HOME - Approfondimenti
 
 
15 Maggio 2020

Covid-19 e aria condizionata: precisazioni del Consejo General de Dentistas spagnolo

Documento del Consejo General de Dentistas spagnolo sull'utilizzo dell'aria condizionata nello studio odontoiatrico e sulle procedure da adottare per la prevenzione della diffusione del Covid-19

Lorena Origo

Le misure di sicurezza che il Consejo General de Dentistas spagnolo raccomanda di adottare per il ritorno all’attività negli studi odontoiatrici per prevenire la diffusione del Covid-19 hanno generato alcuni dubbi, in particolare la raccomandazione di “non utilizzare aria condizionata centralizzata se collega le aree comuni con l’area clinica”.

Per rispondere a questa domanda, il Consejo ha preparato un rapporto specifico relativo ad aria condizionata, purificazione dell’aria e aerazione nell’area della clinica odontoiatrica, anche se, visto che le prove attuali sono estremamente scarse, si tratta di un documento in costante aggiornamento.

La maggior parte dei protocolli internazionali raccomanda ai dentisti di consultare il fornitore del proprio impianto di climatizzazione per verificare il tipo di ventilazione installata e i possibili filtri.

Inoltre, tutti i protocolli, senza eccezioni, raccomandano di ridurre al minimo l’utilizzo degli aerosol nell’area clinica, mantenendo la porta chiusa e ventilando dopo avere ricevuto ogni paziente.

A queste raccomandazioni si accompagnano quelle dell’uso dell’aspirazione ad alto flusso e dell’isolamento assoluto. Inoltre, molti suggeriscono l’installazione di sistemi di ventilazione e/o purificazione dell’aria per gli ambienti senza la possibilità di ventilazione naturale o, dove è necessario, per ragioni climatiche.

Nel rapporto, vengono acquisite le specifiche tecniche in base al sistema di condizionamento, purificazione e aerazione dell’aria e tutta la bibliografia esistente in materia.

Nel documento si sottolinea che, qualora di decidesse di utilizzare il sistema di condizionamento, è opportuno:

  • nel caso si impieghino filtri HEPA, questi dovrebbero essere di categoria H13 o superiore;
  • cambiare i filtri una volta a settimana;
  • non utilizzare il sistema di condizionamento quando si stanno generando aerosol o durante le procedure di igiene e sanificazione;
  • in un ambiente con temperatura a 21°, il grado di umidità è molto importante per il tasso di sopravvivenza del virus che, per esempio, raddoppia aumentando l’umidità dal 30 al 50%.

Ricordiamo che le indicazioni ministeriali diffuse nei giorni scorsi da Sindacati ed Ordine, a differenza di quanto indicato nel documento dell'ordine spagnolo viene esclusivamente indicato che "In caso di condizionatore si raccomanda la pulizia settimanalmente dei filtri degli impianti secondo le indicazioni del produttore. Non si devono spruzzare prodotti per la pulizia detergenti/disinfettanti spray direttamente sul filtro per non inalare sostanze inquinanti (es. COV), durante il funzionamento (Rapporto ISS COVID-19 • n. 5/2020)".

_______________________________________________________________________ 

EDRA spa (editore di Odontoiatria33), per favorire l’informazione in questo momento particolare anche per il settore, ha deciso di lasciare fruibili a tutti i contenuti prodotti. Se volete comunque sostenere la qualità dell’informazione di Odontoiatria33 

Articoli correlati

Il Decreto rilancio posticipa la scadenza prevista dal Cura Italia e consente ancora per qualche giorno di richiedere il bonus dei 600 euro per il mese di marzo


La norma interessa igienisti dentali e odontotecnici, ecco come avvengono gli accrediti automatici e le modalità per richiedere il bonus da 1.000 euro a maggio


Decreto Rilancio: azzeramento Iva e credito di imposta per le spese sostenute per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione individuale


Confermato quello da 600 euro ma i liberi professionisti vengono esclusi dal più cospicuo contributo a fondo perduto sul calo del fatturato. A maggio per gli igienisti dentali il bonus potrebbe...


FNOMCeO torna a chiedere aggiustamenti al Decreto Rilancio. La questione sarà oggetto di valutazione del Comitato Centrale


Altri Articoli

Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


Il Decreto rilancio posticipa la scadenza prevista dal Cura Italia e consente ancora per qualche giorno di richiedere il bonus dei 600 euro per il mese di marzo


L’Azienda Zero informa di includere anche gli odontoiatri tra le categorie professionali sottoposte a tampone. La soddisfazione del presidente Nicolin


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni