HOME - Approfondimenti
 
 
18 Febbraio 2020

Approccio One Health per una formazione integrata di tutti i professionisti della salute

L’obiettivo è quello di riunire le parti interessate in specifici gruppi di Paesi europei per sensibilizzare e condividere le esperienze.


Le organizzazioni professionali e studentesche europee che rappresentano dentisti, medici, farmacisti e veterinari chiedono a politici, accademici e professionisti di promuovere uno scambio interdisciplinare nell’ambito di un approccio One Health in materia di istruzione.

Le organizzazioni europee si impegnano a organizzare tavole rotonde regolari in diverse regioni per discutere della necessità di aggiornare il curriculum attuale e promuovere la collaborazione interdisciplinare nell’istruzione universitaria.

L’obiettivo è quello di riunire le parti interessate in specifici gruppi di paesi per sensibilizzare e condividere le esperienze.

Nel dicembre 2019, una seconda tavola rotonda ospitata dalla Camera polacca di medici e dentisti a Varsavia ha riunito più di 50 partecipanti provenienti da Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia.

I rappresentanti dei quattro paesi hanno riconosciuto che l’educazione integrata di tutti i futuri professionisti della salute è fondamentale per affrontare le sfide sanitarie attuali e future.

Hanno altresì concordato sull’importanza di sostenere iniziative congiunte a livello nazionale per attuare ulteriormente l’approccio One Health. Inoltre, dall’incontro è emerso come qualsiasi cambiamento a livello universitario sia possibile solo se gli educatori si impegnano a incoraggiare le interazioni tra gli studenti di diverse discipline.

I rappresentanti dei professionisti e degli studenti europei pertanto sollecitano:

  • l’aggiornamento del curriculum standard per comprendere e promuovere l’educazione interdisciplinare nelle università;
  • la formazione degli educatori per incoraggiare una maggiore interazione tra gli studenti di diversa provenienza;
  • l’avvio e il sostegno di iniziative congiunte per attuare ulteriormente un approccio One Health.

Articoli correlati

Igienisti dentali ed odontotecnici, dalla prossima settimana, potranno richiedere il bonus di 600 euro. Stessa tempistica per la cassa integrazione per i dipendenti di studi e laboratori


Per l’erogazione si dovrà aspettare il via libera dei Ministeri vigilanti, indennità in proporzione all’aliquota versata


Una circolare dell’ABI indica le procedure e formalizza la possibilità, anche per i liberi professionisti, di accedere alla moratoria prevista dal Decreto “Cura Italia”. Ecco la procedura


Il messaggio del SIE attraverso le parole della Coordinatrice della comunicazione Denise Irene Karin Pontoriero


Per i Medici Cimo Fesmed le misure del Governo non garantiscano la salute degli operatori. Pamich (UNIDI): oggi raccogliamo i frutti del puntare sulla delocalizzazione e la produzione a basso costo 


Altri Articoli

Il presidente Fiorile scrive a Conte ed ai ministeri vigilanti: “congiuntura grave impedisce voto sereno” 


Corso online in diretta con il prof. Marco Esposito suddiviso in tre giornate. Si parte il 30 marzo, ancora disponibili dei posti


Sarà possibile richiedere fino al 15% della pensione annua. Come per il contributo dei mille euro, si dovrà attendere il via libera dei Ministeri vigilanti


Statement delle organizzazioni europee delle professioni sanitarie in cui si chiede all’Europa di tutelare chi è è in prima linea contro Covid-19


La comunicazione ai convenzionati: ‘’definito un piano di azione congiunto finalizzato a garantire il completo riallineamento dei pagamenti degli Estratti Conto Previmedical’’


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP