HOME - Approfondimenti
 
 
11 Luglio 2019

SNO-CNA alla “Maratona del patto sulla salute”: superare criticità circuito di scambio informazioni per monitorare il dispositivo medico


“L’accresciuta capacità professionale messa in campo dagli odontotecnici costituisce una garanzia per la salute degli utenti finali a cui sono destinati i dispositivi su misura da essi realizzati”. A dirlo durante la “Maratona del patto sulla salute” è stato il Portavoce nazionale CNA Francesco Amerighi (nella foto) intervenendo nella giornata dedicata ai dispositivi medici

“La fabbricazione dei dispositivi dentali su misura è caratterizzata da un sistema di microimprese specializzate in cui gli odontotecnici assicurano le competenze e il saper fare, garantendo professionalità̀, sicurezza del prodotto, a tutela della salute del cittadino”, ha continuato il rappresentante CNA. 

Ricordando come il percorso di digitalizzazione del settore stia impattando fortemente sulle imprese odontotecniche e come queste siano lavorando anche per adeguarsi a quanto previsto dal Regolamento europeo, Amerighi sottolinea come sul tema “vi sono alcune particolari criticità̀ che richiedono necessariamente uno stretto rapporto con i soggetti istituzionali, questi, devono tutelare e garantire il ruolo dell'odontotecnico come unico fabbricante di protesi e della loro messa in commercio. Adesso non è più procrastinabile riconoscimento di questa categoria tra le professioni sanitarie. Il ruolo dell’odontotecnico oggi più che mai rappresenta una figura importante a garanzia e tutela della salute dell’utente finale”. 

Tra le criticità evidenziate per cui vengono chiesti interventi “il sistema di gestione qualità” che ricorda Amerighi, “deve necessariamente fornire evidenze che sono legate a un circolo virtuoso fabbricante-utilizzatore”.  

In particolare il CNA si sofferma sulla valutazione clinica necessaria prevista dal Regolamento ed il sistema di monitoraggio che deve svolgere il fabbricante per segnalare, anche, eventuali criticità.  Un circuito di scambio di informazioni fondamentale per attivare un flusso per il miglioramento del prodotto, ai fini funzionali e della sicurezza.

“Risulta però indispensabile –dice Amerighi- per ottenere tale flusso e applicare la norma – nello spirito e nella lettera – garantire il feedback post market, che nella generalità dei casi viene inibito, escludendo il fabbricante proprio dalle informazioni necessarie”.  

Articoli correlati

Dopo gli interventi di ANDI, UNID e SNO/CNA, alla giornata di apertura della Maratona del Patto sulla Salute, ieri martedì 9 luglio, è stata la volta degli odontotecnici di Confartigianato...


Le tre sigle maggiormente rappresentative della categoria odontotecnica si sono riunite a Roma, nella sede CNA, per condividere ed indicare i punti “irrinunciabili”. Presenti i presidenti delle...


Diciotto mesi orsono, si è costituita la FEDERODONTOTECNICA. Non voleva essere una ulteriore compagine associativa, bensì un elemento di novità; novità derivante da fattori che non facevano parte...


L’idea è quella già sperimentata nel tempo in altre zone d’Italia ovvero utilizzare gli studenti delle scuole di odontotecnica, sotto la supervisione di odontotecnici abilitati, per realizzar...


La Spagna è tra i paesi europei con il mercato odontoiatrico più simile a quello italiano anche per numero di professionisti, se si considerano i soli esercenti italiani. Nei giorni scorsi...


Altri Articoli

Tra i temi di stretta attualità su cui il Governo (o parte di esso) dice di voler intervenire -comunque lo annuncia- c’è quello del salario minimo. Che è di fatto la copia...

di Norberto Maccagno


Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi