HOME - Approfondimenti
 
 
24 Febbraio 2020

Il ruolo dell’odontoiatra nella prevenzione e sensibilizzazione sul coronavirus

Le misure da adottare in studio, la gestione dei pazienti, la comunicazione anche attraverso i social. Questa l’esperienza del presidente CAO Reggio Emilia Fulvio Curti


L’attenzione verso il coronavirus e le misure di prevenzione adottate in alcune Regioni, stanno innescando forme di psicosi collettive che possono toccare anche lo studio odontoiatrico, erroneamente visto come possibile “luogo di diffusione del virus”. 

Una comunicazione puntuale, precisa e chiara aiuta a tranquillizzare i cittadini, ed in questo compito un ruolo determinante può farlo anche l’odontoiatria.  

“Come tutti i presidi sanitari e forse più di altri, lo studio odontoiatrico è già attrezzato, il personale preparato ed i normali protocolli di sterilizzazione e disinfezione proteggono noi operatori ed i nostri pazienti da infezioni ben più gravi”, dice ad Odontoiatria33 Fulvio Curti (nella foto) presidente CAO di Reggio Emilia che in questi giorni, come titolare di studio odontoiatrico, sta utilizzando i social per tranquillizzare i propri pazienti ed informarli. 

“Abbiamo comunicato ai pazienti dello studio che le nostre procedure di sterilizzazione e prevenzione già proteggono efficacemente da ogni tipologia di virus ed altro contagio. Poi abbiamo adottato ulteriori precauzioni seguendo le indicazioni del Ministero della Salute”. 

Al fine di evitare un numero eccessivo di pazienti in sala d’attesa, il dott. Curti ci spiega che ha riprogrammato gli appuntamenti in modo che i contatti tra pazienti siano limitati e più gestibili. “Abbiamo anche chiesto ai pazienti con sintomi influenzali di segnalarcelo, questi pazienti verranno gestiti esclusivamente a fine giornata evitando il contatto con altri pazienti”.

“Abbiamo anche messo in sala d’attesa, a disposizione dei pazienti, del gel idroalcolico per la disinfezione delle mani consegnando una mascherina chirurgica ai pazienti debilitati o a coloro che ce lo richiedono”. 

“Sono convinto che si debbano adottare tutte le attenzioni del caso, ma sono altrettanto convinto che noi medici abbiamo un ruolo molto importante soprattutto nel tranquillizzare i nostri concittadini, nello spiegare ai nostri pazienti che fare prevenzione non vuole dire ammettere una emergenza ma solo adottare misure efficaci. Che poi sono misure in molti casi guidate dal buon senso. Ed in questo lavoro d’informazione sto usando anche i social, Facebook, Twitter, Instagram, sia con i miei account privati che attraverso quelli dello studio. I pazienti sembra capire ed apprezzare”. 

Presidente Curti ci anticipa che la CAO nazionale  sta predisponendo una informativa contenente “preziose informazioni a supporto dei colleghi e dei cittadini pazienti sia che risiedano nelle cosiddette ‘zone rosse’ che in tutto il territorio nazionale”

   

Articoli correlati

Riflessioni di una igienista dentale pensando al rientro, ai rischi immediati, ai pazienti, alle paure. Con una esortazione finale: ‘’dovremo inventarci, anche, nuove...


L’Istituto Superiore della Sanità aggiorna il documento con le indicazioni sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale durante l’assistenza ai pazienti, anche in caso di aerosol


Lo chiede Emilio Nuzzolese con il fine di studiare le più idonee misure anti-contagio e i DPI da impiegare nello studio odontoiatrico


Per i Medici Cimo Fesmed le misure del Governo non garantiscano la salute degli operatori. Pamich (UNIDI): oggi raccogliamo i frutti del puntare sulla delocalizzazione e la produzione a basso costo 


Decreto “Cura Italia”: gli operatori sanitari che operano a meno di un metro del paziente, possono lavorare solo se utilizzano DPI. Poca chiarezza su quali siano quelli idonei


Altri Articoli

Abbiamo chiesto a Massimo Depedri di ipotizzare il valore dei costi fissi di uno studio odontoiatrico di piccole, medie e grandi dimensioni e dell'impatto delle misure previste dai DPCM


Riflessioni di una igienista dentale pensando al rientro, ai rischi immediati, ai pazienti, alle paure. Con una esortazione finale: ‘’dovremo inventarci, anche, nuove...


Possibile presentare le domande, ma non ancora in tutte le regioni. L’assegno arriverà dall’INPS ma c’è anche la possibilità di farle anticipare dalle banche. E se il datore di lavoro...


A Roma primo e innovativo progetto ai tempi di Coronavirus per continuare la formazione delle ASO in vista dell’esame di abilitazione


Oltre 350 i partecipanti al Congresso virtuale della Digital Dental Academy che ha consentito di trovarsi, senza essere vicini fisicamente


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP