HOME - Approfondimenti
 
 
17 Luglio 2019

Pubblicità e informazione in sanità, così viene regolamentata in Europa

M.Boc.

Sulla questione della pubblicità e dell’informazione sanitaria, sono molte gli Ordini e le Associazioni odontoiatriche europee ad interrogarsi sulle regole che si dovrebbero indicare ipotizzando a regole comuni in tutta la UE. Recentemente la CED ha approvato uno statement che indica i principi che dovrebbero essere rispettati auspicano che gli Stati membri, nel normare la materia vi si ispirino.

Ma oggi, di fatto, come funziona la regolamentazione dei messaggi pubblicitari nei vari Paesi europei, quali sono le eventuali differenze rispetto all’Italia?

Lo abbiamo chiesto a Marco Landi (nella foto), attuale presidente CED“Non esiste in Europa una legislazione nazionale sovrapponibile ad un’altra”, risponde Landi. Andando per macro-aree si possono dividere i Paesi in tre fasce: pubblicità “libera”, nessuna pubblicità consentita oppure “limitata” alle sole informazioni “non commerciali”, cioè senza tariffe e costi esplicitati (sotto i paesi di seconda e terza fascia, tutti gli altri non compresi, sono nella prima, anche se con differenze e limitazioni come nel caso della nuova legislazione italiana).

Presidente Landi ci propone questo schema: 

  • Nessuna pubblicità consentita: LussemburgoMaltaIslanda (solo informazioni via web)  
  • Solo informazioni “non commerciali”: Austria, Bulgaria, Francia, Grecia, Polonia, Romania, Slovenia, Ungheria.  

Presidente Landi che ricorda come alla base del documento CED sulla pubblicità ci sia la sentenza della Corte di Giustizia europea che ammette norme per regolamentare i messaggi, con distingui. Sentenza che riguardava un dentista belga (in Belgio non è consentito pubblicizzare prestazioni odontoiatriche) sanzionato per aver pubblicizzato lo studio con affissioni, inserzioni su quotidiani e attraverso internet. Anche se le inserzioni si limitavano ad indicare nome, qualifica e recapiti dello studio oltre alle tipologie di prestazioni erogate. 

"La sentenza è stata ampiamente discussa e studiata anche dai vari Ordini ed Associazioni professionali”, dice il presidente Landi che aggiunge. “Senza di essa non avremmo potuto neppure iniziare a lavorare sul documento che difende la parte debole, il paziente, nel suo diritto di essere informato ma anche di non essere indotto a sottoporsi a cure non appropriate e necessarie per l’effetto “promozionale” del messaggio pubblicitario”.

Articoli correlati

Il Consiglio dell’Ordine ha dato mandato ad un pool di avvocati guidato dal presidente Catricalà per sostenere le limitazioni in tema di pubblicità commerciali in sanità


Richiesto al Ministero della Salute un report con tutti i procedimenti attivati dai vari ordini delle professioni sanitarie, odontoiatri inclusi, per violazione dell’art. 525 della 145/18


Óscar Castro ha incontrato i rappresentanti di diversi partiti politici spagnoli affrontando questi due temi di grande importanza


Il commento dell’avvocato Silvia Stefanelli alla sentenza del TAR che impone all’Ordine di consentire l’accesso agli atti delle sentenze disciplinari


Tra gli articoli e approfondimenti che non riscuotono grande interesse dei lettori (pochi click), ci sono quelli deontologici ed etici. Ammetto, anche io “raccolgo” con poco...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Una riforma da sempre richiesta dal settore odontoiatrico per evitare le attuali differenti regole normative tra Regioni su temi come autorizzazioni sanitarie e ASO


Sono giovani, prevalentemente donne che esercitano al Nord. Lombardia, Lazio, Veneto le regioni con il maggior numero di iscritti


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta