HOME - Approfondimenti
 
 
26 Giugno 2019

FEDERODONTOTECNICA fa il punto sulla posizione in merito a formazione (universitaria), identità della professione ed area di competenza


Diciotto mesi orsono, si è costituita la FEDERODONTOTECNICA. Non voleva essere una ulteriore compagine associativa, bensì un elemento di novità; novità derivante da fattori che non facevano parte o almeno non tenevano in considerazione le novità e lo scenario futuro del comparto e del settore, che si andava profilando.

A distanza di tempo, che se per alcuni è niente, ci si ritrova ad essere obbligati a fare ragionamenti e scelte indifferibili

Non sto a rivangare la storia e i discorsi del passato che comunque ancora per molti sono attuali, nè tantomeno mi viene di criticare il perché di queste posizioni, non dimentico che fino a qualche tempo addietro anch’io ho partecipato ai ragionamenti su queste tematiche. Oggi però le cose sono notevolmente cambiate ed in costante evoluzione. 

L’Odontotecnica che è parte integrante di quell’area che definisco “la Dentistica”, in quanto sono presenti tutte le componenti del Settore: Odontoiatri, Odontotecnici, Industria, Distribuzione e tutte le figure attinenti, devono confrontarsi con nuove tecnologie novità scientifiche nonchè leggi e nuovi regolamenti. 

Ma desidero soffermarmi solo all’Odontotecnica, partendo da quello che ci consegna il passato. Andavamo cercando in merito alla nostra identità con la volontà di uscire da quell’ambito nebuloso e controverso, la nostra collocazione. Quello che per noi era un elemento di novità, oggi ci si presenta, si è concretizzata: area tecnica

Da questo punto parte tutto il ragionamento e la sua progettualità.

L’odontotecnico nel proprio laboratorio costruisce tutti i dispositivi che gli vengono prescritti dagli odontoiatri e per questo, è inconfutabile ne sono i fabbricanti; quello che fino ad oggi è il sistema formativo scolastico non è più sufficiente, il nostro percorso di istruzione necessita di una formazione tecnica e scientifica  superiore: quella universitaria, a tal proposito viste le esigenze specifiche, abbiamo la necessità di un Corso di Laurea in Odontotecnica presso il Dipartimento di Ingegneria. Sempre di più l’Odontotecnica con le nuove tecnologie sarà (ma di fatto il processo è già iniziato), la componente tecnica in ambito sanitario, ma non può definirsi Area o professione sanitaria. 

La commistione di ruoli o rapporti anomali, che peraltro ancora persistono nella quotidianità operativa tra medici e tecnici è destinata inevitabilmente a finire. E’ decisamente il tempo di cambiare rotta, abbiamo l’assistenza di questo nel nuovo avanzamento tecnologico, abbiamo il dovere di approfittarne. 

Dobbiamo rafforzare il nostro impegno per il mantenimento e la esclusività del nostro spazioprofessionale. 

Dobbiamo sapere che abbiamo la necessità di ripensare i nostri rapporti Associativi, Sindacali e Istituzionali in chiave diversa ma soprattutto nel rispetto reciproco e comunque, ma questo è un altro tema, farli divenire un programma di salvaguardia comune. 
Aiutiamoci a toglierci dalle ambiguità, cerchiamo di abbreviare i tempi per questa trasformazione. 

Gli industriali faranno gli industriali, gli odontoiatri faranno gli odontoiatri, gli odontotecnici faranno gli odontotecniciUn’area tecnica non sanitaria, quella che finalmente consegnerà alla dentistica una connotazione ancor più delineata. Oggi le Organizzazioni degli Odontoiatri, almeno a parole, chiedono una diversificazione dei ruoli. Benissimo facciamo in modo che nello studio dentistico ci entri il fattorino per il ritiro e le consegne dei lavori, per quanto ci riguarda fatturando con il sistema elettronico il sistema di pagamento può avvenire tranquillamente attraverso l’IBAN. I rapporti diretti tra odontoiatra e odontotecnico, sono e saranno quelli commerciali, quelli tecnici ovviamente e se per caso si instaurano anche rapporti di amicizia, perché no anche con delle buone cene. 

Vito Lombardi: Presidente Federodontotecnica

Articoli correlati

Cardamone: odontotecnico, figura tecnica estremamente importante ma non può e non deve essere inserito tra le professioni sanitarie


Nell’ambito delle attività sindacali che fanno parte del progetto di Federodontotecnica, è stato definito l’accordo che regolamenta il rapporto di lavoro tra le Imprese odontotecniche ed il...


Presentazione di programmi e iniziative


Incontro anche per ribadire le competenze degli odontotecnici in tema di fabbricazione della protesi


Altri Articoli

1.200 cliniche dentali presenti su tutto il territorio spagnolo apriranno le loro porte alle future mamme. Questi gli aspetti chiave da seguire suggeriti alle donne in gravidanza


Collaboratori, titolari di studio e team odontoiatrico, visti dal consulente di gestione. Le criticità, i consigli e le “soluzioni”


FESPA denuncia la mancanza di dotazione minima strutturale degli ambulatori Odontoiatrici del Verbano Cusio Ossola che ora rischiano la chiusura


A rischio 17 mila posti di lavoro, emendamento che impedirebbe ad una fascia considerevole di popolazione di accedere a cure odontoiatriche di qualità e a costi accessibili


Ghirlanda: ‘’nessuno chiede la chiusura di questi centri e, di conseguenza, non esiste alcun rischio occupazionale, sarà una loro libera scelta se adeguarsi alle regole’’


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi