HOME - Approfondimenti
 
 
16 Settembre 2019

Recensioni dello studio sul web, cosa giudica il paziente, come prevenire e migliorare

L’autore del saggio di EDRA sul nuovo passaparola, commenta le inziative di CED e FNOMCeO e consiglia i dentisti su come favorire quelli positivi


Le posizioni della CED e della FNOMCeO contro i siti di recensioni di medici e dentisti se da una parte cercano di tutelare i professionisti, ma anche gli stessi pazienti, fanno discutere chi vede nelle nuove tecnologie una opportunità per un nuovo passaparola e non solo rischi.

Non potevamo non chiedere il punto di vista a chi, proprio sul nuovo “passaparola”, ha anche scritto un libro per Edra “Il passaparola per un dental team di successo”. Davis Cussotto (nella foto) è anche l’autore dell’articolo in cui riportiamo la posizione del CED e FNOMCeO sul tema.  

“Esprimo apprezzamento per l’azione del CED e della FNOMCeO e auspico un miglioramento normativo sul tema” , dice ad Odontoiatria33 Davis Cussotto.  
“Come Professionisti però  siamo abituati a vivere nel “qui ed ora” a prendere decisioni rapide e necessarie per la crescita e la sopravvivenza dei nostri studi professionali. Sappiamo che quando il paziente racconta l’esperienza del dentista, ha in mente tanti elementi apparentemente casuali: la mancanza di dolore, la pulizia, la cortesia, la chiarezza della parcella, i comportamenti del personale,  la posizione dello studio e la facilità di parcheggio”.   

Questi e tanti altri fattori che il dott. Cussotto inquadra in tre aree di componenti che caratterizzano l’attività del dentista come il servizio di cure dentali:

● clinica è quella portante;

● organizzativa,  coinvolge quegli elementi che sono oggetto di attenzione prima della  cura vera e propria,  affinché tutto funzioni al meglio nell’interazione (pensiamo alle attrezzature, le documentazioni,  la gestione del tempo, le prenotazioni, le disdette, i comportamenti);

● relazionale riguarda tutti i contatti del paziente con il personale dello studio.

Per l’esperto la prestazione sarà giudicata valida se queste tre componenti sono ben armonizzate: “nasceranno così emozioni da passaparola”. “Trascurare questo approccio ‘globale’ alla professione marginalizzando una o più di questi  aspetti –continua il dott. Cussotto-  può portare al passaparola negativo e al contenzioso con il paziente poichè  come sostiene Fabio Tosolinognuno ha le obbiezioni che si merita”.

“La propagazione del passaparola oggi è accelerata dal web e ha come avvio un’azione semplice: il dito che sfiora il touch screen di uno smartphone. Il word of mouth  (= passaparola)  diventa word of click”. “Questa è la realtà in cui viviamo e non possiamo fare a meno di ignorarlo”, sentenzia Cussotto.

Prevenire è meglio che curare ma se accidentalmente dovesse comparire un commento negativo quali sono i consigli che può dare ai sui colleghi

Eccoli:

1) Mai drammatizzare; se il commento è palesemente inconsistente,  volgare, ingiurioso, anche non rispondere è una possibilità ; evitiamo così l’ulteriore diffusione del messaggio.

2) Se il commento negativo evidenzia un disservizio benevolo, utile ringraziare per la segnalazione che aiuta a migliorare l’attività.

3) Coltivare ringraziando i commenti positivi, che si auspica siano ampiamente prevalenti aiuta a ridurre l’impatto degli altri.

Articoli correlati

L’applicazione è sempre più indispensabile anche nel rapporto tra paziente e studio. Questi alcuni ambiti (etici) di utilizzo odontoiatrico

di Davis Cussotto


Un video corso del prof. Antonio Pelliccia riflette su questo quesito offrendo spunti di riflessione, considerazioni e consigli


Il CED e la FNOMCeO, con inziative distinte, interventono sull’argomento. Il CED stila delle raccomandazioni

di Davis Cussotto


I consigli del prof. Michele Cassetta: dalla comunicazione personalizzata alle tecniche per tranqulizziare il paziente ricordandosi che il primo obiettivo è comprendere le sue esigenze


I pazienti non sono regolari nelle visite parodontali e le cause potrebbero essere per difetti di comunicazione


Altri Articoli

La CAO di Latina, chiede che il tema sia messo all’ordine del giorno della prossima Assemblea CAO 


Il MEF anticipa la decisione del Consiglio dei Ministri, il provvedimento dovrebbe valere solo per i contribuenti soggetti ISA


I prodotti 3M Oral Care sono sicuri per gli usi previsti: "non utilizziamo BisDMA"


Una sentenza della Cassazione conferma la bontà dell’accertamento induttivo e “svela” come l’Amministrazione Finanziaria ipotizza il rapporto tra acquisti e pazienti visitati


La formazione per acquisire dignità professionale. Un testo ideale per i corsi di formazione ma anche per aggiornare chi non è obbligato a conseguire l’attestato di qualifica


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi