HOME - Approfondimenti
 
 
28 Giugno 2019

Proroga del pagamento delle tasse, chi è sicuro di poter aspettare e chi invece ‘’non si sa’’. I consigli del commercialista

Nor. Mac.

Secondo quanto approvato nel Decreto Crescita, convertito in legge in via definiva ieri 27 giungo anche dal Senato, viene prorogato il termine dei versamenti delle tasse dal 30 giugno al 30 settembre 2019.  
Il testo indica che la proroga è per “i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale di cui all’articolo 9-bis del decreto-legge 24 aprile 2017, n.50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n.96, e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito, per ciascun indice, dal relativo decreto di approvazione del Ministro dell’Economia e delle Finanze”. 

Il dubbio è quindi se la possibilità di pagare quanto dovuto al fisco entro il 30 settembre, e non entro il primo luglio, riguarda anche i contribuenti minimi e forfetari esclusi dal dover sottostare agli ISA, per esempio gli odontoiatri collaboratori che fatturano meno di 65mila euro annui o i piccoli laboratori odontotecnici. 

“La norma certamente non è chiara anche se sembrerebbe escludere i forfettari”, spiega ad Odontoiatria33 Franco Merli (nella foto), dottore commercialista consulente fiscale ANDI Genova.

“L’Agenzia delle Entrate –continua il dott. Merli- in precedenti circolari aveva chiarito che siccome la proroga riguarda soggetti che esercitano attività per la quale è stato approvato il relativo studio di settore, tra i soggetti che fruiscono della proroga rientrano anche quelli interessati da una causa di esclusione o di inapplicabilità dello studio di settore. Quindi se viene considerato questo pronunciamento, anche gli odontoiatri o i laboratori odontotecnici in regime forfettario potrebbero godere della proroga”. 

Con molta probabilità nei prossimi giorni arriveranno chiarimenti, dice il dott. Merli che consiglia. “Chi vuole evitare di dover correre all’ultimo momento in caso di chiarimenti dell’ultima ora che escludono la proroga per i forfettari, consiglio di effettuare il pagamento entro il primo luglio e le eventuali successive rate con la maggiorazione dello 0,4%. Peraltro anche i contribuenti che possono godere della proroga, se hanno già preparto conteggi ed F24, possono ovviamente pagare seguendo le vecchie scadenze”.  


Articoli correlati

La Consulta Nazionale dei CAF chiede un intervento del Ministero delle finanze per evitare criticità per contribuenti e prestatori di servizi


Ammessi solo quelli che riguardavano proroghe. L’On leghista prova anche la carta del ricorso ma senza successo. Tenterà altre strade


Per il dott. Mele il tentativo del Governo di risparmiare complicando la vita ai contribuenti è un comportamento “disgustoso”


C’è tempo fino al 31 gennaio, la FNOMCeO sollecita gli iscritti. Quest’anno è la prima volta degli igienisti dentali. Queste le sanzioni per ritardatari e inadempienti 


Fiorile, una norma che crea disagi ad anziani e famiglie e va nella direzione opposta chiesta da AIO


Altri Articoli

L’On. Alberto Volponi è "il papà" di una delle leggi la cui applicazione, o la non applicazione, è da sempre alla base dello “scontro” giudiziario tra Catene, Sindacati ed anche Ordine: la...

di Norberto Maccagno


La Consulta Nazionale dei CAF chiede un intervento del Ministero delle finanze per evitare criticità per contribuenti e prestatori di servizi


Ammessi solo quelli che riguardavano proroghe. L’On leghista prova anche la carta del ricorso ma senza successo. Tenterà altre strade


Poco più di 62 mila il numero totale, meno di 800 il saldo attivo dei nuovi iscritti nel 2019. Tra questi molte le donne


Avviso di richiamo per una serie di lotti di Abutment di guarigione Certain® BellaTek® Encode® 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni