HOME - Approfondimenti
 
 
09 Aprile 2020

600 euro per medici e dentisti: la burocrazia blocca l’invio dei bonifici

Servirà un nuovo adempimento burocratico per consentire ad ENPAM di inviare l’indennizzo statale dei 600 euro. Per quello dei 1000 euro ancora tutto fermo, ma quando arriverà sarà tassato


I quasi 26 mila medici ed odontoiatri inscritti ad ENPAM che hanno presentato domanda per ricevere il contributo statale di 600 euro previsto nel Decreto “Cura Italia”, non potranno ricevere, per ora, il bonifico perché il nuovo decreto “Liquidità” (finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale), blocca il pagamento che ENPAM avrebbe dovuto cominciare ad erogare in questi giorni.

La norma, spiega una nota di ENPAM, “ha infatti cambiato le condizioni per l’accesso al beneficio statale, riservandolo ai soli professionisti iscritti esclusivamente a un ente di previdenza”.I medici ed odontoiatri iscritti ad ENPAM, che hanno inviato la domanda per l’indennizzo dei 600 euro, dovranno quindi produrre una ulteriore autocertificazione dichiarando di essere iscritti solamente ad ENPAM.

I professionisti iscritti a più di un Ente previdenziale per esempio, sia ad INPS che ad ENPAM (nonostante versino ad entrambe le casse), non potranno ricevere nessun contributo in quanto anche per chi è iscritto ad INPS, la richiesta è preclusa se iscritto ad un altro Ente e viceversa. E’ la situazione, per esempio, degli specializzandi che versano i contributi sia ad INPS che ENPAM.

“Grazie a questa norma dobbiamo dire ai nostri iscritti che tutti i pagamenti sono congelati e che nella migliore delle ipotesi li riceveranno dopo aver integrato la domanda con un’ulteriore autocertificazione”, spiega il presidente dell’ENPAM Alberto Oliveti. “Agli specializzandi e ai dipendenti, magari part time, che in questo momento stanno rischiando la vita, è andata anche peggio, perché per loro l’indennizzo di 600 euro è cancellato del tutto. Davvero un bel modo per ringraziare i medici e augurare loro buona Pasqua.”

La norma che ha cambiato le carte in tavola è l’articolo 34 del decreto legge 23/2020. I medici e gli odontoiatri sono stati penalizzati anche sul fronte del decreto legge “Cura Italia” che è in via di conversione, continua Oliveti.

“Siamo amareggiati anche per la bocciatura dell’emendamento che avrebbe detassato gli aiuti che l’ENPAM vuole concedere utilizzando propri fondi. Per i nostri liberi professionisti abbiamo deliberato mille euro al mese per tre mesi. Per come stanno attualmente le cose, e sempre che ci concederanno di erogarli, i medici e i dentisti dovranno pagare le imposte su questi mille euro, anche se derivano da un patrimonio già tassato. Una sorta di anatocismo di Stato. Di certo un’ingiustizia, che speriamo venga corretta.”


_______________________________________________________________________ 

EDRA spa (editore di Odontoiatria33), per favorire l’informazione in questo momento particolare anche per il settore, ha deciso di lasciare fruibili a tutti i contenuti prodotti. Se volete comunque sostenere la qualità dell’informazione di Odontoiatria33 

Articoli correlati

Un vademecum della CAO nazionale per sintetizzare le indicazioni ministeriali con le procedure da adottare per lo studio in questa fase di gestione del Covid-19


L’Ordine del Giorno impegna il Governo ad estendere bonus di 50 crediti ECM a tutti gli operatori sanitari impegnati nel fronteggiare l’emergenza


Cosa sono e quali gli esami diagnostici che possono indicare la positività di un paziente al Covid-19 e quali le responsabilità ed i doveri del dentista?


Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

IDI EVOLUTION fornisce subito e senza nessuna spesa la sua tecnologia e suoi i prodotti per ripartire in sicurezza e con profitto


Paolo Bussolari

Perrosegue la crescita per il Gruppo, positivo l'esercizio 2019. Aumentano i ricavi che superano i 585 milioni, cresce la marginalità EBITDA di oltre 50 milioni


Un vademecum della CAO nazionale per sintetizzare le indicazioni ministeriali con le procedure da adottare per lo studio in questa fase di gestione del Covid-19


Il direttore sanitario sostiene che si tratta di legittime consulenze estetiche. Dal servizio emergono anche carenze in tema di prevenzione verso il contagio da Covid


L’Ordine del Giorno impegna il Governo ad estendere bonus di 50 crediti ECM a tutti gli operatori sanitari impegnati nel fronteggiare l’emergenza


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni