HOME - Approfondimenti
 
 
26 Giugno 2020

Esercizio delle professioni mediche e odontoiatriche in forma STP, la Regione Lazio chiarisce e fa ''scuola''

In accordo con l’Ordine di Roma, la Regione Lazio fornisce chiarimenti sul quadro normativo: consentito l’esclusivo esercizio delle professioni mediche e odontoiatriche in forma di STP


Fortemente voluta e cercata dall’Ordine di Roma ed in particolare dalla CAO che con i sindacati di settore ha svolto un lavoro in collaborazione con la Regione per arrivare alla sua formulazione, è stata approvata una Circolare esplicativa (di prossima pubblicazione sul BUR) con la quale vengono forniti chiarimenti sul quadro normativo che consente l’esclusivo esercizio delle professioni mediche e odontoiatriche in forma di Società tra Professionisti

“Sono tantissime le novità normative, orientate sempre alla semplificazione burocratica per i professionisti”, scrive il presidente OMCeO Roma Antonio Magi ed il presidente CAO Roma Brunello Pollifrone in una nota informativa inviata agli iscritti sottolineando come il documento “sicuramente segnerà la strada per tutte le altre Regioni che vorranno e dovranno regolamentare le STP in ambito sanitario”. 


Queste alcune delle novità contenute

Molte le novità contenute nel documento quali, ad esempio, spiegano dall’OMCeO romana “l’assoggettamento delle STP (sia monoprofessionali che multidisciplinari, se pur con alcuni limiti) ai medesimi requisiti minimi degli studi associati, con la conseguente chiara e incontrovertibile non necessità di abbattimento delle barriere architettoniche (attività non aperta al pubblico). La tanto auspicata apertura, poi, alle professioni sanitarie regolamentate in ordini professionali (psicologi, fisioterapisti, logopedisti, dietisti, igienisti dentali etc.), la cui presenza sarà ora ammissibile all’interno degli studi medici ed odontoiatrici”. 

Proviamo a vedere nello specifico. 

Dopo aver ripercorso l’terno normativo che ha portato alla nascita della normativa sulle StP, viene chiarito che “La società tra professionisti costituisce, allo stato attuale, lo strumento con cui è possibile l'esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico secondo i modelli societari regolati dai titoli V e VI del Codice Civile, secondo un'impalcatura normativa che fornisce puntuali parametri volti ad equilibrare e contemperare i contrastanti interessi”. 

Da ricordare come nelle StP i soci di maggioranza devono essere iscritti all’Ordine ma è possibile la partecipazione di soci di minoranza puri investitori. Tra i chiarimenti dati, la Circolare stabilisce che le StP si devono iscrivere al Registro delle Imprese con il codice Ateco 86.23 se il fine sociale è l’attività di studio odontoiatrico mentre 86.22 per le attività degli studi medici specialistici. Inoltre viene ribadito, come già evidenziato dal MISE, che questi codici posso essere utilizzati esclusivamente per le società riconducibili alle STP. 

Ovviamente le STP devono essere registrate all’Ordine della provincia in cui esercitano l’attività. 

Tra le novità apportate dalla Circolare anche il fatto di distingue le STP in monospecialsitiche (caratterizzata dalla presenza di professionisti della stessa disciplina) e quelle multidisciplinari, ovvero caratterizzate da professionisti di discipline differenti, per esempio odontoiatria e medico (specialista o meno), oppure odontoiatria ed igienista dentale o osteopata o logopedista.  

Ai fini degli adempimenti previsti per ottenere l’autorizzazione sanitaria, le StP multidisplinari composte fino a 4 professionisti partecipanti vengono considerate alla stregua di uno studio professionale e quindi non soggetto all’iter amministrativo e ai requisiti minimi delle attività ambulatoriali, mentre quelle con un numero superiore di professionisti partecipanti saranno considerati ambulatori e quindi dovranno necessariamente essere autorizzate all’esercizio prima di intraprendere la loro attività.            

_______________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

ABBONANDOTI

Articoli correlati

Entra in gioco in casi di dipartita di uno dei soci ma anche per definire incarichi e privilegi. I consigli dell’avvocato Edoardo Colla


Le criticità sul capitale in odontoiatria e i consigli per i pazienti che vogliono ottenere la sospensione dei finanziamenti attivati tra i temi toccati. A Catanzaro progetto pilota di informazione...


Lo ha stabilito il Tribunale di Milano. Per i pazienti lasciati con le cure a metà la situazione si complica ancora. Le indicazioni di Federconsumatori


I liberi professionisti devono indicare il reddito annuo conseguito nel 2019. Le Società devono versare lo 0,5% del fatturato, oltre 4milioni di euro quanto versato lo scorso anno


Aprire un dialogo con Istituzioni di settore e non, per definire un modello di odontoiatria che possa realmente tutelare il paziente tra gli obiettivi della nuova presidenza


Altri Articoli

La comunicazione non verbale e le tecniche di ascolto attivo per superare le barriere relazionali imposte dalle mascherine e dagli altri dispositivi


Vecchiati (COI): mettiamo a disposizione del Ministero la nostra esperienza ventennale nell’organizzare ed attivare progetti di odontoiatria sociale in Italia e nel mondo


Il gioco di squadra mette insieme le peculiarità dei singoli giocatori che, in sintonia fra di loro, conquistano la vittoria


Entra in gioco in casi di dipartita di uno dei soci ma anche per definire incarichi e privilegi. I consigli dell’avvocato Edoardo Colla


Con tale misura sarà possibile effettuare test antigenici rapidi come ausilio diagnostico sui pazienti che arrivano negli studi peraltro già sottoposti a triage. Peirano (CAO): gli odontoiatri...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali