HOME - Approfondimenti
 
 
13 Marzo 2020

Gestione del personale dello studio odontoiatrico chiuso per emergenza coronavirus

In attesa delle disposizioni governative alcune indicazioni di INPS, ANDI Lombardia e consulente SIASO si cassa integrazione, ferie, congedo parentale e gestione quarantena

Nor. Mac.

In attesa di conoscere le norme che il Governo attiverà per sostenere imprese e lavoro, che dovrebbero essere annunciate in un "imminente" Consiglio dei ministri, attraverso una circolare l’INPS (la numero 38) informa dell’entrata in vigore degli ammortizzatori sociali per le zone rosse e gialle individuate dal precedente DPCM del 2 marzo nelle regioni Lombardi e Veneto, in totale 11 comuni. 

La stessa circolare indica le modalità operative di quanto previsto sempre dallo stesso DCPM, ovvero la possibilità di utilizzare la Cassa integrazione in deroga sempre per le regioni Lombardia, Veneto ed Emila Romagna, regioni che hanno sottoscritto gli accordi con le parti sociale. Per gli studi odontoiatrici dovrebbero essere interessati solo i lavoratori che hanno sottoscritto il contratto di lavoro tra Confprofessioni (quindi ANDI) e i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs

Ma i consulenti del lavoro attendono le nuove disposizioni governative prima di dare indicazioni precise, per ora consigliano di mettere i propri dipendenti in ferie o fare usufruire delle ore di permesso, se ancora disponibili. 

Sul tema ANDI Lombardia ha inviato ai soci delle utili indicazioni che vi propiniamo.  


Ferie forzate 

Il diritto alle ferie è regolamentato dall’articolo 2109 del Codice Civile, secondo cui –fermo restando quanto prevede il Ccnl– il datore di lavoro ha il potere di mettere in ferie forzate un lavoratore in caso di necessità e secondo criteri di buon senso e correttezza. L’articolo 2109 c.c. nel riferirsi al “periodo annuale di ferie retribuito” esplicita infatti che questo va goduto “nel tempo che l’imprenditore stabilisce, tenuto conto delle esigenze dell’impresa e degli interessi del prestatore di lavoro”. 

Sul tema ferie SIASO ha pubblicato sul proprio sito (a questo link) un fac-simile di accordo aziendale per emergenza Covid-19, da proporre al datore di lavoro.“Se in azienda non c’è un rappresentante, ognuno potrà firmare l'accordo in rappresentanza di se stesso”, precisano dal SIASO informando che l’accordo è già stato presentato al Ministero del Lavoro.  


Congedo parentale 

Il congedo parentale è un periodo facoltativo di astensione dal lavoro stabilito per legge in modo da consentire ai genitori di prendersi cura dei figli nei loro primi anni di vita ed è riconosciuto esclusivamente ai lavoratori dipendenti, entro i primi 12 anni di vita del bambino, per un periodo complessivo tra i due genitori non superiore a 10 mesi. Il periodo complessivo può essere fruito dai genitori anche contemporaneamente. In questa situazione di emergenza può essere non solo consigliato ma anche imposto dal datore di lavoro. La richiesta va comunicata prima dell’inizio del periodo da cui si intende assentarsi al proprio datore di lavoro e poi effettuata tramite il portale dell’Inps. Durante il periodo di congedo spetta un’indennità pari al 30% della retribuzione media giornaliera, calcolata in base alla retribuzione del mese precedente l’inizio del periodo di assenza, entro i primi 6 anni di età del bambino (o dall’ingresso in famiglia in caso di adozione o affidamento) e per un periodo massimo complessivo (madre e/o padre) di 6 mesi; un’indennità pari al 30% della retribuzione media giornaliera, dai 6 anni e un giorno agli 8 anni di età del bambino, solo se il reddito individuale del genitore richiedente è inferiore a 2,5 volte l’importo annuo del trattamento minimo di pensione ed entrambi i genitori non ne abbiano fruito nei primi 6 anni o per la parte non fruita anche eccedente il periodo massimo complessivo di 6 mesi; nessuna indennità dagli 8 anni e un giorno ai 12 anni di età del bambino. 


Lavoratore in quarantena 

Se il lavoratore è stato posto in quarantena, spiega ad Odontoiatria33 Maria Carla Brambini SIASO, “ha diritto all’indennità di malattia, ma è necessario che questo sia certificato all’INPS a cura dell’operatore di sanità pubblica che procederà a rilasciare una dichiarazione indirizzata anche al datore di lavoro e al medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta in cui si dichiara che per motivi di sanità pubblica il soggetto è stato posto in quarantena, specificando la data di inizio e la data fine”.  

Articoli correlati

Risultati di uno studio condotto da F-ISI- Mario Negri e Università degli Studi di Milano: a maggio  rischio gli uomini, >50 anni, obesi, occupati come personale amministrativo e fumatori di...


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


Per diagnosticare i casi Covid-19 i test antigenici rapidi di ultima generazione sono una valida alternativa al test molecolare con tampone. Le indicazioni del Ministero della Salute


Il prof. Roberto Burioni tranquillizza e spiga quanto siano efficaci i protocolli di sicurezza adottati negli studi 


didomenica     27 Dicembre 2020

2020: un anno perso

Per l’odontoiatria poteva andare peggio, nonostante gli aiuti non si siano quasi visti 

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Critici i sindacati che ricordano come molti dentisti sono stati costretti a chiudere sia per l’elevato rischio di esposizione che per i costi legati alle forniture dei sistemi di protezioni...


Per il presidente Cassarà non si può mettere in discussione i rischi della professione che deve essere considerata prioritaria per ricevere i vaccini  


Il Gruppo europeo con oltre 300 cliniche in Europa acquista il gruppo italiano ed approda nel mercato italiano


Riflessioni del presidente SIOF Claudio Buccinelli di ordine etico, deontologico, giuridico e normativo sul rifiuto alla vaccinazione  


La Società Italiana di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo Facciale ha rinnovato il Consiglio Direttivo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale