HOME - Approfondimenti
 
 
11 Luglio 2019

SNO-CNA alla “Maratona del patto sulla salute”: superare criticità circuito di scambio informazioni per monitorare il dispositivo medico


“L’accresciuta capacità professionale messa in campo dagli odontotecnici costituisce una garanzia per la salute degli utenti finali a cui sono destinati i dispositivi su misura da essi realizzati”. A dirlo durante la “Maratona del patto sulla salute” è stato il Portavoce nazionale CNA Francesco Amerighi (nella foto) intervenendo nella giornata dedicata ai dispositivi medici

“La fabbricazione dei dispositivi dentali su misura è caratterizzata da un sistema di microimprese specializzate in cui gli odontotecnici assicurano le competenze e il saper fare, garantendo professionalità̀, sicurezza del prodotto, a tutela della salute del cittadino”, ha continuato il rappresentante CNA. 

Ricordando come il percorso di digitalizzazione del settore stia impattando fortemente sulle imprese odontotecniche e come queste siano lavorando anche per adeguarsi a quanto previsto dal Regolamento europeo, Amerighi sottolinea come sul tema “vi sono alcune particolari criticità̀ che richiedono necessariamente uno stretto rapporto con i soggetti istituzionali, questi, devono tutelare e garantire il ruolo dell'odontotecnico come unico fabbricante di protesi e della loro messa in commercio. Adesso non è più procrastinabile riconoscimento di questa categoria tra le professioni sanitarie. Il ruolo dell’odontotecnico oggi più che mai rappresenta una figura importante a garanzia e tutela della salute dell’utente finale”. 

Tra le criticità evidenziate per cui vengono chiesti interventi “il sistema di gestione qualità” che ricorda Amerighi, “deve necessariamente fornire evidenze che sono legate a un circolo virtuoso fabbricante-utilizzatore”.  

In particolare il CNA si sofferma sulla valutazione clinica necessaria prevista dal Regolamento ed il sistema di monitoraggio che deve svolgere il fabbricante per segnalare, anche, eventuali criticità.  Un circuito di scambio di informazioni fondamentale per attivare un flusso per il miglioramento del prodotto, ai fini funzionali e della sicurezza.

“Risulta però indispensabile –dice Amerighi- per ottenere tale flusso e applicare la norma – nello spirito e nella lettera – garantire il feedback post market, che nella generalità dei casi viene inibito, escludendo il fabbricante proprio dalle informazioni necessarie”.  

Articoli correlati

Le nuove tecnologie e la professione odontotecnica: un focus a 360° tra clinica e rivendicazioni sindacali nell’evento ANTLO organizzato a Vicenza


Per Daniele Benatti serve un salto culturale che possa “rimettere speranza in un segmento, quello odontotecnico, che rischia davvero l’estinzione”


Una serie di considerazioni del decano dell’odontotecnica, Rodolfo Timiani, su quale sia il reale ed attuale ruolo dell’odontotecnico nel Team odontoiatrico 


Nota di precisazione su articolo Odontoiatria33 del 27 luglio 2019 


Dopo gli interventi di ANDI, UNID e SNO/CNA, alla giornata di apertura della Maratona del Patto sulla Salute, ieri martedì 9 luglio, è stata la volta degli odontotecnici di Confartigianato...


Altri Articoli

La proposta 5 Stelle contenuta tra gli emendamenti alla Manovra. Sen. Endrizzi: compatibile con la legge di Bilancio, le SrL odontoiatriche comportano perdite erariali rispetto a StP 


A Pescara un ex (vero dentista) all’Aquila due odontotecnici ed un odontoiatra


Un regolamento, in fase di realizzazione, definirà le regole per iscriversi. Pollifrone (CAO Roma): “l’obiettivo è quello di tutelare sempre la salute dei cittadini”


Il presidente CAO di Cuneo commenta i dati illustrati durante il convengo EDRA e sostiene che battersi per una modalità di esercizio omogenea serve per tutelare la salute dei cittadini da chi punta...


Un sistema matematico che trasforma una richiesta iniziale in una risposta finale coerente ed efficacie nella chirurgia guidata


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi