HOME - Approfondimenti
 
 
18 Dicembre 2019

Il neo presidente SIDO agli ortodontisti italiani

Il programma di intenti del prossimo presidente SIDO prof. Giuliano Maino che scrive agli ortodontisti italiani


Nell’ultimo congresso della SIDO, svoltosi alla “Nuvola” di Fuksas a Roma dal 10 al 12 ottobre, si è anche svolto, al termine di una fitta serie di relazioni seguite di un folto pubblico di professionisti e di studenti, il passaggio di consegne dalla prof.ssa Ersilia Barbato al prof. Giuliano Maino. Medico odontoiatra, specializzato in ortognatodonzia all’Università di Cagliari con Paolo Falconi e alla Boston University con Anthony Giannelly, Maino è stato anche Presidente mondiale dell’Associazione internazionale sulle mini viti ortodontiche e loro applicazioni cliniche nella cui veste organizzò, nel 2014, un Congresso mondiale a Verona con mille e più partecipanti da oltre 30 Paesi.  

Quale prossimo presidente SIDO, il prof. Maino ha così riassunto il suo programma.

 Ho accettato questa sfida con la mission di unire le energie della disciplina ortodontica, un traguardo che posso dire sia stato raggiunto anche grazie alla lungimiranza del neo presidente AIDOr, Paolo Manzo. Con il prossimo anno avremo per la prima volta i due Congressi SIDO (Spring e Internazionale) fatti assieme alla Accademia Italiana di Ortodonzia.  


Concentreremo quindi i momenti di aggiornamento in due grandi appuntamenti sul tema  “Il trattamento multidisciplinare”, a  Verona, 14-15 Maggio e il secondo a Firenze dal 12 al 14 Novembre avente come oggetto di particolare trattazione tutta la Tecnologia digitale, cui verrà dedicata anche una “Digital Plaza” dove l’ortodontista può vedere, toccare e valutare le più rilevanti novità nel campo digitale: dall’hardware al software, alla elaborazione dei dati (CAD) alla fabbricazione degli apparecchi (CAM) all’interno di un laboratorio a tecnologia digitale con tutte le apparecchiature più avanzate.  

ORTEC e AIOT, anche loro assieme, si faranno carico dell’aspetto organizzativo del laboratorio e faranno un congresso congiunto sempre sotto l’ombrello comune della ortodonzia Italiana (SIDO e AIDOr). Rappresentate da chi scrive e da Paolo Manzo, nel 2020 SIDO e AIDOr   concentreranno quindi le loro energie per dare avvio anche ad altre iniziative come lo“Study Group” che partirà su scala macroregionale.
Un programma di aggiornamento continuo dove in alcune tappe saranno coinvolti anche i soci della Società Italiana di Paradontologia. SIDO e AIdOr avvieranno anche il Programma Giovani, spazio dedicato in modo particolare ai giovani soci con iniziative scientifiche affiancate da momenti di aggregazione di tipo ludico. 
 

La SIDO si farà inoltre promotrice di facilitare l’accesso al credito per i suoi iscritti più giovani e cercherà di implementare tale progetto nel tempo grazie all’impegno delle due sigle sindacali più rappresentative (SUSO e ASIO) che ci auspichiamo seguano l’esempio di SIDO e AIDOr.Questa una parte dei progetti che mi auspico vengano continuati anche da chi succederà perchè ovviamente non potranno essere portati a termine nella loro completezza in un singolo anno.  

Articoli correlati

La sedazione cosciente viene utilizzata in odontoiatria pediatrica per ridurre l’ansia nei bambini e migliorare i risultati del trattamento. Sia il protossido di azoto-ossigeno...

di Alessandra Abbà


Oltre alla clinica anche il cambio di consegne alla presidenza e le elezioni di chi guiderà SIDO dal 2023 


Da giovedì a Roma il Congresso numero 50 della Società Italiana di Ortodonzia. Guarda il video di presentazione dell’evento


Le aspettativa di vita tendono sempre di più a prolungarsi e la popolazione con oltre 65 anni aumenta costantemente e, con essa, il tasso di incidenza di edentulismo...

di Lara Figini


Altri Articoli

Sostenuto anche dalle Regioni Ordini professionali e società scientifiche per informare i cittadini. L’invito è quello di diffonderlo per migliorare l’informazione


L’obiettivo è quello di riunire le parti interessate in specifici gruppi di Paesi europei per sensibilizzare e condividere le esperienze.


Il “padre” della prima Legge sulla pubblicità sanitaria ci racconta come è nata e perché non fu applicata nella sua totalità e dice: “oggi più di ieri al paziente serve un Ordine che possa...


L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sul tema facendo distinguo soprattutto sui dispositivi proveniente da paesi extra UE. I chiarimenti del Consulente Fiscale SUSO


A scoprirlo il NAS di Trento, avrebbe assunto la direzione contemporaneamente in tre strutture e non era iscritto all’Albo provinciale dove esercitano


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni