HOME - Approfondimenti
 
 
23 Gennaio 2020

ECM, le cose da sapere su proroga e crediti da maturare entro il 2022

Abbiamo sottoposto al componente odontoiatra della Commissione nazionale ECM Alessandro Nisio alcuni dubbi e quesiti posti dai nostri lettori. Ecco le sue indicazioni e i consigli

Nor. Mac.

Dopo la decisione della Commissione Nazionale per l’Educazione Continua in Medicina di concedere un altro anno per assolvere all’obbligo formativo del triennio appena concluso, e la decisione di confermare il numero di 150 crediti da recuperare entro il 31 dicembre 2022, cosa c’è da sapere e da fare per essere in regola?

Lo abbiamo chiesto al presidente Alessandro Nisio (foto), Componente della Commissione Nazionale ECM e componente designato per il Gruppo di lavoro che dovrà occuparsi della revisione del sistema per la Formazione Continua in Medicina. 

“La prima cosa da ricordare –dice ad Odontoiatria33 il presidente Nisio- è che la Delibera adottata dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua del 18/12/2019 ha concesso, in caso di mancato adempimento dell’obbligo formativo nel triennio 2017/2019, la possibilità di raccogliere i crediti mancanti fino al 31 dicembre 2020”.

Resta invariato il quantum dell’obbligo formativo per il triennio 2020/2022 pari a 150 crediti, fermo restando la possibilità di esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni già previste per il triennio 2017-2019. Sempre secondo quanto deciso dalla Commissione, il presidente Nisio ricorda che solo coloro che dovranno recuperare i crediti non potranno usufruire delle agevolazioni previste, come ad esempio quelle che prevedono la riduzione di 30 crediti ai professionisti sanitari che nel precedente triennio hanno maturato un numero di crediti compreso tra 121 e 150. Oppure la riduzione nella misura di 15 crediti ai professionisti che nel precedente triennio hanno maturato un numero di crediti compreso tra 80 e 120. 

“Rimane sempre valida –dice Nisio- la possibilità di ottenere il numero di crediti previsti per chi aderisce al dossier di gruppo o effettua autoformazione”. In particolare il presidente Nisio ricorda che sono stati aumentati fino a 30 i crediti formativi attribuiti “di default”  a tutti i medici e odontoiatri italiani per la partecipazione al Dossier Formativo di Gruppo attivato dalla FNOMCeO (consentendo a tutti gli iscritti di ottenerli in maniera automatica) e che l’autoformazione è stata elevata fino al 20% rispetto agli obiettivi formativi individuali, e precisa: “i crediti recuperati nel 2020 per il triennio precedente, non saranno validi a comporre il numero di crediti necessari per il triennio 2020-2022”.

Infine ricorda che i professionisti pensionati che esercitano in maniera saltuaria la professione sono stati esonerati dall’obbligo formativo. 

Ma una volta ottenuti i crediti, il professionista cosa deve farci con l’attestato che certifica quanti ne ha ottenuti partecipando al singolo evento o corso Fad? 

“L’attribuzione dei crediti derivanti dalla frequenza dei corsi ECM –spiega Nisio- avviene al termine di una procedura informatica di competenza dei provider accreditati al sistema ECM, una volta verificato che il discente abbia risposto correttamente almeno al 70% delle domande di verifica. Pertanto, non è necessario che il singolo professionista invii a nessuno i certificati di frequenza ai corsi ECM”.
“Il resoconto o report dell’evento deve pervenire all’Ente accreditante da parte del provider entro 90 giorni dalla data di fine dell’evento stesso. In particolare per i corsi FAD, che possono durare anche un anno e proseguire dopo che il singolo discente ha completato la sua parte, possono necessitare di un tempo ancora maggiore prima che i crediti attribuiti siano visibili sia sul portale MyECM che sul portale del Co.Ge.APS.

Presidente Nisio ricorda come sulla pagina MyECM sia possibile verificare soltanto i crediti erogati da provider accreditati sul sistema nazionale, mentre nella propria area riservata sul portale del Co.Ge.APS. è possibile avere una visione completa sia dei crediti nazionali che regionali. Sempre nell’area riservata è possibile spostare i crediti conseguiti nel 2020 al triennio 2017/2019 o eventualmente migrare i crediti raccolti in eccesso nel triennio precedente rendendoli disponibili per quello in corso. “Faccio presente che ad oggi il Co.Ge.APS. è in ritardo nella lavorazione di alcune pratiche e quindi non è il caso di allarmarsi se la propria situazione non è aggiornata, nel giro di poche settimane dovrebbe tornare tutto alla normalità”, dice Nisio.

La FNOMCeO sta intervenendo, inoltre, per risolvere la difficoltà di accesso e utilizzo della piattaforma Co.Ge.APS., struttura non gestita direttamente dagli Ordini provinciali. Tali difficoltà derivano dalla mancanza di risorse economiche e di personale indispensabili per far fronte all’incremento del carico burocratico provocato anche dall’applicazione delle nuove norme previste dalla Legge Lorenzin. Infatti, questa Legge ha disposto l’iscrizione agli Ordini delle professioni sanitarie di un gran numero di professionisti prima non iscritti (oltre 200.000), e la transizione nell’alveo della formazione ECM di Biologi, Chimici, Fisici e Psicologi, precedentemente coinvolti solo in piccola parte.

“Sono fiducioso, afferma il presidente Anelli in una sua recentissima nota, che le iniziative della FNOMCeO renderanno nel prossimo futuro il sistema informatico del Co.Ge.APS. nuovamente efficiente”. 

Ovviamente, ricorda il presidente Nisio, per l’iscritto è possibile anche richiedere al proprio Ordine la situazione dei propri crediti

Sul fronte dei possibili interventi della Commissione che dovrà occuparsi di riformare il sistema ECM, il presidente Nisio ci informa che per ora non ci sono ancora novità in quanto la Commissione non si è ancora insidiata. 

Infine Nisio ricorda che la FNOMCeO mette a disposizione gratuitamente dei corsi FAD, sulla piattaforma FADINMED, che saranno riaccreditati per il 2020 soltanto a partire dal primo febbraio e che, per quanto riguarda gli Odontoiatri, prevedono, per la prima volta in assoluto, un COrso FAD Odontoiatrico sulla “Nuova Classificazione della Malattia Parodontale” in collaborazione con la SIDP e, nei prossimi mesi, un altro corso FAD sulle “Urgenze-Emergenze nello studio odontoiatrico”.  

Articoli correlati

Per ottenere i 50 crediti non si dovrà dimostrare di aver continuato a lavorare. Viene posticipata la scadenza per il recupero del debito formativo del triennio 2017-2019


L’Ordine del Giorno impegna il Governo ad estendere bonus di 50 crediti ECM a tutti gli operatori sanitari impegnati nel fronteggiare l’emergenza


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Evento live in tre giornate con Daniele Cardaropoli per acquisire le competenze per eseguire la diagnosi del sito post-estrattivo e valutare le migliori opzioni terapeutiche


Root Membrane Technique. Implantologia post-estrattiva a protesizzazione immediata è il titolo del webinar live EDRA di giovedì 14 maggio con il dott. Alberto Pispero


Altri Articoli

Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


L’85% dei titoli sono conseguiti da cittadini italiani. Stabile anche il numero dei riconoscimenti dei titoli di residenti stranieri 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION