HOME - Approfondimenti
 
 
13 Settembre 2019

L’Albo degli Igienisti Dentali, manca ancora un decreto

Dalla nascita del maxi-Ordine delle professioni sanitarie alle commissioni d’Albo degli Igienisti Dentali, il punto di UNID


Lo scorso8 settembre si è svolta una importante riunione tra tutti i componenti del CONAPS e i rappresentanti della FNO per definire il tema delle imminenti elezioni delle commissioni d’Albo, in tale occasione si svilupperanno anche altri temi riguardanti Albo e gli Ordini. Presente per UNID il consigliere Nazionale UNID e Tesoriere CONAPS Domenico Tomassi. Un momento di confronto che è servito, anche, per fare il punto sulla Legge che istituisce il maxi Ordine delle professioni sanitarie, e l’Albo degli Igienisti Dentali, evidenziando come si stia arrivando in dirittura d’arrivo per la piena attuazione della Legge ma manchi ancora il decreto che riguarda la composizione e le modalità di costruzione della Commissione d’Albo Nazionale.  

In attesa di quest’ultimo decreto, riguardante le Commissioni d’Albo Nazionali, riassumiamo il contenuto di quelli già pubblicati in Gazzetta Ufficiale.

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 25 del 31 gennaio 2018 della legge 3/2018 (Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute) nasce l’Ordine TSRM PSTRP che include tra le 19 professioni sanitarie anche gli Igienisti Dentali.  Importante è stato il ruolo delle AMR (Associazioni Maggiormente Rappresentative) tra cui U.N.I.D., che da sempre si è adoperata per difendere e promuovere la categoria degli Igienisti Dentali attraverso i suoi rappresentanti. Fra le iniziative a favore della categoria, negli ultimi anni ha collaborato attivamente alla promozione del nostro riconoscimento professionale e successivamente con la pubblicazione della legge Lorenzin all’iscrizione degli Igienisti Dentali nell’Albo di riferimento del relativo Ordine territoriale attraverso i RAMR, rappresentanti delle associazioni maggiormente rappresentative, designati per valutare le domande di iscrizione dei colleghi.  

A breve scadràil mandato dei RAMR che in questo periodo transitorio hanno vicariato le funzioni della Commissione d’Albo per cui si dovràandare ad elezione per poter scegliere chi saràa rappresentarci come indicato nei decreti tanto attesi. I decreti attuativi che servivano per completare l’opera della legge 3/18 e definire le modalitàistitutive di queste strutture hanno finalmente visto la luce e il 30 luglio sono stati pubblicati Gazzetta Ufficiale. 

Il primo decreto riguarda la composizione delle Commissioni d’Albo delle singole professioni incluse nell’Ordine TSRM PSTRP. 

In base al decreto la Commissione d’Albo degli Igienisti Dentali all’interno di ogni singolo Ordine saràcomposta da iscritti a quell’Ordine in numero pari a 5 se gli iscritti all’Albo non superano le 1500 unità, 7 se sono maggiori di 1500 e minori di 3000 e 9 componenti oltre i 3000 iscritti.Qualora le Commissioni di Albo non vengano costituite, i relativi compiti spettano al Consiglio Direttivo dell’Ordine competente, integrato da un componente estratto a sorte tra gli iscritti all’Albo professionale della professione sanitaria interessata, dell’Ordine stesso. 

Il secondo decreto riguarda invece la composizione del Consiglio direttivo degli Ordini TSRM PSTRP 

Il presente decreto prevede che il Consiglio direttivo degli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, sia costituito da 13 componenti così ripartiti: a) quattro componenti in rappresentanza della professione sanitaria di Tecnico sanitario di radiologia medica;b) quattro in rappresentanza delle professioni sanitarie dell’area tecnica sanitaria;c) quattro in rappresentanza delle professioni sanitarie dell’area della riabilitazione;d) uno in rappresentanza delle professioni sanitarie dell’area della prevenzione. 

I testi sono stati pubblicati sul sito Internet del Ministero della Salute a questo link.

In una recente intervista il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM-PSTRP Alessandro Beux ha dichiarato che: Appena possibile si andràall’elezione delle commissioni d’albo e sin dalle prossime scadenze d’autunno al rinnovo dei Consigli direttivi ai sensi di quanto previsto dal decreto. Con questo decreto i Consigli direttivi non saranno più rinnovati ai sensi del comma 14 che prevedeva che tutti gli iscritti possono eleggere ma sono eleggibili solo i Tecnici sanitari di radiologia medica. Per quanto riguarda le Commissioni d’Albo, con questi decreti riusciremo finalmente a dare a tutte le 19 professioni, tra cui quella degli igienisti dentali la piena e diretta partecipazione alla vita istituzionale”.

Tutti gli aggiornamenti verranno approfonditi ed esposti dai protagonisti istituzionali e politici di questo importante processo durante la tavola rotonda del prossimo Congresso Nazionale UNID che si terrà a Roma il 18 e 19 ottobre, due giornate dedicate all’aggiornamento scientifico e politico della nostra professione, il Presidente Nazionale Maurizio Luperini invita tutti gli igienisti dentali a partecipare per condividere insieme gli importanti progressi raggiunti.  

A cura di:  Sandro Sestito e Stefania Piscicelli del direttivo UNID 

Articoli correlati

Direttivo nazionale UNID

In attesa delle indicazioni ministeriali l’UNID ha pubblicato un decalogo per guidare l’igienista dentale nella ripresa della attività clinica


In attesa delle linee guida ministeriali, sul sito dell’Associazione Igienisti Dentali Italiani la guida pratica per la prevenzione dell’infezione da coronavirus


Fiorile: “Il Consiglio di Stato fa chiarezza. Tra Odontoiatra ed igienista Dentale è necessaria la compresenza in un’ottica di integrazione funzionale”


AIDI  e  AIDIPro : prendiamo atto della decisione. La sentenza fornisce importanti chiarimenti a favore della nostra autonomia. Come suggerito dai Giudici ci rivolgeremo al legislatore per fare...


Per i giudici la legge è chiara, ma la sentenza ribadisce l’autonomia professionale dell’Igienista e la necessità della presenza contestuale dell’odontoiatra in studio 


Altri Articoli

La notizia è che dopo alcuni anni torna il dibattito sul numero dei posti per l’accesso al corso di laurea in odontoiatria e sugli italiani che si laureano all’estero. Da...

di Norberto Maccagno


Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION