HOME - Approfondimenti
 
 
30 Gennaio 2020

Detrazione spese sanitarie anche in contanti: dal Milleproroghe potrebbe arrivare l’ok

L’On. Raffaele Nevi presenterà un nuovo emendamento che chiede il rinvio della norma di un anno. Sulla stessa linea le richieste dei CAF

Nor. Mac.

Dopo aver provato ad abrogare la norma che obbliga i cittadini a detrarre le spese sanitarie solo se pagate con strumenti tracciabili con un emendamento al Decreto Milleproroghe giudicato inammissibile, l’On. Raffaele Nevi (FI) (nella foto) ritenta la stessa strada cambiando strategia. 

Non più abrogazione, ma una proroga dell’entrata in vigore dell’articolo della Legge di Bilancio che impone la detrazione del 19% delle sole spese pagate con strumenti tracciabili. 

“La motivazione della Commissione che aveva giudicato inammissibile l’emendamento che avevo presentato era stata quella che non era pertinente al Milleproroghe, allora invece dell’abrogazione chiederò la proroga della norma”, dice ad Odontoiatria33 l’On. Nevi. 

L’emendamento che sarà presentato non appena saranno riaperti i termini, se approvato, prevede infatti la proroga di un anno dell’entrata in vigore della norma che consente la detrazione del 19% delle sole spese pagate con strumenti tracciabili.  “Nel mentre cercheremo, poi, di fare abrogare la norma”, commenta l’On. Nevi. 

Emendamento da voce non solo alle richieste dei sindacati odontoiatrici, dei medici e dei veterinari ma anche alle perplessità avanzate dai CAF sulla difficoltà di applicare quanto previsto dalla legge di Bilancio e sulla disinformazione dei cittadini sulla stessa che si vedrebbero non poter inserire nel 730 le spese pagate in contanti effettuate nel 2020.   

Articoli correlati

Scende nuovamente il limite per i pagamenti in contanti tra soggetti diversi. Cosa può essere utile sapere e ricordare


Tempo di scelte, da gennaio cambiano le aliquote per il credito d’imposta. Ecco quando conviene investire 


Studio odontoiatrico viene sanzionato anche se i versamenti sul conto corrente erano congrui con il fatturato. La Cassazione conferma la necessità per il contribuente di esibire “una prova...


Rispondendo ad un quesito di una STP odontoiatrica le Entrate indica che il reddito delle STP deve essere considerato a tutti gli effetti come reddito di impresa, a dispetto della forma giuridica...


Oggi, a differenza di quanto ero Ministro, ci sono le condizioni per proporre un modello di odontoiatria sostenibile che integri pubblico e privato, si potrebbero trovare i fondi necessari ed il...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, potrebbero contribuire a migliorare la comunicazione con pazienti con problemi di udito ma non solo


Il Viminale pubblica una utile tabella per capire cosa si può fare a seconda del tipo di certificazione posseduta ed il colore della regione. Le regole per datori di lavoro e lavoratori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi