HOME - Approfondimenti
 
 
10 Dicembre 2019

Terapia Miofunzionale Orofacciale

Il nuovo libro del prof. Luca Levrini per l’odontoiatra ed il logopedista presenta una sintesi che supera la barriera tra il mondo medi­co-chirurgico e quello riabilitativo

Pa.Sa.

Questo è l’obiettivo che si pone Luca Levrini nel libro appena pubblicato Terapia miofunzionale orofacciale: “unire mondi vicini da un punto di vista teorico ma spesso distanti per praticità e gestione da un punto di vista clinico, quello odontoiatrico-ortodontico e quello foniatrico-logopedico”.
Sebbene vicini da un punto di vista teorico, questi due mondi infatti non si sono integrati comple­tamente ed efficientemente nella pratica clinica. 

La “terapia miofunzionale orofacciale” è un programma educativo e rieducativo che consentedi correggere tutte le disfunzioni che hanno come sede di elaborazione il cavo orale. Tra queste,per esempio, la deglutizione disfunzionale, la respirazione orale, le alterazioni del tono dei muscolioppure vizi orali come la suzione del pollice protratta.  

Negli oltre venti anni dalla pubblicazione del primo manuale di Aurelio LevriniRieducazione neuromuscolare integrata, da cui prende spunto questa edizione, la ricerca, la tecnologia e la medicina relative al distretto oro-tem­poro-mandibolare si sono rapidamente evolute egli ambiti di applicazione della terapia miofunzionale si sono continuamente espansi: dal trattamento del morso aperto nel bambino al trattamento delle recidive nell’adulto, fino ad arrivare al trattamento della sindrome ostruttiva delle apnee e alle tecniche per il ringiovanimento facciale. Una tale evoluzione aveva la necessità di trovare riscontro in un libro che si propone di essere il riferimento in questo ambito. 

Ogni capitolo tratta l’argomento sia dalla prospettiva odontoiatrica sia da quella logopedica, presentando una sintesi che supera la barriera tra il mondo medi­co-chirurgico e quello riabilitativo.  

Il volume è aggiornato alle tecniche e ai protocolli più recenti, comprendendo le nuove pratiche che sono diventate di interesse della disciplina, come il ringiovanimento facciale, il trattamento delle apnee notturne ostruttive e l’utilizzo di dispositivi orali preformati.  

Il testo si pone come aiuto e guida per odontoiatri e logopedisti affinché si possa individuare il programma riabilitativo più adatto al singolo paziente, combinando l’applicazione di dispo­sitivi orali a esercizi di ginnastica e di rieducazione: “Per mio padre” dice Luca Levrini, “ogni paziente aveva il suo trattamento personalizzato, con esercizi unici ed esclusivi".

"Non esisteva una precisa linea guida -continua l'Autore- esisteva il complesso meccanismo di crescita cranio-facciale, programmato dalla genetica e guidato dal sistema funzionale e neuromuscolare, nel quale si inserivano i dispostivi orali e gli esercizi di ginnastica facciale, per rendere corretto un processo alterato”. In base a quanto rilevato dalla letteratura e dalle esperienze cliniche personali dei singoli autori, sono state date indicazioni sul tipo di esercizi da eseguirsi in modo da realizzare una terapia funzionale individualizzata". 

Ovviamente è stato affrontato il tema di un’accurata diagnosi e valutazione dei fattorieziologici che potranno guidare il clinico orientandolo verso la terapia più idonea. 

"Il testo -conclude il prof. Levrini- non vuole essere un “eserciziario”, ma piuttosto uno strumento di ragionamento dove gli esercizi proposti sono esempi che possono essere solo spunto per un processo riabilitativo che deve individualizzarsi sul paziente".

Non si tratta dunque di un libro che si presenta come assoluto ed immutabile, piuttosto come spunto clinico intelligente per riflettere sull’idea, come affermò Rogers nei primi anni del Novecento, che “l’applicazione ragionata di questa metodica può dare grandi soddisfazioni all’ortodontista e notevoli vantaggi all’organismo in fase di crescita”.

Il libro è disponibile anche in formato e-book.

Articoli correlati

L’azienda, attiva anche in Italia, attraverso pubblicità sui social promuove un kit fai da te per ottenere direttamente a casa allineatori ortodontici


Rispettare la distanza sociale ed abbattere quasi completamente la produzione dell’aerosol, per l’ortodontista è già possibile. L’esperienza del prof. Levrini.


Negli anni passati, l’odontoiatria tradizionale è stata attratta da materiale inerte che non interagisce con l’ambiente orale, non presenta cambiamenti nel tempo nella sua...

di Lorenzo Breschi


Il Consiglio Nazionale SUSO ha deliberato di rinnovare grafica e simboli del logo del Sindacato


In specifici casi, la rimozione di un incisivo mandibolare può facilitare notevolmente il trattamento ortodontico.Vi sono 2 indicazioni principali:grave affollamento...

di Davide Elsido


Altri Articoli

Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


L’85% dei titoli sono conseguiti da cittadini italiani. Stabile anche il numero dei riconoscimenti dei titoli di residenti stranieri 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION