazzolino elettrico nel controllare la placca batterica riducendo di conseguenza il rischio di progressione di paradontite", sottolinea all'ANSA Mario Aimetti Presidente della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia. 

Articoli correlati

La parodontite aggressiva localizzata (LAgP) è, come sottolineato nella sua definizione, localizzata e colpisce principalmente i primi molari e incisivi permanenti.Ha un inizio...

di Lara Figini


La malattia parodontale è molto diffusa nei soggetti adulti e diversi studi di letteratura dimostrano che ha un impatto negativo sulla qualità della vita dei pazienti affetti,...

di Lara Figini


La parodontite nei suoi stadi più avanzati può portare a dei disallineamenti o affollamenti dentali che vanno a compromettere l’estetica e a creare, quindi, una situazione...

di Lara Figini


Diversi sono gli approcci terapeutici proposti in letteratura per aumentare il volume dei tessuti molli nelle recessioni gengivali e, per molti anni, l’utilizzo di innesti di...

di Lara Figini


La parodontite è una malattia infiammatoria cronica caratterizzata da una perdita irreversibile di attaccamento del tessuto connettivo e dell’osso alveolare ed è una delle...

di Alessandra Abbà


Altri Articoli

L’On Boldi presenta un emendamento al decreto mille proroghe che punta ad abolire la norma. Dalle carte emerge che l’obiettivo del Governo era risparmiare e non combattere il nero


Nei giorni scorsi il Sole 24 Ore ha pubblicato un bilancio del primo anno di fatturazione elettronica, in realtà come spesso capita con la pubblica amministrazione i dati non sono proprio...

di Norberto Maccagno


Il racconto di un caso di odontoiatria legale consente alla dott.ssa Maria Sofia Rini di portare alcune considerazioni sul rapporto fiduciario medico paziente


Per il presidente CAO Cuneo la questione è il diritto del paziente ad affrontare il pagamento come crede  e senza discriminare il privato verso il pubblico


Organizzato per giovedì 23 gennaio 2020 da ANOMEC a Milano, un evento dal titolo: “Costi di gestione dello studio e convenzioni sanitarie: due realtà incompatibili?”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni